Home Redditi Esteri Lavoro Autonomo Affiliazione Amazon: come funziona?

Affiliazione Amazon: come funziona?

Hai un sito web o un blog? Vuoi monetizzare e guadagnare con un'affiliazione Amazon? Una guida su come puoi guadagnare con l’affiliazione Amazon.

12

Hai un blog o un sito internet e vuoi monetizzare questa tua attività? L’affiliazione Amazon ti consente di poterlo fare. Una guida pratica su come puoi guadagnare con l’affiliazione Amazon e come gestire fiscalmente i guadagni che andrai a generare.

Le Affiliazioni commerciali sono una delle principali fonti di guadagno per chi decide di monetizzare un sito internet o un blog.

Il vantaggio principale deriva dal fatto che non devi vendere nessun prodotto direttamente. Tutto quello che devi fare è promuovere un link legato alla vendita di un prodotto.

Il guadagno dell’affiliato, dipende da quante vendite riesce a concludere per il suo tramite l’azienda che offre i prodotti sul mercato.

L’affiliazione Amazon ti permette infatti, di inserire i link ad articoli in vendita sul tuo blog o sito internet. Qualora chi sta visitando il tuo blog o sito internet ci clicca sopra e compra quel prodotto, o altri prodotti, Amazon ti riconoscerà una percentuale sul costo del prodotto.

In questo articolo, voglio spiegarti come funziona l’affiliazione Amazon, i vantaggi che offre e quali percentuali vengono corrisposte sull’acquisto. Scoprirai i passaggi da effettuare e come gestire in modo corretto i guadagni che otterrai da un punto di vista fiscale.

Scopriamo, quindi, come guadagnare con le affiliazioni Amazon e come gestire fiscalmente tali proventi.

Cos’è un programma di affiliazione?

Un programma di affiliazione è una piattaforma messa a disposizione da un e-commerce e ti permette di vendere i prodotti dello stesso e guadagnare una commissione su ogni vendita.

Nel caso di Amazon ad esempio, una volta iscritto, potrai vendere qualsiasi prodotto presente sul marketplace e guadagnare una commissione su ogni prodotto venduto.

In altre parole, con il programma di affiliazione potrai vendere qualsiasi cosa tuo voglia e guadagnare a costi prossimi allo zero.

Esistono, migliaia di programmi di affiliazione. Alcuni gestiti direttamente dai siti di e-commerce, altri da appositi siti raccoglitori su cui puoi trovare i programmi di affiliazione relativi a molti siti diversi.

Perché scegliere il programma di affiliazione di Amazon?

Il programma di affiliazione di Amazon ha diversi importanti vantaggi per gli affiliati:

  • Amazon paga sempre, se hai raggiunto la soglia minima, non esiste che per un mese il pagamento venga saltato, problema riscontrato, invece, in altri programmi di affiliazione;
  • Generare i link e consultare i rapporti è molto semplice;
  • Gli strumenti per vendere sono molteplici, dai link testuali, alle immagini, ai banner, e sono gratuiti;
  • Assistenza è rapida, gentile e precisa,
  • Esistenza di un forum apposito in cui scambiarsi consigli, aiuto e opinioni;
  • Guadagni per qualsiasi acquisto fatto dopo un clic su un tuo link, per guadagnare non serve che l’utente acquisti proprio il prodotto a cui hai messo il link di affiliazione.

Amazon ti accredita solo le commissioni sulle vendite fatte all’interno di una singola sessione. Oppure puoi guadagnare da articoli inseriti nel carrello e comprati fino a 90 giorni dopo.

Vediamo meglio come funziona l’affiliazione Amazon.

La formula vincente dell’affiliate marketing

Ogni Marketer che vuole ottenere guadagni sa benissimo che l’equazione da sfruttare al massimo è la seguente:

“Offerte di affiliazione + pubblicita’ a pagamento = profitto”

So che può sembrarti a prima vista difficile da capire, ma la cosa è molto semplice!

Il primo passo è quello di scriverti al programma di affiliazione Amazon. Fatto questo devi trovare prodotti in linea con il tuo blog e promuoverli.

Per poter individuare la giusta campagna di affiliazione è indispensabile trovare una nicchia di mercato, dove offrire determinati prodotti, in linea con il target, e compatibili la linea editoriale del vostro sito.

Per trovare una nicchia di mercato è possibile utilizzare uno dei tanti strumenti messi a disposizione da Google. Ovvero, Google Keywords Tool. Esso è uno strumento indispensabile per analizzare quante e quali ricerche vengono effettuate dagli utenti di Google nelle ricerche di prodotti da acquistare.

Tutto questo però, da solo non è sufficiente. Se non hai un pubblico molto vasto le possibilità di ottenere guadagni non sono molte.

Ecco allora che devi investire. Devi puntare sulle campagne pubblicitarie a pagamento.

Cosa sono le campagne pubblicitarie a pagamento?

Attraverso il Paid Advertising puoi acquisire visitatori in modo targettizzatomisurabile e preciso.

Fanno parte del paid advertising:

In pratica il paid advertising non è altro che l’insieme delle strategie di marketing legate alla promozione a pagamento di prodotti o servizi.

Tramite il corretto utilizzo di questi strumenti è possibile portare visite a pagamento sul tuo sito.

L’importanza del traffico per l’affiliate marketing

Nel linguaggio del web, avere visitatori, e quindi traffico è l’elemento alla base di qualsiasi campagna di advertisting.

La formula che ti ho indicato sopra, quindi, se adeguatamente sfruttata può portare notevoli risultati in termini di guadagno.

Non tutto è così semplice però!

Saper agire sulle leve di questa equazione non è da tutti. E’ necessario saper maneggiare e conoscere bene il web, la SEO, il social media marketing.

Argomenti che richiedono esperienza e approfondite conoscenze tecniche. 

Detto questo, il consiglio che posso darti è che guadagnare con le affiliazioni è possibile e potenzialmente molto remunerativo.

Tuttavia, vale la pena aderirvi solo nel caso in cui non dobbiate effettuare paid advertising. Le affiliazioni sono davvero vantaggiose quando hai a disposizione una lista di utenti in target con i prodotti o servizi da affiliare.

Come effettuare l’affiliazione con Amazon?

Per affiliarsi ad Amazon, bisogna innanzitutto iscriversi al portale di e-commerce e creare un account apposito. La cosa prende pochi minuti e basta inserire le solite informazioni richieste per la creazione di un account, più quelle relative alla modalità di accredito dei soldi guadagnati. Puoi scegliere tra due modalità:

  • Buoni regalo Amazon;
  • Accredito su conto corrente.

In entrambi i casi, ogni mese dovrai aver guadagnato almeno 25 euro, altrimenti i soldi verranno aggiunti a quelli che guadagnerai il mese successivo, fino a quando non raggiungerai la soglia minima di 25 euro.

Dopo che sarai riuscito a raggiungere la soglia dei 25 euro Amazon ti corrisponderà il dovuto per l’affiliazione entro 60 giorni. L’iscrizione è gratuita e l’affiliazione non prevede nessun costo per l’affiliato.

Affiliazione ad Amazon: come funziona?

Una volta creato il tuo account, puoi iniziare a mettere i link dei prodotti Amazon sul tuo blog e cominciare a guadagnare.

Amazon ti fornisce una serie di strumenti comunicativi per far raggiungere i suoi prodotti attraverso il tuo blog o sito internet. Potrai, scegliere tra:

  • Inserire semplicemente il classico link in un articolo, che potrai poi far girare anche sui tuoi social;
  • Optare per una vasta gamma di banner pubblicitari, di diverse dimensioni e forma, già pronti per l’utilizzo.

Il meccanismo della affiliazione comporta che, una volta inseriti i link al prodotto, nel momento in cui un lettore del tuo blog, ci clicca sopra e lo acquista, ti sarà corrisposta una commissione sulla vendita, che varia in base alla categoria dell’articolo.

Il tuo lettore, in ogni modo, non dovrà comprare necessariamente quel bene e non dovrà farlo subito.

Amazon riconosce che quell’utente è arrivato sul portale di e-commerce attraverso il tuo blog o il tuo sito. A questo punto, se quell’utente copra qualcosa entro le 24 ore successive, allora ti sarà corrisposta una somma in percentuale, qualsiasi cosa l’utente acquisti!

Se entro il primo giorno, l’utente salva un prodotto nel carrello, ma non lo acquista subito, potrai ancora ricevere la commissione. E’ sufficiente che entro 90 giorni l’utente paghi quello che ha messo nel carrello.

Per poter sfruttare al meglio tutti i vantaggi delle affiliazioni Amazon è necessario avere un blog. In quanto, senza un blog non otterresti i massimi risultati. Occorre, avere un blog specializzato in una nicchia di mercato.

Grazie al blog riuscirai ad essere credibile. Con il tempo potrai diventare un esperto di quel settore di mercato. Le persone inizieranno a fidarsi delle tue opinioni e dei tuoi consigli.

Affiliazioni commerciali ed il loro funzionamento

In seguito alcune delle risposte alle domande che maggiormente vengono poste su questo argomento:

Come capire che quella persona ha acquistato grazie a te?

Per sapere se quella persona ha acquistato grazie a te, una volta iscritto al programma di affiliazione di Amazon, dovrai generare dei link personalizzati. Quei link conterranno il tuo codice unico di affiliazione, che permette ad Amazon di identificarti.

Quali sono gli svantaggi delle affiliazioni?

Una campagna di affiliate marketing riesce a generare un profitto mediamente più alto rispetto ad altre forme di monetizzazione online.

Ad esempio, rispetto ai banner pubblicitari. Il meccanismo che si viene a creare con i banner è più semplice, il guadagno avviene ad ogni click dell’utente. Con le affiliazioni i passaggi aumentano, perché oltre al click dell’utente deve esserci un successivo acquisto di un prodotto.

Tuttavia, il guadagno che si può ottenere è ben più alto rispetto ad una campagna di advertising online.

Per quale motivo le Affiliazioni sono diventate così popolari?

L’affiliate marketing è diventato popolare, in quanto l’affiliato, ha la possibilità di scegliere i prodotti o servizi da promuovere, il tempo da dedicarci e le strategie da seguire.

Quanto si riesce a guadagnare con l’affiliazione Amazon?

Per iniziare a guadagnare con le affiliazioni, devi iscriverti al Programma affiliazione di Amazon. L’iscrizione è gratuita e richiede un account Amazon.

Il brand Amazon è conosciuto da tutti, anche da chi non ha dimestichezza con gli acquisti online.

Ciò significa che tutti si fidano di un marchio come Amazon. Per questo motivo vendere è più semplice. Amazon per le vendite online è sicuramente tra i primi siti che a tutti vengono in mente.

Tante persone quando finiscono per acquistare anche altri prodotti rispetto a quello da cui erano partiti.

Meccanismi di up-sell e cross-sell sono sfruttati molto bene da Amazon.

Ogni qualvolta che qualcuno entra su Amazon dal tuo link di affiliazione, ti sarà garantita una commissione su tutto quello che comprerà, e non soltanto sul prodotto del link.

La commissione, quindi, non è soltanto su l’oggetto che hai suggerito tu nel tuo blog. Chiunque passa dal tuo link ti garantisce commissioni su tutti gli acquisti, ma solo per un tempo limitato.

C’è chi pensa che con l’affiliazione Amazon si possa guadagnare davvero poco.

In realtà, è difficile dare una stima generale. Infatti, per dare una stima dei guadagni che si possono fare con l’affiliazione Amazon, dipende dal settore in cui si opera.

Per dare un valore assoluto direi che con Amazon, lavorandoci in maniera professionale, si possono guadagnare dai 100 ai 2000 euro al mese (o più per siti ad alto traffico).

A quanto ammontano le percentuali pagate da Amazon?

Non c’è una percentuale fissa che Amazon paga sul prodotto. La percentuale del costo del prodotto che Amazon paga sugli acquisti arrivati dagli affiliati, varia da categoria a categoria.

A titolo esemplificativo:

Categorie di prodottiPercentuale
Buoni regalo, kindle3%
Grandi elettrodomestici, sui prodotti elettronici, di informatica, fotocamere, video giochi e console, software3,5%
Beni della casa, libri, arredamento, fai da te, DVD, alimentari, birra, vino e alcolici, strumenti musicali 5%
Articoli per ufficio, cura della persona, sport e tempo libero, giocattoli, prima infanzia, giardino, auto, 7%
Prodotti fatti a mano, capi di abbigliamento e di moda, orologeria, valigeria10%

Per l’abbigliamento, però, valgono alcune differenze speciali, sia relative a quanti articoli l’affiliato fa vendere attraverso i suoi link, sia se l’acquisto è diretto o indiretto.

Acquisto diretto e indiretto per gli affiliati Amazon

Amazon paga agli affiliati il 10% del costo del prodotto, per quanto riguarda l’abbigliamento, questo vale fino a 250 articoli venduti al mese.

Superata questa soglia, la percentuale sale a ben il 12%, qualora gli acquisti siano diretti.

Con acquisto diretto, Amazon, intende un prodotto acquistato attraverso il link di un affiliato, quando quel link porta a un articolo della stessa categoria.

Per esempio, se nel mio blog ho aggiunto il link a una vestito ed il lettore ci clicca sopra e alla fine decide di comprare un jeans, questo è un acquisto diretto, la percentuale è del 12% del costo sostenuto per il jeans.

Se il mio link, invece, è a uno smartphone e il mio lettore alla fine acquista una camicia, questo è considerato un acquisto indiretto, l’acquisto è un prodotto di un’altra categoria.

In questo ultimo caso, mi sarà pagata una commissione sull’acquisto della camicia, ma solo del 2%.

Qualsiasi sia la percentuale corrisposta da Amazon ad ogni affiliato, non è pagata dall’acquirente, né aumenterà il costo del bene, essa è totalmente a carico di Amazon.

Perchè affiliarsi ad Amazon?

Vediamo quali sono le principali ragioni per affiliarsi ad Amazon:

  • Una delle prime motivazioni per affiliarsi ad Amazon è la varietà di prodotti, per quasi ogni nicchia di mercato. Anche se Amazon, in passato ha iniziato con i soli libri, oggi vende praticamente tutto dall’abbigliamento, all’elettronica, all’elettronica, etc…
  • Puoi avere tutti gli strumenti a tua disposizione, gratuitamente. Con un click puoi mettere un link a qualsiasi pagina di Amazon (link di testo ma anche immagini cliccabile). Inoltre hai a disposizione tutta una serie di banner alle categorie generali, e potrai aggiungerli al tuo sito con con un semplice copia incolla.
  • Non ci sono limiti sulle commissioni. Le commissioni pubblicitarie variano tra l’1 e il 10%, ma puoi arrivare anche al 12% a seconda della categoria di prodotto.
  • Gli utenti, generalmente, effettuano più acquisti in un’unica volta.

Quali sono gli svantaggi dell’affiliazione Amazon?

Dopo aver affrontato ed elencato tutti i lati positivi nell’affiliarsi ad Amazon, vediamo adesso, quali sono le ragioni per la quale molti blogger non hanno una affiliazione Amazon:

  • Le commissioni sono troppo basse, se pensiamo che la maggior parte delle persone acquista su Amazon comprando prodotti a basso prezzo come i libri, quindi il 5% di un prodotto di 10/20 € non è una commissione molto utile.
  • Perché gli utenti una volta cliccato sul tuo link di affiliazione Amazon devono fare un acquisto entro 24 ore.

Regime fiscale italiano delle affiliazioni Amazon

Vediamo adesso qual’è il regime fiscale italiano legato all‘affiliazione Amazon.

Da un punto di vista fiscale non esiste una disciplina propria dell’affiliate marketing. La sua regolamentazione deve passare da normative simili ed esistenti.

Il punto di partenza di ogni analisi fiscale è il contratto di affiliazione commerciale. In questo modo è possibile capire il regime fiscale da applicare a questi tuoi guadagni.

Per quanto riguarda Amazon il suo contratto prevede una tipizzazione dell’attività di affiliazione di tipo imprenditoriale. Scopriamo, quindi, cosa bisogna fare per essere in regola fiscalmente.

Come gestire fiscalmente i guadagni dell’affiliazione Amazon?

Partiamo da un presupposto. La realizzazione di una campagna di affiliazione commerciale richiede sempre l’apertura di una Partita IVA.

L’apertura della Partita IVA è necessaria perché l’attività è esercitata in forma abituale e continuativa.

“LE PRESTAZIONI DI LAVORO AUTONOMO OCCASIONALE NON SONO AMMESSE PER I GUADAGNI DA AFFILIAZIONE”

Dimenticati di questi due falsi miti del web:

  • Non esistono limiti minimi di reddito con i quali è possibile operare senza Partita IVA;
  • Non esistono limiti di tempo per i quali è possibile operare senza Partita IVA.

Le campagne di affiliazione hanno una durata costante nel tempo. Per questo motivo l’Agenzia delle Entrate non ammette deroghe su questi aspetti.

Per questo motivo l’Agenzia richiede necessariamente l’apertura di una partita IVA per dichiarare i guadagni derivanti da programmi di affiliazione commerciale.

Apertura della partita IVA

L’apertura della Partita IVA è il primo adempimento fiscale di cui devi occuparti.

Stai tranquillo, puoi benissimo delegare qualcuno per te ad adempiere a tutti i tuoi obblighi fiscali.

Si, hai capito bene, è arrivato il momento di sceglierti un Commercialista!

Non farlo, nel lungo periodo potrebbe costarti caro! Il mondo del web è pieno di problematiche e se non hai qualcuno che le conosce al tuo fianco, difficilmente ti saprà aiutare!

Detto questo, vediamo perché è così importante la Partita IVA.

La Partita IVA è lo strumento con il quale devi dichiarare all’Erario i guadagni dell’affiliate marketing.

Grazie alla Partita IVA dovrai emettere un documento che si chiama Fattura per ogni vendita effettuata.

Oggi è possibile emettere Fatture in Formato Elettronico, che possono sicuramente rendere più agevole la tua fatturazione.

Dopo aver proceduto all’apertura della Partita IVA è arrivato il momento di scegliere il Regime Fiscale.

I regimi fiscali per l’affiliazione Amazon

I regimi fiscali tra cui puoi scegliere sono essenzialmente due:

Sono due regimi fiscali molto diversi tra loro. Il mio obiettivo in questo momento non è quello di parlarti in dettaglio di questi regimi.

Voglio fornirti soltanto qualche informazione generale.

Vediamo, di seguito, qualche dettaglio su questi due regimi fiscali.

Regime forfettario per l’affiliazione amazon

Il regime forfettario è un regime agevolato, per le partite IVA minori. Questo regime è adatto per chi prevede di restare entro il limite di € 65.000 di fatturato annuo. Il tutto con una tassazione davvero conveniente. Il 5% per i primi cinque anni per poi passare al 15%.

Ulteriori vantaggi sono dati da:

  • Esonero da Fatturazione Elettronica;
  • Esonero da IVA, IRAP e ritenute di acconto;
  • Infine, l’esonero dagli ISA.

Sono, tuttavia, previsti particolari requisiti di accesso e permanenza in questo regime fiscale, che ti invito a verificare con accuratezza.

Ne ho parlato approfonditamente in questa guida:

Regime Forfettario: guida completa

In questo regime è necessario versare contributi previdenziali obbligatori. Te ne parlo in questo articolo:

Regime Forfettario e contributi INPS

Tuttavia, in alcuni casi è possibile beneficiare di una riduzione contributiva. Scopri se puoi beneficiarne anche tu in questa guida dedicata:

Agevolazione contributiva per imprenditori individuali in Regime Forfettario

Lo svantaggio di questo regime fiscale, per chi opera con le affiliazioni, è dato dalla possibilità di non dedursi i costi in maniera analitica. In questo caso, appunto, i costi sono forfettari legati in percentuale al fatturato.

Capirai bene che per chi effettua campagne pubblicitarie non potersi dedurre il costo della spesa pubblicitaria è svantaggioso.

Tieni presente, però, che il vantaggio in termini di minore tassazione rispetto al regime ordinario sono importanti. Per questo occorre fare una valutazione accurata.

Passiamo a vedere adesso la contabilità semplificata.

Contabilità semplificata e affiliazione Amazon

Accanto al regime forfettario è possibile optare per il regime di tassazione ordinario. Mi riferisco alla Contabilità Semplificata.

La Contabilità Semplificata è il regime naturale di imprenditori e professionisti che non possono adottare il Regime Forfettario.

Questo regime fiscale è sicuramente più costoso e più complesso del precedente, in quanto vi è:

  • L’applicazione dell’IVA;
  • La Fatturazione Elettronica;
  • La tenuta della contabilità IVA;
  • La tassazione IRPEF dei compensi.

Ho approfondito questo regime fiscale in questa guida dedicata:

Contabilità semplificata: le regole

L’aspetto positivo di questo regime è la possibilità di dedursi i costi dell’attività in modo analitico. In questo caso il costo delle campagne pubblicitarie può essere portato a riduzione del tuo reddito.

Affiliazione Amazon: quale regime fiscale scegliere?

Il consiglio che posso darti è quello di analizzare la tua situazione con un Commercialista esperto.

Ogni mese faccio questo tipo di valutazioni con clienti che mi chiedono aiuto. La simulazione dell’aspetto fiscale è il primo passo di una Pianificazione Fiscale accurata.

Se credi che per fare Pianificazione Fiscale sia sufficiente aprire una società in un Paese Offshore stai sbagliando.

Se non hai i giusti requisiti rischi solo di perdere i tuoi soldi e subire un pesante accertamento fiscale.

Il tuo punto di partenza deve essere quello di iniziare la tua attività nel Paese ove risiedi. Successivamente puoi pensare a soluzioni alternative.

Consiglio a tutti di iniziare in regime forfettario, a meno che i costi della tua attività non siano elevati. Ma come detto, è di fondamentale importanza la simulazione del reddito.

Affiliazione Amazon e fatturazione

Una volta definito il tuo regime fiscale devi pensare alla fatturazione delle operazioni.

Naturalmente non voglio entrare nel merito di questo aspetto. Ne parleremo insieme in dettaglio. Quello che voglio sottolineare è che devi prestare attenzione ad alcune variabili.

Mi riferisco alle seguenti:

  • Emissione della fattura verso un soggetto estero, Amazon;
  • Obblighi fiscali collegati, come l’Esterometro.

Se vuoi approfondire la modalità di fatturazione verso l’estero puoi fare riferimento alle informazioni che ho messo a disposizione in questo articolo: Fatturare a Google Adsense.

Affiliazione Amazon: conclusioni

Qual’è la soluzione per vedere di più con le affiliazioni Amazon?

Quello che faccio è rispondere di solito per quella che è l’esperienza dei tanti clienti che seguo che operano con le affiliazioni.

In assoluto,

il miglior modo per guadagnare con i programmi di affiliazione è creare recensioni dei prodotti e inserire link affiliati dentro queste recensioni

Se vuoi guadagnare con le affiliazioni devi scrivere recensioni. Inutile dire che devono essere recensioni sincere.

La cosa migliore è aver provato direttamente il prodotto. Solo in questo modo puoi davvero scrivere in maniera convincente. Solo questo tipo scrittura genera acquisti.

Per acquistare le persone devono arrivare a fidarsi di te. Per farlo dovrai costruirti giorno per giorno un brand forte. Attorno a questo brand piano piano si creerà una community di persone.

Solo questi gli utenti su cui devi puntare per ottenere gli acquisti.

Non devi cercare di vendere a tutti i costi, le persone lo capiscono. Devi cercare di essere sincero e di offrire consigli utili. Solo in questo modo sarai ripagato.

Insomma, se crei uno dei tanti siti che scrive recensioni senza aver provato i prodotti non otterrai molto successo.

Affiliazione amazon: consulenza fiscale

In questo articolo ho cercato di fornirti molte informazioni di base sull’affiliate marketing in generale. Ma soprattutto sulla tassazione dei guadagni dell’affiliazione Amazon.

Si tratta di informazioni relativamente generiche che possano essere di ausilio per tutti i lettori.

Tuttavia, se vuoi avere maggiori info o se vuoi parlarmi dell’attività di affiliate che vuoi intraprendere, contattami!

Ne parleremo insieme e se vorrai potrai contare sulla mia consulenza continuativa, per al tua gestione fiscale!

Soltanto con l’ausilio di un consulente preparato potrai delegare gli aspetti fiscali del tuo business con tranquillità. In questo modo potrai dedicarti appieno alla tua attività!

E tu, stati sfruttando l’affiliazione Amazon sul tuo blog?

Raccontami nei commenti la tua esperienza, le piattaforme migliori e le campagne di marketing più riuscite.

12 COMMENTI

  1. Buongiorno, mi interesserebbe sapere sulle affiliazioni con Twitch, di un residente fiscale in Italia. Cosa sono le royalties e cosa fare per evitare la doppia imposizione. Qual’e Il regime fiscale Italiano più conveniente di un affiliato Twitch. Grazie

  2. buonasera, io sono un affiliato amazon ma il mio sito produce meno di 1500€ all’anno in entrate. cosa dovrei fare?

    grazie per il Suo tempo

    cordialmente
    Valentino

  3. Gentilissimo Dott. Migliorini, leggo con molto interesse i suoi articoli e in particolare questo dato che ho deciso di iniziare ad operare professionalmente come affiliato Amazon e di vari altri siti con dinamica di affiliazione simile.
    Starei valutando il regime forfettario per vedere se conviene di più rispetto a quello ordinario. Vorrei chiederle quante spese potrei dedurre forfettariamente svolgendo questo tipo di attività?
    Inoltre lei potrebbe seguirmi a distanza diventando il mio Commercialista?
    La ringrazio e a presto, Fabrizio

  4. Scusi per le domande forse troppo ingenue: mettiamo che io abbia già una affiliazione Amazon e che abbia fatto meno dei 65 mila Euro all’anno, ma che non abbia mai aperto partita IVA. Ora, mettiamo che io voglia iniziare a mettermi in regola. Verrebbero fatti dei controlli sulla mia attività precedente con rischio di conseguenze gravi come multe o tasse arretrate da pagare? Inoltre, è possibile aprire una partita IVA se ho l’affiliazione con Amazon ITALIA ma io risiedo ufficialmente all’estero (nel mio caso, abito in Germania)?

  5. Salve, complimenti per l’articolo. Vorrei aprire una partita IVA ma ho residenza all’estero (sono cittadina italiana), è possibile, dato che la mia affiliazione sarebbe con Amazon.it? In quel caso, la mia corrispondenza con il commercialista sarebbe telematica. Grazie in anticipo per la risposta.

  6. Se ha residenza fiscale all’estero non le conviene sicuramente operare con partita Iva italiana, rischia una doppia imposizione economica del reddito. Se vuole saperne di più ci scriva in privato.

  7. Regolarizzare la situazione mette al riparo da sanzioni per il futuro, ma la situazione passata potrebbe comunque essere sanzionata se ci fosse un controllo. Come detto, potrebbero esserci delle problematiche, ci scriva in privato per una consulenza.

  8. Salve Dott. Migliorini, e grazie per le ottime informazioni che ha offerto sulle affiliazioni Amazon… in base alle regolamentazioni fiscali, se anziché bonifico opto per buoni Amazon, come commissione, soprattutto per i primi 6 mesi di prova per capire se la cosa merita, sono in regola col fisco senza dover aprire partita Iva, almeno per un periodo di test?

Lascia una Risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here