Cos’è il cassetto fiscale? Come accedere al cassetto fiscale e come si utilizza?  Quali servizi sono disponibili? Vediamo quali sono le funzionalità messe a disposizione del contribuente.

Il cassetto fiscale è un servizio online, messo a disposizione dall’Agenzia delle Entrate, all’interno del quale sono disponibili numerosi documenti fiscali, che il contribuente può consultare.

Il cassetto fiscale, perciò, permette ai contribuenti di consultare, le informazioni relative alle proprie posizioni fiscali. Per questo motivo è importante conoscere come è possibile chiedere l’accesso al proprio cassetto fiscale e quali sono le informazioni utili che puoi ricavare da esso.

In questo articolo ho cercato di riassumere le principali informazioni che puoi ricavare dalla consultazione online del tuo cassetto fiscale dell’Agenzia delle Entrate.

Cassetto fiscale

Cos’è il cassetto fiscale?

Il cassetto fiscale è un archivio online messo a disposizione dall’Agenzia delle Entrate, avente lo scopo di permettere, la consultazione online, al contribuente, di tutte le proprie informazioni fiscali.

Mediante il cassetto fiscale è possibile consultare tutte le informazioni, come:

  • I dati anagrafici;
  • Dati delle dichiarazioni fiscali;
  • Dati dei rimborsi;
  • I dati dei versamenti effettuati tramite modello F24 e F23;
  • Gli atti del registro (dati patrimoniali);
  • Dati e informazioni relativi agli studi di settore e agli indicatori sintetici di affidabilità fiscale (Isa).

Cosa si può fare mediante il cassetto fiscale?

Ottenuto l’accesso, il contribuente può:

  • Accedere alla propria dichiarazione precompilata;
  • Consultare le dichiarazioni fiscali presentate in passato;
  • Inviare la propria dichiarazione dei redditi;
  • Pagare imposte, tasse e contributi;
  • Consultare i dati catastali dei propri immobili;
  • Registrare e consultare gli atti registrati in passato-

Chi può ottenerlo e come?

Il cassetto fiscale può essere ottenuto da chiunque abbia la residenza fiscale in Italia, compresi soggetti residenti all’estero che abbiano un codice fiscale italiano.

La richiesta per ottenere i dati di access si può effettuare presso qualsiasi sportello dell’Agenzia delle Entrate o tramite iscrizione a Fisconline o Entratel, fornendo un documento di identità valido.

Il cassetto fiscale è direttamente disponibile per chi già disponga di un codice identificativo Spid.

Come si accede al cassetto fiscale?

Per accedere è necessario essere registrato ai servizi telematici Fisconline/Entratel dell’Agenzia delle Entrate o avere un’identità Spid.

In particolare, occorre selezionare la voce dal menù Consultazioni dell’area riservata al sito dell’Agenzia delle Entrate.

Quindi, per consultare il cassetto fiscale è necessario inserire:

  • Per gli utenti Fisconline, il codice PIN rilasciato dall’Agenzia delle Entrate;
  • Per gli utenti Entratel, deve essere inserito il codice personale desumibile dalla terza sezione della busta.

Il servizio è attivo tutti i giorni, ad eccezione di una finestra quotidiana per la manutenzione del sistema, dalle ore 5.00 alle ore 6.00.

Come delegare un intermediario?

Il contribuente può delegare la consultazione agli intermediari di cui all’art. 3, co. 3, del Dpr. n. 322/1998, fino a un massimo di due, con le seguenti modalità:

  • Online, utilizzando l’apposita funzionalità, disponibile per gli utenti registrati ai servizi telematici nell’area riservata Fisconline/Entratel;
  • In ufficio, presentando la delega sottoscritta a un qualsiasi ufficio dell’Agenzia delle Entrate;
  • Consegnando la delega sottoscritta, insieme alla copia di un documento di identità, all’intermediario, che trasmetterà i dati all’Agenzia delle Entrate. Il contribuente riceverà presso il proprio domicilio fiscale un codice di attivazione da consegnare all’intermediario. In caso di mancato recapito del codice di attivazione, trascorsi 15 giorni dall’invio dei dati da parte del professionista, il delegante potrà richiedere l’attivazione della delega presso un ufficio territoriale dell’Agenzia, dichiarando la mancata ricezione del codice di attivazione.

Gli intermediari abilitati al servizio Entratel possono consultare i dati relativi ai propri clienti sottoscrivendo uno specifico Regolamento che disciplina le modalità di utilizzo del servizio.

La richiesta di adesione al regolamento e la comunicazione dei dati relativi alle deleghe dei propri clienti vanno effettuate attraverso le apposite funzionalità disponibili nel servizio Entratel.

Il contribuente che non intende recarsi personalmente in ufficio può farsi rappresentare da un incaricato.

Lascia una Risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here