agenzia delle entrate

L’Agenzia delle Entrate è un ente pubblico non economico e dispone di autonomia contabile e amministrativa. Agisce in regime di convenzione con il Ministero dell’Economia e delle Finanze, con il compito di reperire le risorse finanziarie per il funzionamento dello Stato. In sostanza, ha il compito di svolgere le funzioni relative alla gestione, all’accertamento, al contenzioso e alla riscossione dei tributi.

L’Agenzia delle Entrate è un ente pubblico che, di fatto, risponde al Ministero dell’Economia e delle Finanze. Il suo obiettivo è quello di occuparsi dell’attività di concreta applicazione della normativa tributaria, e dell’attività di accertamento fiscale e riscossione dei tributi. L’Agenzia delle Entrate svolge nel dettaglio servizi di diversa natura che possono riguardare le imposte sugli immobili, le imposte sul lavoro, e le diverse tasse che il sistema italiano prevede per i cittadini.

L’Agenzia delle Entrate è un ente piuttosto recente, perché è nato nel 2001 successivamente ad un decreto specifico emanato nel 1999. Di fatto l’Agenzia delle Entrate svolge diverse operazioni per semplificare tutto ciò che riguarda il rapporto tra i cittadini e le imposte, nel territorio italiano. Inoltre, promuove misure per la lotta all’evasione fiscale e la concreta applicazione delle disposizioni tributarie da parte di privati, professionisti ed imprese.

Anche se l’Agenzia delle Entrate ha una propria autonomia di regolamento di amministrazione e di organizzazione, comunque risponde direttamente al Ministero dell’Economia e delle Finanze, e al variare delle disposizioni date da quest’ultimo, possono venire modificate le misure di cui si occupa l’Agenzia delle Entrate stessa. Vediamo in questo articolo quali sono i principali compiti dell’Agenzia delle Entrate, e quali sono i servizi utili per i cittadini.

Quali sono le funzioni dell’Agenzia delle Entrate?

L’Agenzia delle Entrate ha la funzione di rendere concretamente applicabili le disposizioni tributarie del nostro ordinamento giuridico. Attraverso la pubblicazione di risoluzioni, circolari, risposte ad interpello, l’Agenzia pubblica documenti di “prassi” utili ai contribuenti, per poter adempiere ai propri obblighi fiscali. Inoltre, questo particolare ente pubblico ha il compito di perseguire il massimo livello di adempimento degli obblighi fiscali sia attraverso l’assistenza ai contribuenti, sia attraverso l’attività di controllo ed accertamento con l’obiettivo di contrastare fenomeni di elusione ed evasione fiscale. In modo schematico possiamo riassumere che l’Agenzia delle Entrate ha la competenza per i compiti riassunti nella seguente tabella.

Competenza dell’Agenzia delle Entrate

COMPETENZA DELL’AGENZIA DELLE ENTRATE
– Servizi relativi all’amministrazione, alla riscossione, al contenzioso tributario in relazione ai tributi diretti e all’imposta sul valore aggiunto, nonché di tutte le imposte, diritti o entrate erariali o locali, anche di natura extra-tributaria, di competenza del Ministero dell’Economia e delle Finanze, affidate alla sua gestione;
– Effettuare assistenza ai contribuenti, anche attraverso servizi telematici (es. Entratel/Fisconline, Fatture e Corrispettivi, dichiarazione precompilata, etc) al fine di semplificare il rapporto con gli stessi e di agevolare gli adempimenti fiscali;
– Attività di accertamento e controllo delle dichiarazioni dei contribuenti, avvalendosi del supporto della Guardia di Finanza per ispezioni, al fine di verificare il corretto operato dei contribuenti nell’espletamento dei propri obblighi tributari.
– Gestione dell’attività di contenzioso tributario di fronte alle Commissioni tributarie in caso di ricorso avverso ai contribuenti.

Come è organizzata l’Agenzia delle Entrate?

L’Agenzia delle Entrate è strutturata attraverso la presenza di sedi centrali, con compiti di coordinamento ed indirizzo, ed uffici periferici, con funzioni operative e di contatto con i contribuenti. Come afferma la stessa Agenzia sul proprio portale, sul territorio nazionale “operano, inoltre, le sezioni di assistenza multicanale, che curano l’attività di informazione ed assistenza ai contribuenti che utilizzano il telefono e altri strumenti resi disponibili dalle nuove tecnologie“. Per il servizio di assistenza telefonica sono attivi anche i mini call center. Il servizio è accessibile da un numero unico nazionale. I Centri operativi nazionali (Cagliari, Pescara, Venezia) svolgono in via esclusiva attività specialistiche come, ad esempio, controlli e accertamenti di massa automatizzati su tutto il territorio nazionale o gestione di rimborsi e controlli dei contribuenti non residenti.

L’Agenzia è presente in tutte le regioni italiane, per questo motivo il cittadino che ha la necessità di richiedere particolari informazioni, o attingere alla propria posizione nei confronti del Fisco, può rivolgersi all’Agenzia sia tramite uffici sia telematicamente, secondo i nuovi servizi messi a disposizione negli ultimi anni.

Sul sito istituzionale è pubblicato l’organigramma aggiornato delle strutture centrali dell’Agenzia, il motore di ricerca degli Uffici territoriali e degli Uffici provinciali-Territorio.

ARTICOLAZIONE DEI LIVELLI DI PRESENZA SUL TERRITORIO DELL’AGENZIA DELLE ENTRATE
Uffici centrali (DC)
Direzioni regionali (DR)
Direzioni provinciali (DP)
Centri operativi (CO) / Centri assistenza multicanale (CAM)

Agenzia delle Entrate e ruolo verso i cittadini

L’Agenzia delle Entrate opera sulla base dei principi di correttezza, equità, coerenza e rispetto nei confronti del cittadino, presupposti fondanti dell’attività di una pubblica amministrazione. La sua azione è diretta a favorire l’adempimento spontaneo da parte dei contribuenti degli obblighi tributari e a stabilire una relazione con il cittadino-contribuente basata sulla  fiducia e sulla reciproca collaborazione.

L’Agenzia delle Entrate nasce per svolgere diversi servizi che riguardano le entrate tributarie. Si tratta di tutte quelle operazioni per cui sono coinvolti i cittadini nei confronti dell’Amministrazione finanziaria, ovvero della tassazione che per la normativa italiana è presente entro i confini. L’Agenzia delle Entrate rende più snelle le operazioni dei cittadini nei confronti del fisco: dal pagamento delle imposte sui redditi alla gestione di tutte le tasse sulle proprietà e delle imprese. L’Agenzia delle Entrate è tenuta a informare e assistere tutti i cittadini italiani contribuenti, e nell’ultimo periodo in particolare sono aumentati tutti i servizi on-line a cui il singolo cittadino può accedere facilmente. L’obiettivo dell’Agenzia delle Entrate è quello di rendere il rapporto tra cittadini e fisco più trasparente, per questo motivo si occupa anche dell’eventuale riscossione e di controllare l’adempimento degli obblighi fiscali da parte dei cittadini. L’Agenzia delle Entrate si può dire che è quindi l’ente preposto anche alla lotta all’evasione fiscale, perché può effettuare dei controlli su tutto ciò che riguarda le imposte e i cittadini.

Gestione delle segnalazioni e reclami verso l’Agenzia delle Entrate

La gestione delle segnalazioni rappresenta un canale diretto di comunicazione con i cittadini che possono presentare reclami, proposte ed elogi utilizzando:

  • La modalità cartacea, compilando il modulo reclami disponibile presso lo sportello della prima informazione di tutti gli uffici operativi e scaricabile dal sito internet dell’Agenzia. Il modulo può essere consegnato direttamente in ufficio oppure può essere inviato per posta ordinaria, a mezzo raccomandata A.R. o via PEC all’ufficio dove si è verificato il disservizio;
  • La modalità on line, attiva per inviare segnalazioni che riguardano servizi fiscali gestiti allo sportello dagli operatori degli uffici o al telefono dai consulenti telefonici dei Centri di assistenza multicanale. Attiva anche per inviare segnalazioni per i servizi catastali, cartografici e di pubblicità immobiliare. Il link alla procedura è disponibile nella sezione “Contatti e assistenza” del sito www.agenziaentrate.gov.it.

L’Agenzia delle Entrate si impegna a rispondere ai reclami entro 20 giorni lavorativi e a pubblicare sul sito le principali informazioni riguardanti le segnalazioni ricevute.

Agenzia delle Entrate: quali servizi propone

L’Agenzia delle Entrate, occupandosi del rapporto tra cittadini e fisco, svolge diverse funzioni. Dalla riscossione delle imposte alla gestione delle entrate tributarie locali, dall’assistenza ai cittadini fino all’eventualità di contenzioso tributario o ai controlli sulle evasioni fiscali. All’Agenzia delle Entrate ogni anno i lavoratori devono presentare opportuna dichiarazione nel caso di redditi superiori a determinate cifre.

Per quanto riguarda i lavoratori dipendenti è più frequente l’accesso ai servizi dell’Agenzia delle Entrate, anche tramite portale online, da parte di professionisti abilitati, come commercialisti o centri CAF. Per molti obblighi relativi al fisco nel caso di lavoro dipendente il responsabile è il datore di lavoro, in qualità di sostituto di imposta, che si occupa di versare le tasse dovute allo stato per il lavoro dei propri dipendenti.

Oltre agli uffici dedicati a tutti questi servizi, esiste anche l’Agenzia delle Entrate-Riscossione, istituita successivamente alla nascita dell’Agenzia, come ente economico che si occupa di riscuotere eventuali imposte non versate dai cittadini. Si tratta in questo caso di esercitare tutte le funzioni di riscossione che precedentemente erano svolte da Equitalia Spa.

I servizi dell’Agenzia delle Entrate quindi sono rivolti a diversi soggetti: dai cittadini che si trovano a svolgere un lavoro di tipo autonomo oppure di tipo subordinato, fino alle imprese, i proprietari di immobili (anche posti in affitto), o altri soggetti come società, associazioni o cooperative. L’Agenzia è quindi il punto di riferimento per il fisco in Italia, per qualsiasi soggetto che sia interessato da queste imposte.

I servizi online dell’Agenzia delle Entrate

Il sito www.agenziaentrate.gov.it contiene tutte le informazioni principali connesse alle aree di attività ed ai servizi erogati dall’Agenzia. In questo portale è disponibile la modulistica cartacea da scaricare e le modalità di accesso ai servizi online. In particolare l’Agenzia, negli ultimi anni ha investito molto per il potenziamento dei servizi online, con l’obiettivo di rendere più semplice l’adempimento degli obblighi fiscali di contribuenti, ridurre l’esigenza di recarsi presso gli sportelli territoriali,

I servizi telematici messi a disposizione dall’Agenzia delle Entrate possono essere ad accesso libero o autenticato e sono disponibili nell’area “Tutti i Servizi” del sito. I servizi ad accesso autenticato sono riservati agli utenti in possesso delle credenziali di accesso rilasciate dall’Agenzia o dotati di un’identità SPID. I servizi telematici sono erogati attraverso tre canali: Fisconline, Entratel e Sister ciascuno dei quali è dedicato a una specifica tipologia di utenti. 

  1. Entratel è dedicato aicontribuenti, alle società e agli enti che presentano la dichiarazione dei sostituti d’imposta (modello 770) per più di 20 soggetti, agli intermediari per la presentazione telematica delle dichiarazioni e degli altri documenti prevista dalle norme vigenti, alle società che trasmettono per conto delle società del gruppo di cui fanno parte, alle Amministrazioni dello Stato e agli intermediari e ai soggetti delegati per la registrazione telematica dei contratti di locazione e di affitto immobili.
    Consente di trasmettere telematicamente documenti, dichiarazioni e atti, registrare i contratti di locazione e chiedere assistenza tramite il servizio telematico CIVIS.
  2. Fisconline è dedicato a tutti i contribuenti italiani, anche residenti all’estero, che non debbano presentare la dichiarazione dei sostituti di imposta (modello 770) per più di 20 soggetti e che non siano già abilitati ad Entratel.
    Consente di effettuare online i propri adempimenti tributari, come presentare le dichiarazioni, pagare le imposte, registrare i contratti di locazione e chiedere assistenza tramite il canale CIVIS. Per approfondire: “Guida alla registrazione a Fisconline“.
  3. Sister è dedicato ai professionisti o ai privati oppure a Comuni, Comunità montane, unione di Comuni e altre forme associative tra Comuni che abbiano sottoscritto una convenzione con l’Agenzia delle Entrate.
    Permette di aggiornare le banche dati castali e ipotecaria, previa sottoscrizione di una specifica convenzione, di consultarle e di utilizzare i relativi servizi. 

Di seguito, l’elenco dei servizi telematici distinto per categoria

Focus: il cassetto fiscale del contribuente

Il cassetto fiscale è un servizio online, messo a disposizione dall’Agenzia delle Entrate, all’interno del quale sono disponibili numerosi documenti fiscali, che il contribuente può consultare. Il cassetto fiscale, perciò, permette ai contribuenti di consultare, le informazioni relative alle proprie posizioni fiscali. Per questo motivo è importante conoscere come è possibile chiedere l’accesso al proprio cassetto fiscale e quali sono le informazioni utili che puoi ricavare da esso. Ad esempio, accedendo al tuo cassetto fiscale puoi trovare le dichiarazioni dei redditi che hai inviato, ma anche i pagamenti dei modelli F23 ed F24. Infine, potrai verificare comunicazioni di irregolarità e le certificazioni uniche ricevute.

Per approfondire: “Cassetto fiscale: cos’è e come si accede?“.

Le modalità di accesso ai servizi online

Secondo le recenti modifiche in direzione di una maggiore digitalizzazione dei sistemi pubblici, sono stati introdotti diversi servizi ai cittadini tramite portale on-line. Si tratta di strumenti accessibili telematicamente a chiunque, purché in possesso delle credenziali che riguardano l’identità digitale per accedere online. Ricordiamo che queste credenziali sono individuate tramite lo SPID, cioè il sistema pubblico d’identità digitale, oppure la CIE, ovvero la carta d’identità elettronica, oppure la CNS, ovvero la carta nazionale dei servizi. Tutti i cittadini attraverso queste credenziali possono accedere a diverse informazioni che riguardano la propria posizione verso il fisco.

Tramite portale dell’Agenzia delle Entrate è possibile quindi chiedere attualmente diversi contributi a fondo perduto garantiti alle imprese, a seguito della crisi economica sopraggiunta con la pandemia. Oppure ancora è possibile controllare quali sono i contratti di locazione e di affitto per i propri immobili regolamentati anche dal fisco. Tramite Agenzia delle Entrate, e in particolare tramite il portale online, è possibile procedere con la dichiarazione dei redditi, nelle sue diverse declinazioni. Attualmente per il cittadino risulta essere molto più semplificata l’accessibilità a diverse procedure, moduli e richieste, perché gli strumenti on-line diminuiscono la necessità di accedere ad un ufficio specifico e accorciano anche i tempi necessari a svolgere determinati procedimenti.

Agenzia delle Entrate: servizi ed aree di intervento

L’Agenzia delle Entrate è strutturata per l’erogazione di alcuni servizi (aree di intervento) che andiamo di seguito a riepilogare, mettendo i relativi link per l’accesso diretto a questi servizi.

1) Area identificazione del contribuente

AREA IDENTIFICAZIONE DEL CONTRIBUENTE
Codice fiscale e tessera sanitariaCalcolo codice fiscale online
Partita IvaCome aprire la partita IVA?
REGISTRAZIONE AI SERVIZI TELEMATICI
Credenziali Fisconline
Accesso Entratel
Sister
Accesso al Cassetto fiscale – “Cassetto fiscale: cos’è e come si accede?

2) Area dichiarazioni fiscali

Dichiarazione precompilata
Comunicazioni di irregolarità e avvisi telematici
Cartelle di pagamento
Comunicazioni controllo formale
Compensazione Iva
Dichiarazione di successione

3) Area registrazione atti

Contratti di locazione
Contratti di locazione con opzione cedolare secca
Registrazione atti privati
Registrazione atti pubblici
Registrazione atti giudiziari

4) Area rimborsi

Rimborsi in dichiarazione
Rimborsi con istanza
Modalità erogazione rimborsi
Rimborsi imposte indirette
Rimborsi Iva

L’attività di accertamento e controllo da parte dell’Agenzia delle Entrate

L’attività di accertamento e controllo è uno dei compiti principali che caratterizzano l’attività dell’Agenzia delle Entrate. Ogni anno l’Agenzia effettua attività di verifica del corretto adempimento degli obblighi tributari da parte dei contribuenti. Si tratta di attività finalizzate a contrastare fenomeni evasivi ed elusivi e a favorire l’adempimento spontaneo del contribuente(tax compliance). Da un lato, quindi, l’Agenzia ha il compito di contrastare i comportamenti fiscalmente non corretti e, dall’altro, di provocare un effetto dissuasivo che stimoli al massimo l’adesione spontanea.

Per verificare il regolare adempimento degli obblighi tributari, l’Agenzia delle Entrate adotta diversi strumenti di controllo tra i quali possiamo individuare i principali:

  • I controlli automatizzati e formali delle dichiarazioni fiscali;
  • Gli inviti al contraddittorio e i questionari;
  • Le attività istruttorie esterne (per esempio, controlli mirati e verifiche fiscali);
  • Le indagini finanziarie;
  • L’attività di tutoraggio nei confronti delle imprese di più rilevante dimensione, etc.

Utilizzando questi metodi spesso si giunge alla rettifica della posizione reddituale del contribuente che viene formalizzata attraverso l’avviso di accertamento. si tratta di un atto con il quale l’Agenzia delle entrate chiude il controllo e rappresenta il risultato dell’attività istruttoria e dei singoli metodi accertativi utilizzati (per le persone fisiche, ad esempio, l’accertamento sintetico del reddito complessivo; per gli imprenditori, sempre in via esemplificativa, l’accertamento contabile o induttivo).

L’attività di accertamento può prendere le mosse dall’acquisizione di elementi presso il contribuente (verifiche, ispezioni, accessi, richieste di documenti, questionari, ecc.) oppure dagli elementi in possesso dell’Agenzia delle Entrate (dichiarazioni, atti registrati, comunicazioni varie).

Le conclusioni di queste attività istruttorie vengono sempre portate a conoscenza del contribuente attraverso degli atti che, in maniera esaustiva, riportano la motivazione della pretesa, le maggiori imposte dovute, le sanzioni. In questi stessi atti vengono rese note le modalità per sanare le anomalie riscontrate e per chiedere, nelle ipotesi in cui il contribuente abbia fondate ragioni per ritenere non corretta la pretesa dell’amministrazione, un intervento dell’ufficio per l’annullamento dell’atto in autotutela oltre alle modalità e ai tempi per difendersi davanti al giudice tributario.

Gli atti derivanti dai controlli

A seconda del tipo di attività di controllo effettuata (controllo sulle dichiarazioni, verifica fiscale, eccetera), il contribuente può essere raggiunto dai seguenti atti:

  • Processo verbale di constatazioneIn caso di verifica fiscale presso la sede del contribuente, l’attività di controllo svolta dagli uffici dell’Agenzia o dalla Guardia di finanza si conclude con la consegna di un processo verbale di constatazione (PVC) in cui sono indicate le eventuali violazioni rilevate e i relativi addebiti.
  • Avviso di accertamento – E’ l’atto mediante il quale l’ufficio notifica formalmente la pretesa tributaria al contribuente a seguito di un’attività di controllo sostanziale.

Agenzia delle Entrate: contatti e assistenza

In ultima analisi mettiamo a disposizione i contatti con cui il contribuente può mettersi in contatto con l’Agenzia delle Entrate. In questa pagina sono presenti i canali che l’Agenzia mette a disposizione sia per l’assistenza fiscale sia per quella catastale e ipotecaria: dal telefono alla web mail, agli uffici. E’ possibile, inoltre, segnalare un disservizio riscontrato presso gli uffici e proporre suggerimenti.

Emergenza Coronavirus – Richiesta servizi essenziali in modalità semplificata

Prenota un appuntamento

Assistenza fiscale

Assistenza catastale e ipotecaria

Reclami, elogi e suggerimenti

Direzioni regionali

Come prendere appuntamento con l’Agenzia delle Entrate?

La prenotazione può essere effettuata: online. l’App dell’Agenzia delle Entrate. chiamando il numero verde 800.90.96.96 da telefono fisso; il numero 06-96668907 da cellullare (opzione 3 servizio senza operatore).

Come posso comunicare con l’Agenzia delle Entrate?

Telefonando al numero verde 800.90.96.96 da fisso, oppure allo 0696668907 da cellulare (costo in base al piano tariffario applicato dal proprio gestore) o allo 0039 0696668933 se dall’estero (costo a carico del chiamante), dal lunedì al venerdì, dalle ore 9 alle 17, (con esclusione delle festività nazionali).

Come comunicare con l’Agenzia delle Entrate tramite mail?

Per segnalare problemi tecnici generali esclusivamente relativi ai servizi catastali e ipotecari telematici, scrivere a [email protected] Per inviare quesiti o richiedere informazioni di carattere generale su Catasto, Omi e Pubblicità immobiliare utilizzare l’apposito form.

Come formulare un quesito all’agenzia delle entrate?

Il servizio è disponibile all‘interno dell‘area autenticata per gli utenti Fisconline. Dopo aver scelto l’argomento nel menu a tendina l’utente può inserire il suo quesito (ha a disposizione massimo 1500 caratteri). Verrà inviata una risposta alla casella di posta elettronica registrata sui servizi telematici. In alternativa è possibile optare per la presentazione di un’istanza di interpello: “Come si presenta l’interpello ordinario?“.

Agenzia delle Entrate: FAQ

Come accedere ai servizi online dell’Agenzia delle Entrate?

SPID – Sistema Pubblico di Identità Digitale (scopri come ottenere le credenziali SPID)
CIE – Carta d’identità elettronica (scopri come usare la CIE per accedere all’area riservata dell’Agenzia delle Entrate)
CNS – Carta nazionale dei servizi.

Come prenotare appuntamento Agenzia Entrate?

La prenotazione può essere effettuata: online. l’App dell’Agenzia delle Entrate. chiamando il numero verde 800.90.96.96 da telefono fisso; il numero 06-96668907 da cellullare (opzione 3 servizio senza operatore).

Come contattare l’Agenzia delle Entrate?

Telefonando al numero verde 800.90.96.96 da fisso, oppure allo 0696668907 da cellulare (costo in base al piano tariffario applicato dal proprio gestore) o allo 0039 0696668933 se dall’estero (costo a carico del chiamante), dal lunedì al venerdì, dalle ore 9 alle 17, (con esclusione delle festività nazionali).

Come vedere rimborso sul sito dell’Agenzia delle Entrate?

Per vedere lo stato del rimborso 730, da parte dell’Agenzia delle Entrate, prima di tutto bisogna accedere al servizio online di fisconline con lo Spid o con le credenziali dell’Agenzia delle Entrate. ed in seguito in Cassetto fiscale – Cassetto fiscale personale.

Come fare codice fiscale online?

Gli utenti abilitati, in possesso di credenziali SPID, CIE o CNS, possono accedere all’area riservata del sito web dell’AdE e seguire il percorso: Servizi > Istanze > Istanze e certificati. Ottenuto il rilascio del certificato in pochi minuti, si può procedere alla sua stampa in formato originale e in copia conforme.

Come comunicare via email con l’Agenzia delle Entrate?

Per segnalare problemi tecnici generali esclusivamente relativi ai servizi catastali e ipotecari telematici, scrivere a [email protected] Per inviare quesiti o richiedere informazioni di carattere generale su Catasto, Omi e Pubblicità immobiliare utilizzare l’apposito form.

Come contattare l’Agenzia delle Entrate di Pescara?

Direzione Provinciale di PESCARA – Ufficio provinciale
Indirizzo: PIAZZA ITALIA 15 – 65121 PESCARA.
Telefono: 085432561.
Fax: 0650059277.
E-mail: [email protected]
PEC: [email protected]
Codice ufficio: KBA.

Come accedere al sito Agenzia delle Entrate con PIN INPS?

Nella pagina riservata agli utenti dei servizi online dell’Inps(apre una nuova finestra) devi inserire il codice fiscale e il Pin dispositivo dell’Inps; poi seleziona il pulsante “Accedi”. Le credenziali non vanno inserite se si accede con la CNS.

Che anno sta controllando l’Agenzia delle Entrate?

Quale anno controlla il fisco? Se il contribuente non ha presentato la dichiarazione dei redditi, il Fisco può andare indietro di ben 8 anni. In particolare, l’accertamento fiscale deve essere notificato entro il 31 dicembre del settimo anno successivo a quello in cui doveva essere presentata la dichiarazione.

Quando scattano i controlli dell’Agenzia delle Entrate?

Solitamente i controlli accurati dell’Agenzia delle Entrate sono previsti nel momento in cui sono presenti nel modello 730 presentato delle situazioni di credito con il fisco che superano una certa cifra, in particolare superiore ai 4.000 euro, o con grandi differenze di coerenza con gli anni precedenti.

Chi è soggetto a controlli fiscali?

I controlli, così come sono concepiti attualmente, sono quindi rivolti a qualsiasi contribuente, proprio perché non si basano sul tipo di reddito ma sul tenore di vita tenuto dal contribuente.

Chi può accedere all’anagrafe tributaria?

Le persone fisiche possono accedere direttamente al canale Entratel/Fisconline tramite le credenziali di autenticazione alla piattaforma telematica dell’Agenzia delle Entrate e l’indicazione del codice PIN.

Chi può accedere a Serpico?

«Serpico» è il servizio per le informazioni sul contribuente in dotazione all’agenzia delle Entrate e alla Guardia di Finanza per le verifiche fiscali nei confronti di contribuenti persone fisiche . Al sistema possono accedere soltanto soggetti autorizzati che vengono “profilati” per evitare intromissioni indebite. Nella sostanza il sistema analizza i dati del redditometro, di cui abbiamo parlato in modo approfondito recentemente, e permette di confrontare il reddito dichiarato con il potere di spesa, ottenendo così informazioni importanti per scovare chi evade il fisco.

Dottore Commercialista, Tax Advisor, Revisore Legale. Aiuto imprenditori e professionisti nella pianificazione fiscale. La Fiscalità internazionale le convenzioni internazionali e l'internazionalizzazione di impresa sono la mia quotidianità. Continuo a studiare perché nella vita non si finisce mai di imparare. Se hai un dubbio o una questione da risolvere, contattami, troverò le risposte. Richiedi una consulenza personalizzata con me.

Lascia una Risposta

Scrivi il tuo commento
Inserisci il tuo nome