Assegno unico per i figli a partire da 200 euro mensili a figlio, parametrati al reddito ISEE.

L’importo dell’assegno, partirà da 200 euro e sarà parametrato sulla base del Reddito ISEE.

L’importo dell’assegno unico per i figli sarebbe finanziato, in parte, dalla cancellazione delle detrazioni per carichi di famiglia. Questa è una delle proposte di novità fiscale per il 2021 contenuta all’interno delle bozze della prossima Legge di Bilancio 2021.

L’approvazione del decreto attuativo è auspicata a partire da gennaio 2021.

Assegno unico per i figli

Assegno unico per i figli a partire da 200 euro

Il progetto prevede che l’assegno mensile venga erogato a famiglie con uno o più figli, dal settimo mese di gravidanza fino al compimento del 21esimo anno di età.

L’importo mensile sarà parametrato all’ISEE, ma anche da altre importanti variabili. Esso, sarà infatti, composto da una quota fissa e una quota variabile.

A differenza dell’assegno per il nucleo familiare, l’assegno unico universale sarà erogato fino al compimento del 21 esimo anno di età.

Nel caso dei maggiorenni l’importo dovrebbe essere ridotto e potrà essere beneficiato direttamente al figlio interessato se impegnato in attività di formazione e preparazione al lavoro.

L’assegno unico per i figli, tuttavia, sembra che possa subire delle maggiorazioni qualora in famiglia ci siano più di un figlio o se ci sono figli disabili.

L’approvazione del decreto attuativo è auspicata a partire da gennaio 2021.

Come è stato detto in precedenza, l’assegno sarebbe finanziato dalla cancellazione delle detrazioni per figli a carico, ma anche degli assegni per il nucleo familiare, i quali potrebbero essere completamente sostituiti dall’assegno universale.

Risulta a rischio anche bonus bebè.

2 COMMENTI

  1. Salve,
    Non è molto chiaro chi siano i percettori di questo assegno:tutti coloro che hanno già figli a carico o solo per coloro che partoriranno?non si sa neanche il valore isee in cui si rientra?
    Grazie

  2. Si tratta di un proposta di legge, ancora mancano molte informazioni, quello che trova nell’articolo è quello che sappiamo ad oggi. Ci saranno novità nella prossima legge di stabilità.

Lascia una Risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here