Andorra accoglie sempre più personaggi famosi da tutto il mondo, come atleti di prim’ordine e youtuber ed influencer con milioni di follower, che si trasferiscono in questo paese per beneficiare del contesto fiscale favorevole. Gli accordi per evitare la doppia imposizione fiscale (DTA), un’imposta sul reddito personale ridotta del 10% e l’IGI più basso in Europa (equivalente all’IVA), sono le ragioni principali che vengono prese in considerazione per stabilirsi nel Principato di Andorra.

Le convenzioni internazionali contro le doppie imposizioni impediscono a chi risiede alternativamente in due paesi diversi di pagare due volte le tasse sullo stesso reddito, cioè in ciascuno dei paesi in cui risiede. Questi trattati, che riguardano le tasse sul reddito e sul patrimonio, sono stati firmati con Italia, Francia, Spagna, Lussemburgo, Liechtenstein, Portogallo, Emirati Arabi Uniti, Malta e Cipro. Inoltre, Andorra ha una riduzione dell’imposta sul reddito personale del 10%, una cifra molto inferiore a quella di altri paesi. Questa imposta sul reddito consente una minore imposta sul reddito e un aumento degli utili netti.

Il contesto fiscale di Andorra ha favorito il trasferimento di atleti professionisti in questo paese, soprattutto ciclisti oppure piloti di sport motoristici. Non solo gli sportivi in ​​prima linea hanno deciso di beneficiare dei vantaggi fiscali di Andorra, il Paese è recentemente diventato anche una nuova casa per importanti youtuber di fama internazionale. Una tendenza sempre più diffusa tra i giovani che cercano il riconoscimento dei media attraverso i video sui social network

Tasse in Andorra per youtuber e streamer

I redditi ottenuti dagli youtuber (anche streamer e influencer) in altri paesi come Italia, Spagna o Francia, come regola generale, sono classificati come redditi da attività economiche e sono tassati con un’aliquota dell’imposta sul reddito delle persone fisiche che marginalmente può anche arrivare al 50%. In Andorra, invece, la pressione fiscale è sicuramente più favorevole. La tassazione massima sui redditi delle persone fisiche è del 10%, per i redditi sopra la soglia dei 40.000 euro, del 5% tra i primi 24.000 e i 40.000 euro, con una no tax area sotto i 24.000 euro.

Alla fine, sommando tutte le tasse, l’aliquota effettiva è inferiore al 10% del reddito totale ottenuto, con il quale il risparmio è importante e significativo e, indubbiamente, per determinati volumi di reddito motivano un trasferimento di residenza fiscale

Tabella: le aliquote fiscali di Andorra sulle persone fisiche

REDDITOALIQUOTA DI TASSAZIONE
Fino a 24.000 euroNessuna tassazione
Da 24.001 a 40.000 euro5%
Oltre i 40.001 euro10%

Nonostante quanto sopra, è molto importante che non vengano prese decisioni affrettate, ogni caso specifico può essere diverso, poiché in molti casi i creatori di contenuti ricevono compensi da paesi esteri, come diritti di immagine, diritti di autore, etc. Per questo motivo è sicuramente opportuno determinare correttamente tutte le modalità di tassazione dei proventi che si percepiscono per verificare correttamente l’impatto di un cambio di residenza fiscale. Questo fatto è particolarmente rilevante quando si riceve un reddito dagli Stati Uniti o dalla Germania, paesi in cui vengono praticate detrazioni fiscali di circa il 30%. Per questo motivo, è essenziale prima di ipotizzare un trasferimento di residenza fiscale effettuare un’adeguata pianificazione fiscale internazionale.

Detrazioni di imposta

La base imponibile generale a cui applicare la tassazione sui redditi delle persone fisiche ad Andorra si calcola applicando ai redditi sopra descritti le seguenti detrazioni:

  • Esenzione di primi 4 mila euro, aumentati a 40 mila nel caso di coniuge a carico;
  • Deduzione fino a 750 euro per ogni figlio a carico (valore aumentato del 50% per figli disabili);
  • I contributi pensionistici;
  • Le spese per l’abitazione principale (fino a mille euro).

Tassazione per le imprese

In Andorra, l’imposta sulle società  (IS) riguarda il principale prelievo applicato aziende sui profitti realizzati. L’aliquota di tassazione applicabile è al massimo del 10%. Tuttavia, occorre tenere in considerazione che:

  • primi 50.000 euro di utili sono tassati con aliquota del 5% se il fatturato realizzato dall’impresa è inferiore a 100.000 euro nei primi 3 anni;
  • Per utili superiori a 50.000 euro, l’aliquota massima dell’imposta è del 10%, indipendentemente dall’importo del fatturato.

Tasse e tasse in Andorra: accordi di doppia imposizione tra Italia e Andorra

È importante specificare che, Italia ed Andorra sono legate da a Convenzione bilaterale contro le doppie imposizioni in materia di tassazione delle imprese.

Altri tributi

Tra le altre imposte segnaliamo le seguenti:

  • Tassazione delle plusvalenze: ammonta ad una percentuale fissa del 10% e si applica alle plusvalenze finanziarie;
  • Imposta sulle plusvalenze nei trasferimenti immobiliari : è riscossa in caso di aumento del valore degli immobili durante i trasferimenti, la sua aliquota varia dall’1% al 15%;
  • Imposta sul registro dei titolari di attività economiche: operante nella tassazione delle imprese andorrane, varia da 20 a 800 euro all’anno a seconda della forma giuridica della società (SA, SARL, libere professioni, ecc.).

Imposta generale indiretta (IGI)

L’Imposta Generale Indiretta (IGI), che ha sostituito una serie di tributi indiretti più specifici, ha un funzionamento generale simile a quello dell’imposta sul valore aggiunto funzionante nei paesi europei. L’aliquota ordinaria IGI è del 4,5% ma esistono una serie di aliquote ridotte:

  • 0% per servizi sanitari, educativi, culturali e altre prestazioni specificate;
  • 1% alimenti, acqua e prodotti editoriali;
  • 2,5% trasporti, ingressi per spettacoli, musei ecc (effettuati da soggetti che non beneficiano dell’esenzione completa)
  • Esiste inoltre un’aliquota maggiorata al 9,5% per i servizi bancari e finanziari.

La liquidazione dell’imposta avviene mensilmente, trimestralmente o semestralmente a seconda del volume d’affari dell’anno precedente.

Processo e procedure legali

Praticamente tutti gli youtuber, streamer o influencer residenti in Andorra fatturano tutte le loro entrate tramite una ditta individuale. Questo significa che la tassazione individuale subita è quella sopra indicata con un’aliquota massima del 10%. Inoltre, se si opera attraverso una società, occorre evidenziare che ad Andorra non è prevista tassazione sui redditi di capitale. Questo significa che i dividendi che la società successivamente paga allo youtuber sono completamente esenti dall’imposta sul reddito delle persone fisiche di Andorra, garantendo così anche per la parte dell’imposta sulle società l’aliquota massima del 10% sugli utili o sul reddito. 

Stile di vita ad Andorra

Oltre agli aspetti fiscali di un trasferimento di residenza all’estero occorre considerare anche altri aspetti. Infatti, effettuare un trasferimento di residenza all’estero significa vivere stabilmente nel Paese prescelto e per farlo, valutare lo stile di vita è fondamentale. Per chi parla spagnolo, francese e catalano non ci sono barriere linguistiche né culturali. Nel Principato di Andorra si parlano tutte e tre le lingue. Il cibo è un’estensione della cucina mediterranea tradizionale. Il principato ha uno dei tassi di criminalità più bassi al mondo.

Agevolazioni fiscali di Andorra: conclusioni

La stampa ha affermato che Andorra è una giurisdizione a bassa tassazione. Anche se è vero che Andorra ha tasse personali e societarie inferiori rispetto a Italia, Francia o Spagna, ci sono località più fiscalmente aggressive di Andorra. Abbiamo discusso del fatto che eGamer, influencer, YouTube e celebrità dei creatori di contenuti hanno spostato il principato per la somma dei suoi vantaggi (soprattutto fiscali).

Se hai letto questo articolo e ti stai rendendo conto che necessiti dell’analisi della tua situazione personale, ti invito a contattarci attraverso il form di cui al link seguente. Riceverai il preventivo per una consulenza personalizzata in grado di risolvere i tuoi dubbi sull’argomento. Soltanto in questo modo, infatti, potrai essere sicuro di evitare di commettere errori, che in futuro possono esserti contestati e quindi sanzionati.

Articolo precedenteQuando non è obbligatoria la dichiarazione di successione?
Prossimo ArticoloDetrazione mensa scolastica 2022: la guida
Dottore Commercialista, Tax Advisor, Revisore Legale. Aiuto imprenditori e professionisti nella pianificazione fiscale. La Fiscalità internazionale le convenzioni internazionali e l'internazionalizzazione di impresa sono la mia quotidianità. Continuo a studiare perché nella vita non si finisce mai di imparare. Se hai un dubbio o una questione da risolvere, contattami, troverò le risposte. Richiedi una consulenza personalizzata con me.

Lascia una Risposta