Modello 730 precompilato: date e scadenze

5
725

Quali sono le scadenze da ricordare nel modello 730 precompilato? Evita di non arrivare preparato alla dichiarazione dei redditi. In questo articolo troverai tutte le date da ricordare relative al modello 730. Infografica con le date e le scadenze del modello 730 precompilato.

Uno degli aspetti da non sottovalutare in queste settimane è il calendario delle date e delle scadenze relative alla dichiarazione dei redditi precompilata.

Spesso, infatti, capita che non si tenga bene a mente le varie scadenze, finendo per commettere errori.

La dichiarazione dei redditi precompilata è, sostanzialmente, una semplificazione per tutti i contribuenti. All’interno della dichiarazione ci sono già molti dati, come redditi, deduzioni e detrazioni. Naturalmente, non tutto è inserito in modo corretto.

Per questo motivo è consigliabile comunque avvalersi di un soggetto esperto, come un Commercialista, per la presentazione del modello. In questo modo eviterai di commettere errori e potrai adempiere in modo semplice ai tuoi obblighi fiscali.

Non dimenticare però, le scadenze utili per poter adempiere alla presentazione della dichiarazione dei redditi.

Vediamo, quindi, cosa è possibile fare dopo aver avuto accesso ai dati del modello 730 precompilato.


730 PRECOMPILATO: LE DECISIONI DA PRENDERE


Una volta avuto accesso al modello 730 precompilato ti troverai di fronte ad alcune scelte da prendere.

In particolare, avrai la possibilità di:

  • Accettare in toto la dichiarazione dei redditi precompilata;
  • Presentare la dichiarazione precompilata con modifiche;
  • Presentare la dichiarazione modello 730 in forma autonoma.

Vediamo in dettaglio queste tre possibilità.

ACCETTARE IN TOTO LA DICHIARAZIONE PRECOMPILATA

Questa possibilità è quella che prevede l’invio telematico del modello dichiarativo senza apportare modifiche.

Si tratta della soluzione migliore da attuare nel caso in cui dalla verifica che hai effettuato non ci siano modifiche da apportare al modello.

Ti consiglio di verificare con dettaglio la dichiarazione, in quanto le possibilità che vi siano errori è rilevante.

Comunque, se il modello 730 precompilato è corretto puoi inviarlo accettando la dichiarazione.

Il vantaggio di questa opzione è l’esenzione dai controlli formali sulla dichiarazione dei redditi. Si tratta dei controlli di cui all’articolo 36-bis del DPR n 600/73.

Gli unici controlli che rimangono attivi sulla dichiarazione sono quelli legati alle condizioni soggettive che danno diritto alla detrazione. Si tratta, ad esempio delle detrazioni comprese per familiari a carico. Nonché degli oneri certificati dai sostituti d’imposta che non hanno effettuato trattenute.

Inoltre, in caso di invio senza modifiche del modello precompilato sono esclusi anche i controlli previsti in caso di rimborso non superiore a € 4.000.

PRESENTARE LA DICHIARAZIONE PRECOMPILATA CON MODIFICHE

Si tratta dell’opzione da utilizzare nel caso in cui dal controllo sulla dichiarazione emergano errori.

Se non sei in grado di controllare autonomamente la tua dichiarazione, rivolgiti ad un dottore Commercialista. Potrai far fare a lui i controlli sulla dichiarazione ed eventualmente incaricarlo a modificarla.

Attenzione però, se credi di essere in grado di capire da solo cosa vi sia di sbagliato o cosa manchi nella tua dichiarazione precompilata puoi intervenire autonomamente.

Hai la possibilità di modificare il 730 precompilato direttamente online.

Una volta effettuate le modifiche potrai inviare telematicamente la tua dichiarazione.

PRESENTARE IL MODELLO 730 ORDINARIO (NON PRECOMPILATO)

Alternativamente all’utilizzo del modello 730 precompilato messo a disposizione dall’Agenzia puoi utilizzare il modello ordinario.

Anche in questo caso hai la possibilità di rivolgerti ad un Commercialista per la predisposizione e l’invio del modello dichiarativo.

In questo caso, il professionista deve apporre il “visto di conformità” al modello dichiarativo. Si tratta dell’obbligo di certificare che la documentazione prodotta dal contribuente ricalchi quanto indicato nel modello dichiarativo.

In sostanza, si tratta di una garanzia aggiuntiva che ha il contribuente avvalendosi di un professionista certificato per la sua dichiarazione dei redditi.


730 PRECOMPILATO IL CALENDARIO DELLE SCADENZE

Una volta individuate le opzioni che hai a disposizione vediamo il calendario delle scadenze.

Annunci

28 FEBBRAIO

E’ una scadenza relativa agli intermediari, non riguarda il contribuente.

Entro il 28/02 di ogni anno gli intermediari comunicano all’Agenzia delle Entrate dei dati riguardanti i seguenti oneri deducibili/detraibili sostenuti nell’anno precedente.

Si tratta dei seguenti:

  1. Interessi passivi su mutui ipotecari relativi all’acquisto dell’abitazione principale;
  2. Contributi previdenziali e assistenziali;
  3. Contributi versati a forme di previdenza complementare;
  4. Premi per assicurazioni sulla vita e invalidità permanente.

07 MARZO

Entro il 07/03 di ogni anno deve avvenire la comunicazione all’Agenzia delle Entrate delle certificazioni dei redditi (CUD) da parte dei sostituti d’imposta assieme ai riferimenti per la ricezione dei modelli 730/4.

15 APRILE

Dal 15 aprile di ogni anno il contribuente ha la possibilità di accedere alla propria dichiarazione dei redditi precompilata.


Attraverso i codici di accesso dell’Agenzia delle Entrate è possibile entrare in possesso del 730 precompilato.

Attenzione però! Il modello è immodificabile, può essere soltanto consultato.

2 MAGGIO

A partire dal 2 maggio è possibile accettare, modificare ed inviare il modello 730.

Inizia la possibilità di inviare la dichiarazione dei redditi precompilata.

7 LUGLIO

Scadenza di presentazione del modello 730 ordinario tramite sostituto di imposta.

La scadenza non riguarda il modello 730 precompilato.

23 LUGLIO

Scadenza di presentazione del modello 730 precompilato.

25 OTTOBRE

Scadenza di presentazione del modello 730 integrativo. Tale modello si presenta nel momento in cui il la dichiarazione dei redditi deve essere rettificata per un maggior credito.


INFOGRAFICA: LE DATE DA RICORDARE DEL MODELLO 730 PRECOMPILATO

Calendario scadenza 730
Calendario scadenza 730

5 COMMENTI

  1. Desidero sapere se potrò autonomamente presentare il Mod 730
    modificato pur essendo un pensionato con redditi di fabbricati e terreni oppure mi debbo obbligatoriamente rivolgermi a un CAF o similari abilitati e pagare per il loro servizio o spedizione. Si ringrazia e si porgono Distinti saluti.

  2. Può benissimo presentare in autonomia il 730, in forma cartacea entro il mese di giugno. Altrimenti può presentare in autonomia il 730 precompilato dal sito dell’Agenzia delle Entrate.

  3. Grazie della gentile e subitanea risposta e chiarimento, potrò presentarlo fino fine Giugno, compilato me e allegare tutte le fotocopie della certificazione unica e ricevute sanitarie e altre spese , ma non essendoci un Ufficio delle entrate dove vivo posso al Comune o potrò spedirlo via posta o mandare con un corriere, grazie,

  4. Buongiorno, volevo avere dei chiarimenti sulla dichiarazione dei redditi del trading on line, nel 2018 ho operato con due operatori fxoro e plus500 entrambi iscritti alla Consob e con sede a Cipro, purtroppo con il primo ho ottenuto solo perdite per un totale di 25.500 euro da loro certificato con un foglio riepilogativo, mentre con Plus500 ho ottenuto un profitto di 545 euro su un capitale di 4600 euro, da cui ho prelevato per il 2018 solo 150 euro, vorrei chiedervi quindi come dichiararein che rigo e con quali codici la plusvalenza credo di solo 150 € coperta a sua volta da una parte delle minusvalenze accumulate e inoltre credo che la tassa di giacenza non vada pagata in quanto società iscritte alla consob e quindi con possibilità di operare in Italia. potete fornirmi informazioni ? grazie cordiali saluti Cristina Fazio

  5. Salve Cristina, i redditi derivanti da capital gain non possono essere dichiarati nel 730, ma nel modello Redditi PF. Nel caso deve sommare plusvalenze e minusvalenze per determinare l’eventuale plusvalenza imponibile o minusvalenza riportabile negli esercizi successivi. Occorre poi capire se vi è stata giacenza media sul conto per quanto riguarda il monitoraggio fiscale. Questo è quanto le posso dire in questa sede e con queste informazioni. Per maggiori dettagli mi contatti in privato per una consulenza personalizzata.

Lascia una Risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here