La scadenza per il pagamento della prima rata dell’IMU è fissata per il 16 giugno 2021. Chi deve pagare?

La scadenza per il pagamento della prima rata dell’Imposta municipale unica è fissata per il 16 giugno 2021, tuttavia, la Legge di Bilancio 2021 e il Decreto Sostegni hanno esteso i casi e le categorie che sono esonerati dal pagamento della prima parte dell’IMU.

Sono tenuti al versamento dell’acconto e del saldo IMU coloro che possiedono:

  • fabbricati, esclusa l’abitazione principale (salvo che si tratti di un’unità abitativa classificata nelle categorie catastali A/1, A/8 e A/9);
  • aree fabbricabili;
  • terreni agricoli.

Sono tenuti al versamento:

  • Proprietario dell’immobile,
  • Titolare del diritto reale di usufrutto, uso, abitazione, enfiteusi, superficie, il genitore assegnatario della casa familiare a seguito di provvedimento del giudice;
  • Il concessionario nel caso di concessione di aree demaniali;
  • Il locatario per gli immobili, anche da costruire o in corso di costruzione, concessi in locazione finanziaria.
IMU 2021
IMU 2021: scadenza della prima rata il 16 giugno

Chi è esonerato dal versamento dell’IMU?

Sono esentati dal versamento dell’acconto Imu, gli stabilimenti balneari e termali, alberghi, pensione e le strutture ricettive del settore turistico (agriturismi, ostelli, b&b, affittacamere, appartamenti vacanze, campeggi, villaggi turistici), strutture espositive per fiere e manifestazioni, sale da ballo, discoteche e night club.

Sono esonerati dal versamento anche tutti gli immobili che vengono identificati come abitazione principale, a meno che non facciano parte delle categorie catastali che li classificano come di lusso, cioè A/1, A/8 e A/9. L’imposta resta per tutte le cosiddette seconde case.

Inoltre, ci sono dei casi in cui ci sono delle agevolazioni nel pagamento, per gli: 

  • immobili inagibili o inabitati;
  • immobili di interesse storico e artistico

Per gli immobili inagibili o inabitati e gli immobili di interesse storico e artistico è prevista una riduzione del 50% del tributo per il periodo in cui non è stato possibile godere del fabbricato. 

A partire dal 2021 è prevista una riduzione dell’Imu del 50% anche per i proprietari o usufruttuari di immobili in Italia, per una unità, residenti all’estero e titolari di pensione estera maturata in regime di convenzione internazionale con il nostro Paese.

Per quanto riguarda il saldo IMU, resta fissato al 16 dicembre 2021.

Pagamento IMU

Per pagare gli importi dell’Imu 2021 si può scegliere tra tre tipologie diverse di pagamento:

  • bollettino postale compatibile col modello F24;
  • modello F24;
  • piattaforma PagoPA.

Calcolo IMU

Per quanto riguarda il calcolo dell’Imu, la base imponibile è sempre la rendita catastale rivalutata del 5% e moltiplicata per i coefficienti previsti da ciascuna tipologia immobiliare a cui si devono applicare le aliquote decise dai Comuni.

Per la prima rata dell’IMU 2021 si applicano le aliquote previste dagli enti locali per il 2020, mentre per la scadenza della seconda rata di dicembre 2021 si applicheranno le nuove aliquote decise dai comuni per il 2021 e pubblicate sul sito del Mef entro il 28 ottobre 2021.

2 COMMENTI

Lascia una Risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here