Home Fisco Nazionale CEO: chi è e cosa fa l’amministratore delegato

CEO: chi è e cosa fa l’amministratore delegato

0

Parlando di ruoli aziendali, uno dei principali è quello del CEO, ovvero l’amministratore delegato (dall’inglese Chief Executive Officer). Per dare una definizione sintetica, è colui che si occupa di dirigere l’azienda e ha responsabilità sulle procedure e l’andamento dell’impresa. Esso è colui a cui sono ricondotte le principali decisioni, ed è il punto di riferimento tra diversi comparti dell’azienda. Il CEO può essere lo stesso fondatore dell’impresa, ma può anche non esserlo, o può ricoprire diverse cariche aggiuntive rispetto a quella di amministratore delegato.

Quando viene cambiato l’amministratore delegato di una società o impresa, molto spesso questa decisione ha delle conseguenza più o meno grandi per l’azienda stessa e per la sua valutazione nelle borse economiche, soprattutto se l’azienda è estesa e conosciuta a livello mondiale.

Vediamo in questo articolo cosa fa e quali sono le principali responsabilità di un amministratore delegato, come viene nominato e come determina l’andamento dell’azienda.

CEO, CTO, CFO: i diversi ruoli aziendali

All’interno di un’azienda, specialmente se di grosse dimensioni, sono previsti diversi ruoli, che possono essere svolti dalla stessa persona o da persone diverse. All’interno di una società in particolare sono presenti differenti soci, ma non tutti hanno le stesse responsabilità e gli stessi poteri decisionali.

Vediamo qui quali sono le principali cariche presenti all’interno di un’azienda o una società, in base alla classificazione più utilizzata:

SiglaDenominazioneResponsabilità
CEOChief Executive OfficerResponsabilità dirigenziali e di guida dell’azienda
CTOChief Technical OfficerResponsabilità sulle tecnologie dell’azienda
CFOChief Financial OfficerResponsabilità sull’economia e il bilancio aziendale
CMOChief Marketing OfficerResponsabile del marketing e della comunicazione aziendale
CIOCief Information OfficerSi occupa di monitorare la comunicazione esterna all’azienda
COOChief Operating OfficerE’ il direttore generale dei dipendenti dell’azienda
CSOChief Security OfficerDirige la sicurezza dell’azienda
PMProject ManagerE’ il responsabile di uno o più progetti
HRHuman Resource ManagerSi occupa delle risorse umane dell’azienda

Non sempre in una azienda, anche se di grandi dimensioni, sono presenti tutti questi ruoli, e può accadere che la stessa persona ne ricopra più di uno. Quando si parla di CEO & founder si fa riferimento al fondatore dell’azienda, che spesso ne è anche l’amministratore delegato.

Tuttavia non è detto che questa figura corrisponda con il proprietario effettivo dell’azienda, a cui in determinati casi il CEO è tenuto a rispondere e a riportare l’andamento dell’attività.

Chi è il CEO?

Nelle società per azioni il capitale è suddiviso in quote o azioni, i titolari delle quote o azioni sono i proprietari della società per la percentuale corrispondente detenuta. Gli azionisti hanno diritto periodicamente all’elezione del cosiddetto consiglio di amministrazione, in inglese board. Il peso di un azionista socio in assemblea dipende dalla quantità di capitale presente al voto.

Il consiglio di amministrazione elegge a sua volta il presidente e l’amministratore delegato che è definito anche come CEO. Esso gestisce la politica aziendale, rappresenta la maggioranza del Cda ed è ritenuto il principale responsabile dei risultati aziendali. A differenza del CEO, il presidente ha un ruolo più di rappresentanza. Tuttavia, dobbiamo anche dire che il CEO rappresenta gli interessi degli azionisti e da questi che prende gli indirizzi da prendere.

Il codice civile, all’art. 2381 c.c. dispone che, dove previsto dallo statuto o consentito dall’assemblea, il consiglio di amministrazione ha facoltà di delegare le proprie funzioni a uno o più dei suoi componenti. Al consiglio di amministrazione spettano le più importanti scelte strategiche e di controllo sui dirigenti, pertanto, la delega delle stesse ad un singolo soggetto, il CEO, lo renda una figura centrale dell’azienda a livello decisionale e di responsabilità.

Quali sono i suoi compiti?

L’amministratore Delegato (CEO) ha diverse responsabilità per l’azienda: prende le decisioni generali che determinano lo svolgimento dell’attività, che influiscono sui guadagni e ne stabilisce determinati obiettivi. Ha un ruolo importantissimo in quanto detiene la visione complessiva dell’azienda, per cui dalle sue decisioni ne conseguono le direttive verso tutti i comparti dell’impresa.

Questa figura infatti decide come distribuire le risorse, valuta eventuali accordi con altre aziende, e da lui dipendono anche acquisizioni o scissioni, e la struttura dell’organizzazione. Solitamente questa figura viene nominata dal consiglio di amministrazione, e deve avere competenze specifiche per la gestione dell’azienda (acquisite anche grazie ad appositi percorsi formativi).

Anche se è la figura centrale dell’azienda, è sempre il consiglio di amministrazione a decidere per la nomina, eventuali revoche e sostituzioni. Inoltre secondo la legge italiana, questo soggetto deve seguire necessariamente il bene dell’azienda, secondo le dimensioni e l’organizzazione della stessa, in caso contrario gli può essere revocato l’incarico.

Nelle società di ridotte dimensioni, questa figura ha un ruolo direttivo più marcato, prendendo molte delle decisioni di business della società, anche quelle di assunzioni di nuovo personale. Nelle società più grandi, prende decisioni molto più grandi, pensiamo a quelle riguardanti la strategia aziendale e la crescita complessiva. Le altre decisioni sono invece delegate ad altre figure. Pertanto non sempre è semplice dare una definizione univoca di questa figura.

Alcuni degli amministratori delegati più famosi al mondo conducono aziende di fama internazionale, come Facebook, Amazon e così via. Si tratta per esempio di Mark Zuckerberg, Elon Musk, Jeff Bezoz. Le decisioni di queste importanti figure spesso influenzano l’andamento dell’economia e delle borse globali.

Differenza CEO-CFO

Il CFO è definito come il direttore finanziario aziendale. Esso si occupa quasi esclusivamente delle questioni finanziarie. Le sue decisioni si riflettono sulle scelte finanziarie, come la pianificazione finanziaria circa eventuali investimenti.

Differenza CEO-COO

Il COO è il direttore operativo, solitamente è alle dipendenze del CEO, nelle compagnie più grandi. Svolge un ruolo di coordinamento. Nelle piccole società il CEO riveste anche il ruolo del COO.

Quali sono le responsabilità dell’amministratore delegato?

L’amministratore delegato ha diverse responsabilità all’interno dell’azienda, in particolare è il soggetto abilitato a svolgere alcuni compiti importanti per l’andamento dell’impresa. In particolare:

  • Valuta l’organizzazione generale dell’azienda: può infatti valutare in base a diversi criteri e fattori come sta procedendo l’azienda e come è organizzata, valuta anche l’aspetto contabile e amministrativo dell’azienda;
    Analizza e propone strategie: pianifica e propone strategie aziendali da seguire per far progredire l’azienda, che possono essere seguite sul medio e lungo termine, confrontandosi con le altre cariche che hanno un ruolo nell’impresa;
    Propone fusioni e scissioni: questa figura è responsabile di valutare eventuali scissioni aziendali, ovvero operazioni con cui l’azienda può venire suddivisa in diverse sotto imprese. Può anche proporre una nuova spartizione delle quote tra soci dell’impresa. Allo stesso modo può condurre le fusioni aziendali, ovvero fondere l’impresa con altre aziende presenti sul territorio dopo una serie di accordi preventivi e in base a specifiche strategie;
    Agisce con l’assemblea: in questo caso si può dire che ha il compito di convocare l’assemblea dei soci quando necessario, proponendo l’ordine del giorno sui temi da trattare e gli obiettivi da raggiungere;
    Agisce nei confronti del bilancio: in questo caso l’amministratore delegato si occupa di redigere il bilancio aziendale e presentarlo all’assemblea entro la fine dell’anno. Si tratta della rendicontazione annuale relativa alle entrate economiche e alle uscite complessive dell’azienda. Il documento è molto importante perché offre un quadro generale dell’andamento dell’impresa, e da questi dati è possibile stabilire diverse strategie per il futuro dell’azienda. Una copia del bilancio inoltre va depositata al Registro delle Imprese. Da qui ne consegue anche la ripartizione degli utili;

L’amministratore delegato ha in mano molteplici responsabilità, per cui è chiamato a rispondere in caso di crisi aziendali, atti giudiziali, e può anche incorrere in diversi rischi dovuti proprio dalle responsabilità nei confronti dell’azienda. Responsabilità che, oltre a quelle viste sopra, si allargano anche al potere di firma, ovvero di apporre la propria firma per il consenso per eventuali acquisti dell’azienda, acquisizioni ecc.

In linea generale, gli interessi dell’amministratore delegato devono sempre coincidere con quelli della società, ovvero non può agire contro gli interessi stessi dell’azienda. Se ciò avviene, è l’amministratore delegato a risponderne, anche con il proprio patrimonio.

Ma quanto guadagna un amministratore delegato? In base al tipo di azienda, il CEO può guadagnare uno stipendio fisso, oppure una parte di quote degli introiti derivati dall’attività. Il compenso viene deciso dall’assemblea dei soci in un momento precedente alla sua nomina, tuttavia il CEO può arrivare a guadagnare anche cifre molto alte, se si pensa per esempio agli amministratori di note aziende come Facebook e Amazon.

Nessun Commento

Lascia una Risposta