società di investimento

Il Decreto Crescita ha inserito all’interno del Testo Unico della Finanza (TUF), una nuova struttura societaria chiamata Società di Investimento Semplice (SIS).  La società di investimento semplice (SIS) rappresenta una nuova struttura societaria autorizzata dalla Banca d’Italia, che consente di raccogliere e gestire capitali presso investitori istituzionali e privati per effettuare investimenti in startup e piccole e medie imprese (PMI).

La sua istituzione si è resa necessaria per venire incontro al sempre più crescente numero di start up. La Società di Investimento Semplice nasce per garantire alle PMI le maggiori disponibilità finanziarie di cui necessitano.

La società di investimento semplice è una Società di Investimento a capitale Fisso, nota come SICAF, caratterizzata da:

  • società per azioni a capitale fisso;
  • sede legale in Italia;
  • ha come oggetto esclusivo l’investimento diretto del patrimonio raccolto in PMI non quotate su mercati regolamentati.

Cos’è una società di investimento semplice?

La società di investimento semplice (SIS) rappresenta una nuova struttura societaria autorizzata dalla Banca d’Italia, che consente di raccogliere e gestire capitali presso investitori istituzionali e privati per effettuare investimenti in startup e piccole e medie imprese (PMI). La Società d’Investimento Semplice è un’innovativa forma di struttura societaria, innovativa, introdotta dal governo con il Decreto Crescita.

La nuova struttura societaria costituita nella forma della società per azioni, costituisce un organismo di investimento collettivo del risparmio (OICR) riconducibile alla forma della società di investimento a capitale fisso, cui il legislatore ha riservato un regime regolamentare semplificato rispetto alla generalità dei soggetti che svolgono l’attività di raccolta del risparmio.

Questa nuova struttura societaria è nata con l’obiettivo di incentivare il finanziamento verso le piccole e medie imprese (PMI) non quotate, che si trovano nella fase di sperimentazione, di costituzione e di avvio dell’attività, mediante la raccolta pubblica del risparmio.

La sua nascita è dovuta al sempre crescente numero di start up fondate nel nostro paese. La società di investimento semplice è una Società di Investimento a capitale Fisso, nota come SICAF, caratterizzata da:

  • società per azioni a capitale fisso;
  • sede legale in Italia;
  • ha come oggetto esclusivo l’investimento diretto del patrimonio raccolto in PMI non quotate su mercati regolamentati.

Quali sono le caratteristiche della Società di investimento semolice?

La società di investimento semplice deve gestire direttamente il patrimonio raccolto attraverso la sottoscrizione di titoli rappresentativi di capitale. 

Inoltre, la società di investimento semplice deve avere, un tetto massimo di patrimonio netto di 25 milioni di euro ed un capitale sociale almeno pari a 50.000 euro.

L’incentivo per favorire l’afflusso di capitali verso le PMI non quotate consiste nella riduzione degli oneri regolatori, attraverso la disapplicazione della normativa secondaria, emanata da Banca d’Italia e Consob, e di taluni obblighi relativi ai partecipanti al capitale, ovvero, il comma 2 dell’art. 27 stabilisce che alle società di investimento semplice, non si applicano le disposizioni attuative dell’articolo 6, commi 1, 2 e 2-bis) del TUF, il quale definisce, nell’ambito della disciplina degli intermediari, i poteri regolamentari delle autorità di vigilanza Banca d’Italia e Consob.

Come costituire una società di investimento semplice?

Per costituire una Società di investimento semplice, occorre che sia una società per azioni con un capitale sociale pari almeno a 50.000 euro con sede legale e la direzione generale della società situate nel territorio della Repubblica italiana e che abbia come oggetto esclusivo l’investimento collettivo che viene raccolto tramite azioni o altri strumenti finanziari di tipo partecipativo.

Successivamente occorre presentare domanda alla Banca d’Italia, che ne autorizza la costituzione. E’ necessario dichiarare un patrimonio netto che non ecceda i 25 milioni di euro, possedere uno statuto avente come oggetto esclusivo l’investimento collettivo del patrimonio raccolto in PMI e infine disporre di soggetti che svolgono funzioni di amministrazione, direzione e controllo idonei allo svolgimento dell’incarico.

Qualora la società possieda tutte queste condizioni la Banca d’Italia entro il termine di 90 giorni dalla data di ricevimento della domanda rilascia l’autorizzazione.

La Società di investimento semplice, ottenuta l’autorizzazione, è tenuta a iscriversi in appositi albi tenuti dalla Banca d’Italia stessa.

Vantaggi della Società di investimento semplice

La Società d’Investimento Semplice si caratterizza per una minore complessità operativa rispetto ad altre forme societarie.

Per poter operare, alla società di investimento semplice, viene richiesta la stipula di un’assicurazione sulla responsabilità civile. La copertura deve essere adeguata ai rischi che possono derivare dall’attività svolta. Infine, deve dotarsi di un sistema di controllo che ne assicuri la sana e corretta gestione finanziaria.

Avviso importante:
Fiscomania.com ha raccolto, con ragionevole cura, le informazioni contenute in questo sito. Il materiale offerto è destinato ai lettori, solo a scopo informativo. Quanto letto non può in nessun caso sostituire una adeguata consulenza o parere professionale che rimane indispensabile. Si prega di leggere i nostri Termini e condizioni e l’informativa sulla privacy prima di utilizzare il sito. Tutto il materiale è soggetto alle leggi sul copyright. Fiscomania.com non accetta alcuna responsabilità in relazione all’utilizzo di tale pubblicazione senza la collaborazione dei suoi professionisti.

Lascia una Risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here