Lotteria degli scontrini: possibile partecipare anche con le spese sanitarie. Si partecipa anche con le spese sanitarie, ma si rinuncia alla detrazione. Il contribuente deve scegliere se fornire codice fiscale o il codice lotteria.

La lotteria degli scontrini è uno degli strumenti ideati per combattere l’utilizzo del denaro contante è la cd. “Lotteria degli scontrini“. Si tratta di provvedimento (art. 1 comma 540 della Legge n 232/16) che prevede l’estrazione di premi legati al pagamento con mezzi tracciati in esercizi convenzionati.

Attraverso questo strumento il legislatore ha voluto introdurre una forma di incentivo al cashless, promuovendo l’utilizzo di mezzi di pagamento tracciabili come carte di debito o di credito.

In questo modo, tutti i contribuenti che acquistano, non nell’esercizio di impresa, arte o professione abituale, beni o servizi in esercizi convenzionati possono partecipare all’estrazione di premi. Da premettere che questo strumento è da considerarsi a partecipazione facoltativa.

Lotteria degli scontrini

Per maggiori approfondimenti con la Lotteria degli scontrini:

“Lotteria degli scontrini da gennaio 2021: guida”

Con il Provvedimento dell’Agenzia delle Entrate, viene permessa la trasmissione dei dati per partecipare alla lotteria degli scontrini anche ai soggetti tenuti all’invio dei dati al Sistema Tessera Sanitaria, con riferimento alle operazioni per le quali il consumatore richiede l’acquisizione del codice lotteria in alternativa al codice fiscale.

Al contribuente spetterà scegliere se, accedere al rimborso del 19% della spesa sostenuta o tentare di vincere i premi fino a 5 milioni di euro.

I registratori telematici, in fase di registrazione dei dati, possono memorizzare:

  • Il codice fiscale, finalizzato all’ottenimento dell’eventuale detrazione fiscale; oppure
  • Il codice lotteria, finalizzato alla partecipazione a quest’ultima.

Lotteria degli scontrini: alternatività alla deduzione per farmaci o spese mediche

A decorrere dal 1° gennaio 2021, il contribuente dovrà scegliere, tra la possibilità di portare in deduzione o detrazione fiscale al 19% le spese mediche e sanitarie come farmaci, visite o esami, o alla lotteria degli scontrini.

È quanto ha disposto l’Agenzia delle Entrate, che con il provvedimento dell’11 novembre 2020.

Per partecipare alla lotteria degli scontrini sarà necessario rilasciare all’esercente commerciale il proprio codice lotteria, che deve essere richiesto accedendo al sito www.lotteriadegliscontrini.gov.it.

I Registratori Telematici possono memorizzare, in via alternativa il codice fiscale o il codice lotteria nella fase di registrazione dei dati dei corrispettivi, della singola operazione.

I consumatori sono davanti ad un bivio, i registratori telematici in fase di registrazione dei dati dell’operazione, possano memorizzare:

  • Codice fiscale, finalizzato all’ottenimento della detrazione/deduzione fiscale;
  • Oppure il codice lotteria per partecipare alle estrazioni, la prima è prevista per l’11 febbraio 2021.

Le estrazioni ordinarie consentono di ottenere:

  • Sette premi di 5.000 euro ciascuno ogni settimana;
  • Tre premi da 30.000 euro ciascuno ogni mese;
  • Premio di 1 milione di euro ogni anno.

Nel caso di estrazioni zerocontanti, lo scontrino estratto premia il consumatore e l’esercente:

  • 15 premi da 25.000 euro ciascuno per il consumatore e 15 premi da 5.000 euro ciascuno per l’esercente, ogni settimana;
  • 10 premi di 100.000 euro ciascuno per il consumatore e 10 premi di 20.000 euro ciascuno per l’esercente, ogni mese;
  • un premio di 5.000.000 di euro per il consumatore e un premio di 1.000.000 di euro per l’esercente, ogni anno.

Lascia una Risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here