Raddoppio la soglia di esenzione fiscale per i fringe benefits, soltanto per il 2020. Nel beneficio rientrano, le auto aziendali ad uso promiscuo, i prestiti aziendali, le concessioni di abitazioni in locazione o in comodato d’uso.

Il Decreto Agosto, per l’anno di imposta 2020, ha raddoppiato la soglia di esenzione fiscale per beni e servizi erogati dall’azienda ai dipendenti come fringe benefit, non imponibili ai fini IRPEF ai sensi dell’art. 51, co. 3 TUIR.

Il limite, oltre il quale scatta la tassazione è fissato a 516,46 euro rispetto agli ordinari 258,23 euro.

Fringe benefit

Cosa sono i fringe benefit e chi può beneficiarne?

fringe benefit sono dei benefici che molte aziende riconoscono ai propri dipendenti e aumentano il valore della retribuzione, per esempio, buoni spesa, buono carburante, auto aziendali, cellulare aziendale ecc.. I fringe benefit sono dei compensi in natura ed hanno regole particolare circa la loro tassazione.

Essi, possono essere stabiliti ab origine nel contratto di lavoro, oppure possono essere ottenuti successivamente. 

Come è stato disposto dal Decreto Agosto, per il 2020, entro il limite di 516 euro, il loro valore non concorre alla formazione del reddito del beneficiario, pertanto è esentasse.

In caso di superamento del limite, l’intero valore è sottoposto a tassazione, con regole particolari.

I beni e servizi concessi invece in fringe benefit concorrono alla formazione del reddito da lavoro e sono sottoposti a tassazione sulla base delle aliquote IRPEF.

Il TUIR, tuttavia prevede una soglia di esenzione di 258,23 euro, questo significa che, se il bene o servizio ha un valore che supera questo importo, la parte eccedente la soglia concorre a formare reddito da lavoro dipendente.

Il trattamento fiscale dei fringe benefits è nell’art, 51 del DPR n 917/86. 

Esenzione fiscale raddoppiata per i fringe benefit

Il Decreto Agosto, ha raddoppiato, per il periodo d’imposta 2020, che, il valore dei beni ceduti e dei servizi prestati dall’azienda ai lavoratori dipendenti che, non concorre alla formazione del reddito, a 516,46 euro.

Questa novità è, comunque, limitata al solo periodo d’imposta 2020.

Lascia una Risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here