La bozza della Legge di Bilancio 2021, approvata dal Consiglio dei Ministri il 16 novembre 2020, è intervenuta sulle sanzioni in caso di omessa, tardiva e infedele memorizzazione o trasmissione dei corrispettivi telematici. La sanzione ammonterà al 90% dell’imposta.

La bozza della Legge di Bilancio 2021, approvata dal Consiglio dei Ministri il 16 novembre 2020, è intervenuta sulle sanzioni in caso di omessa, tardiva e infedele memorizzazione o trasmissione dei corrispettivi telematici.

In particolare, è stata proposta una modifica al regime sanzionatorio previsto per la memorizzazione e trasmissione dei corrispettivi telematici. A partire dal 2021 la sanzione amministrativa prevista ammonterà al 90% dell’imposta dovuta.

Tuttavia, qualora la violazione consista nella sola omessa, tardiva o infedele trasmissione, e non incide sulla liquidazione del tributo, la sanzione è attenuata ed in misura fissa.

Le modifiche principali sono riportate nella relazione illustrativa della Legge di Bilancio, esse, tuttavia, per divenite operative devono essere approvate.

Sanzioni corrispettivi telematici

Quali sono le sanzioni in caso di omessa, tardiva e infedele trasmissione o memorizzazione dei corrispettivi telematici?

La bozza della Legge di bilancio 2021 è intervenuta prevedendo alcune novità nelle sanzioni relative allo scontrino elettronico.

L’art. 198 della Bozza della Legge di Bilancio 2021, prevede una sanzione pari al 90% dell’imposta, nel caso in cui, i dati dello scontrino elettronico non siano regolarmente memorizzati o trasmessi, con entrata in vigore dal 1° gennaio 2021

E’ stato pertanto prevista una sanzione del 90% dell’imposta, qualora i dati dei corrispettivi dell’operazione non siano regolarmente memorizzati o trasmessi, nel caso di:

  • Omessa, tardiva e/o infedele memorizzazione;
  • Omessa, tardiva e/o infedele trasmissione.

E’ poi prevista una sanzione attenuata ed in misura fissa per la violazione consistente nella sola omessa o tardiva ovvero infedele, qualora non incide sulla liquidazione del tributo.

Registratori telematici

In caso di mancato funzionamento dei registratori telematici, la sanzione amministrativa varia da 250 a 2.000 euro, mentre la mancata installazione del registratore telematico e l’omessa applicazione di strumenti e procedure per la trasmissione telematica vengono puniti con una sanzione da 1.000 a 4.000 euro.

La sanzione per manomissioni o alterazioni va da 3.000 a 12.000 euro.

Lascia una Risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here