Ricevuta Bonus 600 euro, vediamo come recuperarla e quali sono i dati che essa deve contenere affinché la domanda per il Bonus 600 euro risulti valida.

Il Decreto Cura Italia n. 18/2020, emanato per salvaguardare l’economia Italiana dall’emergenza sanitaria ed economica del Covid-19, ha previsto un bonus 600 euro (una tantum), come misura di sostegno al reddito dei lavoratori autonomi, co.co.co. e dei lavoratori iscritti alla gestione separata con partita IVA.

Il 1° aprile è stato il giorno di apertura delle domande per richiedere il Bonus di 600 euro per le partite IVA e per il bonus baby sitter. Il sito dell’INPS, tuttavia è stato sovraccaricato da migliaia di richieste.

Ricevuta bonus 600 euro

La grande quantità di accessi, quasi 300 accessi al secondo, hanno, infatti, provocato, la sospensione del sito INPS.

 Il portale INPS ha riaperto il 2 aprile, con orari differenziati a seconda dei contribuenti:

  • Dalle 08.00 alle 16.00 per i Patronati ed i Consulenti del Lavoro;
  • Dalle ore 16.00 per i cittadini.

Sono stati molti, i contribuenti che hanno provato a fare domanda per il bonus, ed a causa dei rallentamenti del sito e la sua sospensione, non sanno se l’esito della loro domanda sia andata a buon fine.

Per poter rispondere a questa domanda è necessario verificare la ricevuta Bonus 600 euro, anche se per molti utenti, a carico del sovraccarico del sistema, non sono riusciti a scaricarla.

Quali sono i dati che deve contenere la Ricevuta Bonus 600 euro?

Il 1° aprile era il giorno di apertura per effettuare la domanda per il bonus 600 euro, in favore dei titolari di partita IVA, per i co.co.co., per i lavoratori dipendenti stagionali del settore turismo e degli stabilimenti termali. Inoltre, possono fruire del bonus anche gli iscritti alla gestione AGO dell’INPS, come artigiani e commercianti.

Le grandi quantità di domande ricevute al secondo, hanno provocato, dapprima forti rallentamenti sul sito INPS successivamente il sito è stato sospeso.

Molti contribuenti, si stanno chiedono se la propria domanda sia andata a buon fine, viste le condizioni del sito internet dell’INPS.

La risposta è nella ricevuta che l’INPS rilascia alla fine della compilazione della domanda per il bonus 600 euro.

Una volta effettuata ed inviata la domanda per il bonus, è necessario, aprire e scaricare la ricevuta, salvarla e conservarla.

Sportello virtuale per i servizi di informazione e richieste di prestazioni – INPS

Dati della ricevuta

I dati che deve contenere la ricevuta Bonus 600 euro sono:

  • Codice Identificativo della tua domanda;
  • Data di presentazione.

Sulla base di quanto è stato comunicato dall’INPS, i dati che deve contenere la ricevuta per ritenere valida la domanda per il bonus. La mancanza dei propri dati anagrafici nella ricevuta, non incide, quindi, sulla validità della domanda presentata.

Come si può recuperare la Ricevuta bonus 600 euro?

I continui rallentamenti e la sospensione del sito INPS hanno reso difficile il recupero della ricevuta.

Attualmente non c’è una procedura standard per recuperare la ricevuta bonus 600 euro.

In attesa di comunicazioni ufficiali da parte dell’INPS, la ricevuta INPS può essere recuperata:

  • Contattando il Contact Center INPS, al numero 803 164 da telefono fisso gratuitamente, o da cellulare il numero 06 164 164 pagando in base alla propria tariffa;
  • Contattando gli uffici territoriali INPS.

Ad ogni modo, sono comunque attesi dei chiarimenti ufficiali, da parte dell’INPS su come è possibile effettuare il recupero.

Di solito, le ricevute delle domande presentate all’INPS sono recuperabili, accedendo all’interno del cassetto fiscale, selezionando l’opzione consultazione domanda“.

7 COMMENTI

  1. BUONASERA
    Io per esempio sono riuscito a scaricare la ricevuta ma non trovo la domanda fatta nel mio cassetto fiscale, almeno fino a quando funzionava tale servizio

  2. Buonasera sono Francesco, ho presentato la domanda giorno 2-Aprile, non ero riuscito a scaricare la ricevuta ma, giorno 7 mi è giunta una e-mail dall’I.N.P.S. ” Gentile utente,
    la sua domanda di indennità COVID19 è stata ricevuta dall’INPS con identificativo 1748239.
    Conservi questa email, che è valida anche come ricevuta dell’avvenuta presentazione della domanda di indennità D.L. 18 del 17/03/2020Mail generata automaticamente si prega di non rispondere. ”
    Oggi 17 Aprile ore 18,00 il bonus non mi è stato cmq erogato, a chi chiedere spiegazioni? Grazie

Lascia una Risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here