Modello RED 2021: scadenza il 1° marzo 2021. Adempimento connesso alla dichiarazione dei redditi da presentare all’INPS, che riguarda pensionati. Tutto ciò che c’è da sapere.

Si avvicina la scadenza per la presentazione del Modello RED 2021, che deve essere effettuata dai pensionati entro il 1° marzo 2021. Soffermiamoci, allora, nella individuazione dei requisiti, specificando i soggetti che sono tenuti all’adempimento, nonchè rispetto anche alle modalità di presentazione.

In primo luogo, tuttavia, sottolineiamo che la campagna RED è relativa ai redditi percepiti nel 2019. Esso, inoltre, riguarda solo i titolari di pensioni ed altre prestazioni legate al reddito che non hanno presentato il modello 730 o il modello Redditi.

Vediamo cosa c’è da sapere.

Modello RED
Modello RED 2021: cos’è?

Modello RED 2021: di cosa si tratta?

Come abbiamo affermato poc’anzi, il Modello RED 2021 è rivolto ai pensionati titolari di prestazioni collegate al reddito. Questi sono tenuti a dichiarare all’INPS i propri redditi. Tale onere, eventualmente, si estende anche redditi del coniuge e dei componenti del nucleo rilevanti per la prestazione.

A tal proposito, ai sensi dell’art. 10, del D.Lgs. n. 503/1992, vige un principio di tendenziale incumulabilità tra i redditi che derivano dallo svolgimento del lavoro autonomo e il reddito pensionistico. L’incumulabilità è del 50%, rispetto ai redditi derivanti dallo svolgimento di lavoro autonomo. Per questo, l’INPS deve avere conoscenza dell’effettiva attività e delle entrate, rispetto all’anno di riferimento, al fine di procedere ad effettuare le dovute trattenute relative.

Ricordiamo, inoltre, che l’INPS non invia comunicazioni cartacee ai pensionati residenti in Italia per richiedere le dichiarazioni reddituali al fine di verificare il diritto alle prestazioni percepite collegate al reddito. Sarà, allora, loro onere attivarsi al fine di inviare la comunicazione.

Chi sono i soggetti tenuti all’invio del Modello RED 2021?

In primo luogo individuiamo i soggetti tenuti a presentare il Modello RED 2021. Come abbiamo affermato, sono onerati i pensionati che svolgono attività di lavoro autonomo. In particolare:

  • Percettori di sola pensione la cui situazione reddituale è variata rispetto a quella dichiarata l’anno precedente;
  • Titolari di prestazioni collegate al reddito che non hanno l’obbligo di presentare in dichiarazione alcuni redditi. Lavoro dipendente prestato all’estero, interessi bancari, postali, BOT, dei CCT e di altri titoli di Stato o i proventi di quote di investimento soggetti a ritenuta d’acconto alla fonte a titolo d’imposta o sostitutiva dell’IRPEF;
  • Coloro che rientrano nei casi di esonerati dall’obbligo di presentazione della dichiarazione dei redditi all’Agenzia delle Entrate;
  • Titolari di redditi derivanti da collaborazione coordinata e continuativa o assimilati e lavoro autonomo anche occasionale i quali non si comunicano all’Agenzia delle Entrare in dichiarazione .

Soggetti esonerati dalla presentazione del Modello RED 2021

A differenza dei predetti soggetti tenuti alla presentazione del Modello RED 2021, altri sono invece esonerati.

Infatti, non sono tenuti a presentare all’INPS la dichiarazione reddituale i pensionati:

  • Residenti in Italia beneficiari delle prestazioni collegate al reddito che abbiano già effettuato la dichiarazione all’Agenzia delle Entrate, mediante modello 730 o REDDITI PF, integralmente di tutti i redditi propri e se previsto dei familiari;
  • Che rilevano sulle prestazioni collegate al reddito in godimento.

In queste ipotesi, l’INPS assume le informazioni reddituali che le sono necessarie per le prestazioni collegate al reddito dalla banca dati dell’Agenzia delle Entrate o da altre banche dati delle pubbliche amministrazioni, secondo le previsioni di legge.

Inadempimento all’onere di comunicazione

Laddove i pensionati, titolare di redditi da lavoro autonomo, ove non adempiano all’onere di presentazione del Modello 2021, sono soggetti a sanzioni. I pensionati saranno, quindi, chiamati a versare all’INPS una somma pari all’importo annuo del reddito pensionistico percepito nell’anno cui si riferisce la dichiarazione medesima.

Come si presenta il Modello RED 2021?

Ciò posto, individuiamo le norme per la presentazione del Modello Red 2021, che, ricordiamo, va inviato entro il 1° marzo 2021.

La dichiarazione reddituale rilevante per le prestazioni del modello può essere comunicata tramite format online all’INPS. Sarà molto semplice eseguire la procedura, accedendo con le proprie credenziali al servizio dedicato.

Per accedere ai servizi online sia per il “RED Semplificato” che per le “Dichiarazioni di responsabilità”, al fine di procedere all’invio, può essere utilizzato:

  • SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale) di secondo livello;
  • CNS (Carta Nazionale dei Servizi);
  • CIE (Carta Identità Elettronica 3.0).

In alternativa, si può presentare tramite:

  • Contact center al numero 803 164 (gratuito da rete fissa) oppure 06 164164 da rete mobile;
  • CAF e altri soggetti abilitati convenzionati con l’INPS;
  • strutture territoriali INPS.

Escluso invio Modello RED 2021 tramite CAF

E’ opportuno ricordare che è esclusa la presentazione del Modello RED 2021 mediante CAF. Infatti sono state stipulate specifiche convenzioni per la fornitura delle informazioni da parte delle Amministrazioni competenti. Per tale motivazione sono state escluse dal servizio affidato ai CAF e ai soggetti abilitati all’assistenza fiscale:

  • le dichiarazioni aventi ad oggetto l’eventuale frequenza scolastica dei titolari di prestazioni assistenziali (ICRIC FREQUENZA);
  • le informazioni relative all’eventuale svolgimento di attività lavorativa da parte dei titolari delle prestazioni di invalidità civile (ICLAV) avvenuti nell’anno 2019.

Avviso importante:
Fiscomania.com ha raccolto, con ragionevole cura, le informazioni contenute in questo sito. Il materiale offerto è destinato ai lettori, solo a scopo informativo. Quanto letto non può in nessun caso sostituire una adeguata consulenza o parere professionale che rimane indispensabile. Si prega di leggere i nostri Termini e condizioni e l’informativa sulla privacy prima di utilizzare il sito. Tutto il materiale è soggetto alle leggi sul copyright. Fiscomania.com non accetta alcuna responsabilità in relazione all’utilizzo di tale pubblicazione senza la collaborazione dei suoi professionisti.

Articolo precedenteCome vendere su eBay?
Prossimo ArticoloModello 730 precompilato
"Laureatasi in Giurisprudenza con la votazione di 110 e Lode presso l'Università degli Studi di Napoli "Federico II" e con approfondita conoscenza delle materie del Diritto Civile e del Diritto Amministrativo. Ha brillantemente concluso la pratica forense in diritto civile e il tirocinio ex art. 73 d.l. 69/2013 presso la Procura della Repubblica di Napoli Nord".

Lascia una Risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here