Detrazione occhiali da vista
Detrazione occhiali da vista

Detrazione occhiali da vista e visite oculistiche nel Modello 730/2021: per le spese sostenute nel 2020 è possibile beneficiare di uno sconto del 19% sull’imposta da versare, anche con pagamento in contanti.

Le spese sostenute per gli occhiali e le visite oculistiche sostenute durante tutto l’arco del 2020 rientrano tra le spese che possono essere inserite nel Modello 730/2021 e che danno diritto ad una detrazione del 19% sull’imposta IRPEF lorda del contribuente. Per questo motivo è utile conservare la documentazione inerente al sostenimento delle spese per occhiali da vista e visite oculistiche.

Dal 10 maggio, l’Agenzia delle Entrate ha messo a disposizione la dichiarazione dei redditi precompilata e dal 19 maggio i contribuenti hanno anche la possibilità di modificare i dati presenti o aggiungere le informazioni mancanti. Resta ferma anche quest’anno la scadenza fissata per la presentazione telematica del modello 730, fissata al 30 settembre. All’interno di questo arco temporale è possibile, quindi, fruire della detrazione per occhiali da vista ed visite oculistiche nel modello 730.

Detrazione IRPEF per occhiali da vista e visite oculistiche nel modello 730

Le spese sostenute per gli occhiali da vista e per le visite oculistiche nel corso del 2020, danno diritto ad ottenere una detrazione fiscale del 19% sull’imposta IRPEF dovuta dal contribuente. Tali spese, infatti, rientrano tra le spese sanitarie detraibili, in particolare:

  • Le prime (spese relative agli occhiali da vista) possono essere classificate come acquisto di dispositivi medici;
  • Le seconde (visite oculistiche) come prestazioni specialistiche.

E’ comunque, necessario attenersi alle regole stabilite dal Testo Unico sulle Imposta sui Redditi all’art. 15, lett. c , ovvero per poter beneficiare della detrazione IRPEF è necessario superare la franchigia dei 129,11 euro. La detrazione, infatti, si applica solo alle spese che eccedono questo importo. Quindi, per fare un esempio numerico, qualora l’acquisto degli occhiali e la visita oculistica effettuate nel 2020 prevedano una spesa sostenuta di 600 euro, è possibile ottenere l’agevolazione solo per la parte che eccede la franchigia (di 129,11 euro), ovvero per 470,89 euro.

Occhiali da vista detraibili anche con spesa in contanti

Al fine di beneficiare di tutte le detrazioni del 19 per cento, a partire dalla dichiarazione dei redditi 2021, è necessario prendere in considerazione anche l’obbligo di tracciabilità per le spese sostenute dal 1° gennaio 2020. In particolare, gli occhiali da vista e, in certi casi, le visite oculistiche possono rientrare tra le eccezioni. In alcuni casi anche le spese sostenute con pagamenti in contanti danno diritto alla detrazione IRPEF:

  • Acquisto di medicinali;
  • Dispositivi medici;
  • Prestazioni sanitarie rese dalle strutture pubbliche;
  • Prestazioni sanitarie rese da strutture private accreditate al Servizio sanitario nazionale.

Montatura e lenti a contatto

Danno diritto alla detrazione fiscale, tutti i prodotti dichiarati conformi, con dichiarazione o certificazione di conformità, alla normativa comunitaria. Non esiste un elenco dei dispositivi medici detraibili che si possa consultare. Tuttavia, la lista, non esaustiva, allegata alla circolare menziona anche i dispositivi utili per la vista, in particolare:

  • Lenti oftalmiche correttive dei difetti visivi;
  • Montature per lenti correttive dei difetti visivi;
  • Occhiali premontati per presbiopia;
  • Lenti a contatto;
  • Soluzioni per lenti a contatto.

Sono escluse, le spese sostenute per l’impiego di metalli preziosi (oro, argento, platino) nella montatura.

Detrazione occhiali da vista e visite oculistiche: le istruzioni per la compilazione

Per poter beneficiare della detrazione per occhiali da vista e visite oculistiche, è necessario compilare correttamente il Modello 730/2021, seguendo le istruzioni dell’Agenzia delle Entrate.

I costi sostenuti devono essere indicati nel quadro ESEZIONE I – spese per le quali spetta la detrazione d’imposta del 19, del 26, del 30 e del 35 per cento, e in particolare al rigo E1. Nella colonna 2 è possibile indicare l‘importo delle spese sanitarie sostenute per se stessi e per i familiari a carico.

Qual’è la documentazione da conservare?

I contribuenti che beneficiano dello sconto IRPEF devono conservare la documentazione utile per attestare le caratteristiche delle spese sostenute, come la prescrizione medica utile a dimostrare la necessità dell’acquisto. Inoltre, è necessario che dalla certificazione fiscale, scontrino fiscale o fattura, risulti la descrizione del prodotto acquistato e il soggetto che sostiene la spesa. Non sono considerati validi i documenti che riportano semplicemente l’indicazione “dispositivo medico“, che può essere invece identificato anche con le codifiche utilizzate per la trasmissione dei dati al sistema tessera sanitaria, nel caso degli occhiali, quindi AD (spese relative all’acquisto o affitto di dispositivi medici con marcatura CE). Qualora il documento di spesa riporti il codice AD che attesta la trasmissione al sistema tessera sanitaria della spesa per dispositivi medici, ai fini della detrazione non è necessario che sia riportata anche la marcatura CE o la conformità alle direttive europee. Qualora, invece, il documento di spesa non riporti il codice AD è necessario conservare la documentazione dalla quale risulti che il prodotto acquistato ha la marcatura CE. Mentre per la detrazione sulle visite oculistiche, è necessario conservare i seguenti documenti:

  • La fattura o ricevuta fiscale che riporta la natura sanitaria della prestazione. In mancanza di tale informazione, il medico specialista deve integrare il documento fiscale emesso;
  • Per le prestazioni effettuate nell’ambito del Servizio Sanitario nazionale, la ricevuta del ticket.

Detrazione fiscale del 19% ai fini IRPEF per occhiali da vista e visite oculistiche: documentazione da conservare

Un riepilogo della documentazione da conservare per ottenere la detrazione fiscale ai fini IRPEF del 19% delle spese sostenute per occhiali da vista e visite oculistiche è riassunta nella sottostante tabella.

Spesa sostenutaDocumentazione per la detrazione IRPEF del 19%
Visite oculisticheEntrambi i seguenti documenti:
– Ricevuta fiscale o fattura rilasciata dallo specialista;
– Ricevuta relativa al ticket se la prestazione è resa nell’ambito del Servizio sanitario nazionale.
Acquisto di occhiali da vistaScontrino o fattura dalla quale risulti il soggetto che sostiene la spesa e la descrizione del dispositivo medico anche mediante i codici AD o PI (la generica dicitura “dispositivo medico” non consente la detrazione).
Tabella riassuntiva: documentazione per detrazione IRPEF del 19% per visite oculistiche e acquisto occhiali da vista.

Commenti:
Considerata l’elevata quantità di commenti che ci arrivano ogni giorno è opportuno effettuare alcune precisazioni. Saranno pubblicati soltanto commenti che arricchiscono il testo dell’articolo con particolari situazioni, utili anche per altri lettori. Se non trovi il tuo commento pubblicato significa che abbiamo già fornito risposta al quesito e che, quindi, la risposta si trova nel testo dell’articolo o in altri commenti. Se comunque desideri una risposta o l’analisi della tua situazione personale, puoi contattarci attraverso il servizio di consulenza fiscale.

Avviso importante:
Fiscomania.com ha raccolto, con ragionevole cura, le informazioni contenute in questo sito. Il materiale offerto è destinato ai lettori, solo a scopo informativo. Quanto letto non può in nessun caso sostituire una adeguata consulenza o parere professionale che rimane indispensabile. Si prega di leggere i nostri Termini e condizioni e l’informativa sulla privacy prima di utilizzare il sito. Tutto il materiale è soggetto alle leggi sul copyright. Fiscomania.com non accetta alcuna responsabilità in relazione all’utilizzo di tale pubblicazione senza la collaborazione dei suoi professionisti.

8 COMMENTI

  1. buongiorno posso inserire nella dichiarazione dei redditi l’acquisto dgli occhiali da vista di mio marito che è un impiegato statale e non fa il 730?

  2. Buongiorno,
    Nella precompilata non risulta la spesa sostenuta per l’acquisto dell’occhiale da vista. Effettivamente sembra che l’ottico abbia inserito il codice fiscale sotto una voce generica “codice cliente”. In questi casi che si fa?

  3. Buongiorno, vorrei chiedere se la spesa per occhiali da vista o lenti a contatto è deducibile per un portatore di handicap ai sensi della l.104 art.3 comma 1.
    Preciso che la causa di handicap NON dipende da problemi di vista.
    Grazie.

  4. Buongiorno,
    dal 26 maggio 2021 è in vigore il nuovo Regolamento 745/2017 sui dispositivi medici che sostituisce la Direttiva 93/42/CEE . L’acquisto di un occhiale da sole con lenti graduate (quindi dispositivo medico) dopo il 26 maggio dovrà essere accompagnato dalla dichiarazione di conformità in accordo al nuovo regolamento? grazie

Lascia una Risposta

Scrivi il tuo commento
Inserisci il tuo nome