Il contratto di Cloud Computing

0
127

Il cloud computing può essere definito come una infrastruttura che consente agli utenti, grazie ai servizi web offerti dai fornitori, oltre che a memorizzare dati in spazi informatici remoti (meglio noti come “cloud”) ad usufruire di altre risorse che possono essere software, servizi di machine learning, Big data o altro.

La quantità sempre crescente di dati di cui disponiamo quotidianamente tutti noi e la possibilità di poterli consultare da qualsiasi parte del mondo rende sempre più importante e centrale il tema del cloud computing e dei contratti ad esso relativi. In particolare è necessario porre particolare attenzione su quelle che sono le clausole contrattuali più importanti che devono essere introdotte all’interno del contratto stesso e la normativa privacy in tema. Nel presente articolo approfondiremo meglio tutti questi aspetti.

Cloud Computing e tipologie di servizi offerti

Il cloud computing può essere definito come una infrastruttura che consente agli utenti, grazie ai servizi web offerti dai fornitori, oltre che a memorizzare dati in spazi informatici remoti (meglio noti come “cloud”) ad usufruire di altre risorse che possono essere software, servizi di mac...

Questo articolo è riservato agli abbonati:
Scopri come
abbonarti a Fiscomania.com.


Sei già abbonato?
Accedi tranquillamente con le tue credenziali: Login