Nel nostro ordinamento, la disciplina del bilancio si articola sulla base di una serie di norme contenute negli articoli 2423 e ss. c.c., le quali fissano i principi generali e di redazione cui gli amministratori devono attenersi nella stesura del documento contabile. Quanto agli aspetti applicativi e alla regolamentazione delle diverse fattispecie, però, le norme del codice presentano innumerevoli lacune. Da qui l’esigenza al ricorso a norme tecnico-contabili, sia di carattere nazionale (principi contabili OIC) che internazionale (principi contabili IAS/IFRS), al fine di interpretare ed integrare quanto disposto dalla normativa in materia di bilancio d’esercizio.

In Italia, l’ente deputato all’emanazione di tali norme è l’Organismo Italiano di Contabilità (OIC), fondazione nata nel 2001 dalla volontà del Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti (CNDC), del Consiglio Nazionale dei Ragionieri (CNR) e di altri enti a rilevanza nazionale che a vario titolo si occupano della materia contabile.

Nel presente articolo cercheremo di illustrare le funzioni attribuite dal legislatore ai principi contabili e al ruolo delegato all’OIC, illustrandone l’evoluzione storica fino ad ev...

Questo articolo è riservato agli abbonati:
Scopri come
abbonarti a Fiscomania.com.


Sei già abbonato?
Accedi tranquillamente con le tue credenziali: Login
Articolo precedenteBilancio Consolidato: metodi di consolidamento e soglie di esenzione
Prossimo ArticoloGravi motivi di recesso nel contratto di locazione
Laureato in Economia Aziendale presso la Seconda Università degli Studi di Napoli, svolge la sua attività come Consulente Amministrativo per imprese, privati ed enti non profit. Appassionato di gestione aziendale, approfondisce tematiche legate alla contabilità d'impresa, al bilancio d'esercizio e ai principi contabili.