bonus e agevolazioni

L’anno 2021 è stato un anno ricco di incentivi ed agevolazioni per supportare le famiglie e non solo. Vediamo insieme quali sono i bonus in scadenza 2021 che bisogna richiedere assolutamente prima del termine dell’anno. Durante questo anno sono stati stanziati una serie di bonus e aiuti al fine di aiutare i cittadini.

Pubblicità

Il 2021 sta per giungere al termine, tuttavia, vediamo quali sono i principali bonus da richiedere entro la fine dell’anno.

Tra i bonus per la famiglia da richiedere entro la fine dell’anno troviamo il bonus bebè, il bonus mamme domani e il bonus asilo nido. ATTENZIONE! C’è tempo fino al 31 dicembre 2021 per poter richiedere i tre principali bonus previsti a sostegno delle famiglie. Dal 1 gennaio 2022 entrerà in vigore ufficialmente l’assegno unico per i figli, e gli altri bonus saranno assorbiti dall’assegno universale. Per maggiori approfondimenti: “Bonus famiglia 2021: quali sono i bonus da richiedere entro la fine del 2021?”

Il 2021 è stato un anno ricco di bonus anche per quanto riguarda l’edilizia, tuttavia, la scadenza di molti di questi bonus è fissata per il 31 dicembre 2021. Tra i vari sospesi nel 2021 c’è il bonus cashback, per dare spazio al Bonus Bancomat. La proroga di molti bonus casa 2022 potrà avere una risposta entro fine mese, dove i contorni delle nuove misure per la legge del bilancio 2022 verranno stabiliti. Per maggiori approfondimenti: “Bonus casa 2022: quali bonus saranno prorogati?”


Ecobonus 2021

La legge del Bilancio 2021 ha prorogato il termine al 31 dicembre 2021 delle seguenti agevolazioni per chi effettua lavori in casa:

Quale sarà il destino dei bonus casa 2022Fra i tanti quesiti da tenere in considerazioni rientrano le difficoltà che il settore dell’edilizia è andato incontro dopo l’introduzione del Superbonus 110%. Dalla carenza dei materiali ai ritardi ripetuti per via di modifica alle normative.

Per poter ottenere una conferma vera e propria dovremo aspettare la nota di aggiornamento dei Dipartimento dell’Economia e delle Finanze che delineerà le linee guida da seguire. Dovremo quindi aspettare la nuova riforma fiscale e gli annunci sulle agevolazioni.

L’ecobonus 2021 è costituito da una serie di detrazioni fiscali che il contribuente può richiedere per interventi:

  • di riqualificazione energetica;
  • di riduzione del rischio sismico;
  • di installazione di impianti fotovoltaici;
  • di installazione di colonnine per la ricarica di veicoli elettrici.

In base alla tipologia di lavoro che si andrà ad effettuare si potranno ottenere rimborsi Irpef del 50%, 65% o 110% delle spese sostenute.

Spesso collegato ed utilizzato col superbonus 110% per via di “interventi trainanti” che permettono l’attivazione di entrambi gli incentivi.

Superbonus 110%

Finalmente, dopo molta attesa, la proroga al 2022 per il superbonus 110% è riuscita ed in casi specifici si potrà spostare fino al 2023.

La Commissione Europea ha dato il via libera per il finanziamento dell’incentivo per tutti i lavori da effettuare e potranno ottenere un allungamento dei tempi sia i condomini sia gli enti sia i privati, ovviamente dovranno rispettare tempistiche differenti.

Il benefit ha ottenuto la proroga da parte del Governo Draghi fino al 30 giugno 2022. Occorre, però, chiarire chi potrà usufruire dell’agevolazione a questa nuova data.

I condomini

Questa categoria avrà la possibilità di effettuare i lavori entro il 31 dicembre 2022, quindi le tempistiche per questo settore sono ancora più avanti rispetto che per i privati o agli entri.

I privati

Potranno richiedere l’estensione dei lavori, avendo la scadenza al 30 giugno 2022 chi presenta l’interesse di accedere alla detrazione per quanto riguarda la propria unità unifamiliare, solo ed esclusivamente quella.

Avranno la possibilità di richiedere una proroga di 6 mesi qualora il 60% dei lavori di ristrutturazione progettati siano stati portati a termine.

Gli enti

Per questo gruppo invece l’estensione del superbonus 110% viene prevista fino al termine di Giugno 2023.

Anche loro potranno fare richiesta per del tempo extra qualora il 60% dei lavori siano stati effettuati.

Bonus Facciate 2021

 Il bonus facciate 2021 prevede una detrazione lorda pari al 90% delle spese, affinché esse siano documentate con le giuste prove a favore dei costi effettuati durante la ristrutturazione nel periodo di tempo che occupa tutto il 2021.

Gli interventi che rientrano in questo bonus sono tutti quelli che riguardano la pulizia o la tinteggiatura esterna degli edifici.

Un’agevolazione che ha come obbiettivo il recupero ed il restauro delle facciate di edifici preesistenti che si trovano nella zona A o B, in base al decreto del Ministero dei Lavori Pubblici risalente al 2 aprile 1968, n.1444.

Come possiamo vedere sul sito efficienzaenergetica.enea.it sono stati emanati nuovi vademecum per il Bonus Facciate 2021 ma anche per ciò che riguarda microcogeneratori, serramenti e infissi. Attualmente, la scadenza per il bonus facciate è fissata il 31 dicembre 2021.

Bonus Verde 2021

Il bonus verde consiste in una detrazione fiscale al 36% delle spese sostenute per la sistemazione a verde di aree scoperte private di edifici esistenti, comprese le pertinenze, le recinzioni, gli impianti di irrigazione, la realizzazione di pozzi, le coperture a verde e i giardini pensili, è stato prorogato per il 2021. Vediamo quali sono le tipologie di lavori ammessi, requisiti, detrazioni e documenti da conservare. Anche per richiedere il bonus verde il termine ultimo è il 31 dicembre 2021.

Il tetto massimo è di 5.000€ rimborsabili.

Bonus Acqua potabile 2021

Quest’agevolazione è rivolta a tutte quelle persone che vanno ad integrare nelle loro abitazioni sistemi per depurare l’acqua corrente in modo tale da ridurre il consumo di plastica.

Per questo bonus in scadenza 2021, è previsto un credito d’imposta pari al 50% sulle spese sostenute per rendere migliore la bevibilità dell’acqua.

Bonus Idrico 2021

La legge di bilancio 2021 ha istituito il bonus idrico 2021, chiamato anche bonus doccia e rubinetti 2021, il decreto attuativo doveva uscire entro i primi 2 mesi, tuttavia, sembra che il testo del decreto uscirà nei prossimi giorni.

Il bonus idrico nasce con lo scopo di favorire il risparmio di risorse idriche, mediante l’erogazione di bonus di 1.000 euro alle persone fisiche, residenti in Italia, che sostituiscono su edifici esistenti, parti di edifici esistenti o singole unità immobiliari:

  • Sanitari in ceramica con nuovi apparecchi a scarico ridotto;
  • rubinetteria, i soffioni e le colonne doccia con nuovi apparecchi a flusso d’acqua limitato.

La scadenza del bonus è fissata il 31 dicembre 2021.

Il Bonus idrico 2021 potrà essere utilizzato per acquistare rubinetti, doccia, e per installare ogni tipo di apparecchiatura che consenta di risparmiare acqua. L’obiettivo è di incoraggiare a rinnovare tutto il sistema idraulico, incentivando i sistemi in grado di favorire un risparmio di acqua.

E’ possibile beneficiare del bonus entro il 31 dicembre 2021 per le seguenti tipologie di spese:

  • Fornitura e la posa in opera di vasi sanitari in ceramica con volume massimo di scarico uguale o inferiore a 6 litri e relativi sistemi di scarico, comprese le opere idrauliche e murarie collegate e lo smontaggio e la dismissione dei sistemi preesistenti;
  • Fornitura e l’installazione di rubinetti e miscelatori per bagno e cucina, compresi i dispositivi per il controllo di flusso di acqua con portata uguale o inferiore a 6 litri al minuto, e di soffioni doccia e colonne doccia con valori di portata di acqua uguale o inferiore a 9 litri al minuto, compresi le eventuali opere idrauliche e murarie collegate e lo smontaggio e la dismissione dei sistemi preesistenti.

Bonus Zanzariere 2021

L’acquisto delle zanzariere non è di per sè detraibile, tuttavia, in presenza di determinati requisiti è possibile beneficiare di una speciale detrazione fiscale consistente in una riduzione delle imposte IRPEF o IREF per un importo pari al 50% della spesa sostenuta per l’acquisto o l’installazione delle zanzariere con schermatura solare.

L’acquisto delle zanzariere, non è di per sé detraibile, tuttavia il loro acquisto può rientrare nell’Ecobonus al 50% se sussistono i requisiti delle schermature solari, ovvero le zanzariere devono anche avere la capacità di schermare la luce solare e migliorare l’efficienza energetica dell’immobile.

Le zanzariere devono possedere determinati requisiti, ossia, devono avere la marchiatura CE, ovvero la certificazione che il prodotto è conforme agli standard comunitari di salute e sicurezza, devono avere un valore Gtot inferiore a 0,35, certificato da un organismo autorizzato, devono proteggere una superficie vetrata (finestra, porta vetrata) comunque esposta, devono essere fissate in modo stabile, devono essere applicate all’esterno della finestra, all’interno o integrata nell’infisso ed infine devono essere regolabili.

Inoltre, le zanzariere possono essere installate su immobili di qualsiasi categoria catastale, tuttavia essi devono essere già esistenti e regolarmente accatastati ed in regola con il pagamento di tributi e oneri. Pertanto il bonus zanzariere non trova applicazione nel caso di proprietà in costruzione.

Lo sgravio fiscale viene recuperato in 10 quote annuali di pari importo, mentre il pagamento delle spese deve essere effettuato con bonifico parlante.

Occorre effettuare la comunicazione all’Enea entro 90 giorni dalla fine dei lavori.

Si può usufruire dello sgravio fiscale sull’acquisto fino al 31 dicembre del 2021 ed è previsto un limite massimo di spesa detraibile pari a 60.000 euro. 

Bonus mobili ed elettrodomestici 2021

Il Bonus mobili ed elettrodomestici 2021 consiste in una detrazione Irpef del 50% per l’acquisto di mobili e elettrodomestici di classe almeno A+ (A per i forni), destinati ad arredare un immobile oggetto di ristrutturazione.

Il Bonus mobili ed elettrodomestici rientra all’interno del Bonus ristrutturazione. La detrazione prevista è pari al 50% della spesa, da calcolarsi su un importo massimo di 16.000 euro. La Legge di Bilancio ha innalzato la soglia del tetto massimo di spesa da 10.000 euro a 16.000 euro. Il bonus mobili 2021 può essere usufruito per gli acquisti effettuati nel 2021,tuttavia, può essere richiesta solo da chi realizza un intervento di ristrutturazione edilizia iniziato non prima del 1° gennaio 2020.

Per gli acquisti effettuati nel 2020, invece, è possibile ottenere la detrazione solo se l’intervento di ristrutturazione è iniziato in data non anteriore al 1° gennaio 2019. Inoltre, la detrazione del 50% è indipendente dalle spese sostenute per i lavori di ristrutturazione. E’ possibile usufruire della detrazione IRPEF del 50% per l’acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici di classe non inferiore alla A+ (A per i forni), destinati ad arredare un immobile oggetto di ristrutturazione. La detrazione del 50% si ottiene indicando le spese sostenute nella dichiarazione dei redditi, quindi mediante il modello 730 o modello Redditi persone fisiche, e spetta al contribuente che usufruisce della detrazione per le spese di intervento di recupero del patrimonio edilizio. Pertanto, se le spese per ristrutturare l’immobile sono state sostenute soltanto da uno dei coniugi e quelle per l’arredo dall’altro, il bonus per l’acquisto di mobili ed elettrodomestici non spetta a nessuno dei due. Il bonus mobili ed elettrodomestici 2021 spetta anche quando il contribuente ha scelto, in alternativa alla fruizione diretta delle detrazioni per gli interventi di recupero del patrimonio edilizio, di cedere il credito o di esercitare l’opzione per lo sconto in fattura.

Bonus Luce e gas 2021

Un bonus famiglia 2021 dedicato a tutti coloro che hanno un ISEE basso, verrà inviato direttamente dall’INPS alle banche dati dei Sistemi Informativi dopo aver ricevuto il DSU degli eventuali cittadini richiedenti.

Si troverà integrato nella bolletta della luce e del gas, fornendo uno sconto che varia in base al reddito.

Bonus affitto 2021

Il bonus affitto scade il 6 ottobre 2021. La possibilità di presentare la domanda, inviando l’istanza per ottenere il bonus affitto scade il 6 ottobre. Il bonus affitto 2021 consiste in un rimborso del 50% dell’ammontare complessivo dello sconto che l’affittuario concede all’inquilino, fino a un importo massimo di 1.200 euro.

La legge di conversione del decreto Ristori ha introdotto un fondo al fine di incentivare i locatori degli immobili ad uso abitativo, nell’accordare riduzioni dei canoni di locazione. Il bonus affitto è riconosciuto ai locatori degli immobili a uso abitativo che, in data non antecedente al 25 dicembre 2020 fino alla data del 31 dicembre 2021, accordano al conduttore una riduzione dei canoni del contratto di locazione per tutto o parte dell’anno 2021.

Bonus tv e bonus rottamazione tv 2021

Dal 23 agosto 2021 i rivenditori di apparecchi televisivi possono accedere alla piattaforma messa a disposizione dall’Agenzia delle Entrate per ricevere l’autorizzazione al rilascio del bonus rottamazione Tv, il contributo per l’acquisto di televisori di nuova generazione. 

Il bonus TV consiste in uno sconto del 20% sul prezzo d’acquisto del nuovo televisore, fino a un tetto massimo di 100 euro, rottamando apparecchi acquistati prima del 22 dicembre 2018 che non risultano più idonei ai nuovi standard tecnologici di trasmissione televisiva del digitale terreste. Il bonus TV potrà essere adesso richiesto senza dover necessariamente presentare ISEE. Attenzione la presentazione dell’ISEE è ancora necessaria per la richiesta del bonus TV nella sua vecchia configurazione.

Sussistono due tipologie di bonus, il bonus TV 2020 è ancora attivo, i due bonus sono ancora attivi:

  • Bonus TV, il quale è erogato sotto forma di sconto fino a 30 euro sul prezzo del prodotto acquistato e può essere richiesto dalle famiglie con ISEE fino a 20.000 euro;
  • Bonus rottamazione TV, consiste in uno sconto del 20% fino a 100 euro sul prezzo d’acquisto del nuovo televisore e non prevede limiti di ISEE.

Bonus PC e Tablet 2021

Si tratta di un contributo che può variare dai 200€ ai 500€ per l’acquisto di pc, tablet e internet per tutte le famiglie con un ISEE compreso fra i 20,000€ ed i 50,000€.

Dovrà essere richiesto direttamente dall’operatore a cui si rivolge fornendo le prove ISEE ed i requisiti richiesti.

Il bonus PC e Tablet 2021 è in via di scadenza, infatti si avrà tempo fino ad ottobre per poter richiederlo.

Bonus Occhiali da vista 2021

La Legge di Bilancio 2021 ha previsto l’erogazione di un bonus di 50 euro per l’acquisto di occhiali da vista o lenti a contatto, tuttavia, mancano ancora i decreti attuativi che dovranno indicare come usufruirne. Tuttavia, attualmente, l’acquisto di lenti o di occhiali rientra nella detrazione fiscale del 19% sulle spese mediche, superata la franchigia di 129,11 euro.

Il bonus occhiali da vista riguarda l’acquisto di occhiali da vista e di lenti a contatto correttive avvenuto durante il 2021 o entro i due anni successivi. Il bonus occhiali da vista è riservato alle famiglie con ISEE fino a 10.000 euro.

Il bonus occhiali da vista consente di beneficiare di un voucher  di 50 euro, che può essere utilizzato come sconto immediato, praticato al momento dell’acquisto degli occhiali. Il bonus potrà essere usufruito una tantum. Inoltre, sono esclusi gli occhiali da sole e le lenti a contatto colorate. Anche per il bonus occhiali da vista la scadenza è fissata per il 31 dicembre 2021.

Bonus auto usate 2021, gli incentivi per gli euro 6

L’obbiettivo e di eliminare il più possibile le macchine che causano un alto tasso di inquinamento, spingendo per l’acquisto di auto a basse emissioni.

Per ottenere quest’agevolazione è prevista la rottamazione di una macchina immatricolata prima del 2011.

Fanno parte del bonus auto usate:

  • auto usate modello Euro 6, con quotazioni di mercato fino a 25.000 €
  • auto nuove con basse emissioni, ovvero CO2 compresa tra 61 e 135 g/km, e prezzo di listino fino a 40.000 €.
Per sapere di più: Bonus auto 2021: arrivano nuovi incentivi

Bonus studenti universitari INPS 2021

Consiste nel bando di borse di studio per tutti gli studenti universitari dei figli iscritti all’INPS.

L’importo massimo previsto è di 2,000€ e cambia in base al tipo di percorso universitario che si intraprende e alle varie specializzazioni.

Bonus Cultura 2021

Protagonista di questo bonus è il sito 18app che prevede un buono di 500€ per tutti gli studenti nati nel 2022.

Si tratta dell’emissione di voucher che permetto l’acquisto di libri, biglietti per concerti, ingressi al museo e molti altri eventi.

Si potrà utilizzare il Bonus cultura 2021 entro e non oltre febbraio 2022 anche su Amazon.

Bonus bebè 2021

Tra i Bonus famiglia da richiedere entro la fine del 2021 troviamo:

  • Bonus bebè, previsto fino al compimento del primo anno di età o del primo anno di ingresso nel nucleo familiare in caso di adozione o affidamento preadottivo.
  • Bonus asilo nido il cui importa ammonta fino a 3.000 euro per i redditi ISEE fino a 25.000 euro e a 2.500 euro quelli fino a 40.000 euro edè riservato in favore dei nuclei familiari che abbiano a carico almeno un figlio per il quale si debbano sostenere spese legate alla frequenza in asilo nido, sia pubblico sia privato.
  • Bonus mamma domani, previsto in favore delle future mamme che entrano nel 7° mese di gravidanza, la proroga è prevista fino a quando non prenderà avvio l’assegno unico figli a carico.
  • Inoltre, c’è la possibilità di richiedere il Congedo di paternità, il cui numero dei giorni è stato innalzato a 10, anziché 7.

Il bonus bebè è riconosciuto in favore di ogni figlio nato o adottato dal 1° gennaio al 31 dicembre 2021. La misura nasce nel 2015, e prevedeva che, per ogni figlio nato o adottato tra il 1 gennaio 2015 e il 31 dicembre 2017 un importo variabile in base al valore di ISEE. L’importo per le famiglie con ISEE fino a 7.000 euro è di 160 euro al mese. Per importi ISEE tra 7.000 euro e 40.000 euro il bonus ammonta a 120 euro al mese. Per ISEE superiori a 40.000 euro o in caso di non presentazione della DSU, per ottenere l’ISEE, l’importo del bonus è di 80 euro.

Per i figli successivi al primo la maggiorazione del bonus è del 20%. La misura è prevista a favore in favore dei figli conviventi di cittadini italiani o di uno Stato membro dell’Unione Europea o di Stati extracomunitari con permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo residenti in Italia.

Si tratta di un bonus in scadenza 2021 poichè il termine massimo è previsto per la fine di dicembre.

Bonus mamme domani 2021

Il Bonus mamma domani (Premio alla nascita) è una prestazione economica erogata dall’INPS, in favore delle madri che ne facciano domanda, al settimo mese di gravidanza, inizio ottavo mese, oppure al momento della nascita, adozione o affido preadottivo

Il bonus mamme domani è una agevolazione per la genitorialità e consiste in un bonus di 800 euro, riconosciuto senza limiti di reddito ma soltanto dopo aver presentato domanda all’INPS. Il Bonus spetta anche in caso di adozione o affidamento preadottivo. Il bonus mamma domani potrà essere richiesto fino al 31 dicembre 2021.

ATTENZIONE! Dal 1 gennaio 2021, il bonus mamma domani sarà assorbito dall’Assegno Unico per i figli.

La domanda potrà essere inoltrata al compimento del settimo mese di gravidanza, inizio dell’ottavo, oppure anche dopo la nascita del figlio, a patto che venga rispettato il termine di un anno dal verificarsi dell’evento, nel caso di adozione o affidamento, la data di ingresso in famiglia è il giorno a partire dal quale calcolare il termine di un anno.

Bonus asilo nido 2021

La domanda di contributo per il pagamento delle rette dell’asilo nido deve essere presentata dal genitore che sostiene l’onere e deve indicare le mensilità relative ai periodi di frequenza scolastica, compresi tra gennaio e dicembre 2021, per le quali si intende ottenere il beneficio.

Il contributo viene erogato previa presentazione della documentazione attestante
l’avvenuto pagamento delle singole rette, inoltre le ricevute corrispondenti ai pagamenti delle rette non presentate al momento della presentazione della domanda devono essere allegate entro la fine del mese di riferimento e, comunque, non oltre il 1° aprile 2022.

Per usufruire del bonus per più figli è necessario presentare una domanda distinta per ciascun bambino.

Lascia una Risposta

Scrivi il tuo commento
Inserisci il tuo nome