Accordo di riduzione del canone di locazione: è possibile ridurre il canone di locazione registrando la scrittura privata. Vediamo come redigere e registrare l’accordo di riduzione.

A causa dell’emergenza Covid-19, molti inquilini, in questo periodo possono essere, in difficoltà nel pagare quanto dovuto ai proprietari, potrebbero aver perso il lavoro o essere in Cassa integrazione, oppure essere stati obbligati alla sospensione della propria attività.

Il problema si ripercuote anche sui proprietari, soprattutto a quelli che hanno debiti e rate di mutui da pagare.

Accordo di riduzione del canone di locazione

Il problema riguarda, le locazioni di unità abitative, ma anche gli affitti di locali destinati ad attività imprenditoriali o professionali.

A causa della pandemia di Coronavirus che ha interessato l’Italia, c’è anche la possibilità di ottenere una riduzione dell’affitto.

A tal proposito, i proprietari e gli inquilini possono effettuare un accordo di riduzione del canone di locazione, registrando la scrittura privata tramite il Modello 69.

Chi può ottenere l’accordo di riduzione del canone di locazione?

L’accordo di riduzione del canone di locazione, è possibile effettuarlo per tutti i contratti di locazione, indipendentemente dalla tipologia dello stesso.

E’ possibile, registrare tale accordo sia nel caso di locazione di immobili per uso abitativo, sia nel caso di locazione di immobili commerciali. Indipendentemente dalla durata del contratto di locazione o dal regime fiscale di tassazione ordinaria o cedolare secca.

L’esenzione da ogni imposta per gli accordi di riduzione dei canoni di locazione è stata prevista dal DL n. 133/2014. L’art. 19 stabilisce infatti che:

“La registrazione dell’atto con il quale le parti dispongono esclusivamente la riduzione del canone di un contratto di locazione ancora in essere è esente dalle imposte di registro e di bollo”

Come redigere l’accordo di riduzione del canone di locazione?

Nell’accordo di riduzione del canone di locazione occorre fare riferimento al contratto in essere e dovranno essere riportati:

  • I dati del locatore e dell’inquilino;
  • Il canone annuo stabilito;
  • L’ammontare ridotto sul quale ci si è accordati;
  • Il numero di mesi per i quali l’inquilino pagherà un importo più basso.
  • La data e la firma.

Non è necessario comunicare all’Agenzia delle Entrate la data di ripresa del pagamento regolare e, per evitare spostamenti, è ammesso lo scambio di tale atto tra le parti via e-mail.

L’accordo di riduzione del canone di locazione, potrebbe prevedere:

  • Una riduzione del canone solo temporaneamente, per alcuni mesi, e poi riprendere normalmente;
  • Sospensione temporanea del pagamento del canone (ad esempio, non viene pagato i mesi di aprile e maggio);
  • Diversa rateazione degli importi;
  • Riduzione definitiva del canone.

L’accordo di riduzione del canone di locazione deve essere redatto in forma scritta, da registrare all’Agenzia delle Entrate, senza spese, senza bolli.

Bozza dell’accordo di riduzione del canone di locazione:

Quali sono i vantaggi?

La registrazione dell’accordo di riduzione del canone di locazione, è necessaria per la riduzione del canone fiscale.

Con la registrazione dell’atto, infatti, il proprietario potrà comunicare all’Agenzia delle Entrate, il nuovo ammontare annuo del canone sul quale saranno dovute le imposte, evitando, quindi, esborsi non dovuti.

Per effettuare, la registrazione, è necessario compilare il Modello 69 riportando i dati relativi al contratto e allegare la copia dell’accordo debitamente sottoscritto.

I proprietari, che rischierebbero di trovarsi a pagare imposte su canoni insoluti mentre, in questo modo, pur vedendo ridotta l’entrata mensile, pagheranno imposte solo su quanto effettivamente riscosso.

In questo modo inoltre potranno ridurre anche l’ammontare delle imposte da pagare in acconto con la prossima denuncia dei redditi.

Le imposte non subiranno variazioni, qualora il canone subisca solo ritardati pagamenti.

Invio dei documenti

Per registrare l’accordo di riduzione del canone di locazione, deve essere compilato il Modello 69.

Al Modello 69, deve essere allegato l’accordo di riduzione del canone di locazione e inviare tutto allo stesso Ufficio territoriale dell’Agenzia delle Entrate presso il quale era stata fatta la registrazione a suo tempo.

Come fare la registrazione dell’atto in questo periodo in cui gli uffici sono chiusi?

In quanto, la registrazione di questi atti non può essere fatta tramite i canali on line dell’ Agenzia delle Entrate ma soltanto allo sportello presso il quale era stato registrato l’atto originario.

La registrazione andrebbe effettuata entro 30 giorni, tuttavia, a causa dell’emergenza Covid-19, è stato concesso di inviare il Modello 69 e la scrittura privata dell’accordo, (scansionato e sottoscritto) anche via mail all’Ufficio territoriale dell’Agenzia delle Entrate, il quale provvederà a registrarlo.

In ogni caso è anche possibile attendere la riapertura degli uffici in quanto la Circolare n.8 dell’Agenzia delle Entrate ha previsto lo slittamento dei termini a causa del Coronavirus, facendo riferimento anche alla registrazione degli atti.

48 COMMENTI

  1. Nell’articolo si scrive: “Per effettuare, la registrazione, è necessario compilare il Modello 69 riportando i dati relativi al contratto e allegare la copia dell’accordo debitamente sottoscritto.”
    In quale Quadro esattamente vanno riportati i dati del contratto? Ci si riferisce al contratto originale di cui si vuole ridurre il canone o la scrittura privata? Grazie.

  2. È ancora possibile possibile effettuare tale procedura? Se si entro quale data deve essere effettuata?

  3. Buonasera, vi chiedo per favore qualche chiarimento. Devo registrare col modello 69 l’accordo con il conduttore di un immobile ad uso commerciale di cui sono proprietaria, per ridurre il canone d’affitto. I quadri da compilare sono: A, B, D?
    Nel quadro A ho letto che va indicato come adempimento “registrazione”, mentre in “tipologia dell’atto” cosa va scritto? e nel “n di repertorio”?
    Inoltre nella scrittura privata è sufficiente indicare i mesi e la variazione del canone mensile o devo indicare il conseguente ammontare del canone annuo così modificato? Grazie

  4. Le parti da compilare sono A, B e D. L’adempimento è “registrazione”, tipologia di atto “scrittura privata”. Non c’è numero di repertorio. Nell’atto si deve indicare il periodo di tempo di riduzione e l’importo ridotto, facendo riferimento al fatto che si tratta di modifica del contratto di locazione originario, con gli estremi di registrazione.

  5. Posto che, come chiarito dall’Agenzia nella Risoluzione 28.6.2010, n. 60/E, la registrazione di un accordo stipulato tra le parti successivamente alla stipula del contratto non costituisce un adempimento obbligatorio bensì facoltativo, non correlato ad alcuna scadenza, per la stessa NON RISULTA APPLICABILE IL PERIODO DI SOSPENSIONE (8.3 – 31.5.2020).
    In particolare, nell’attuale periodo emergenziale, si potrebbe riscontrare la “revisione” del canone di locazione concordata tra le parti, che è opportuno registrare tramite il mod. 69, con le medesime modalità transitorie sopra descritte previste per il mod. RLI. A tal fine si rammenta che per la registrazione non è dovuta né l’imposta di registro né di bollo.

  6. Ma quindi la registrazione del Modello 69 è gratuita? Perché nel mio caso la proprietaria ci sta chiedendo 60/70 euro a testa per la registrazione, avendo un contratto per stanza! Grazie del chiarimento.

  7. Presentare il modello non ha costi, ma se la pratica viene seguita da un professionista paga il costo del professionista che ha eseguito per suo conto la pratica. Nel suo caso non so a cosa è dovuto il costo, si informi con la proprietaria.

  8. Buonasera, considerando che nel sito delll’AdE alla pagina delle “Risposte alle domande più frequenti” è chiaramente indicato che “Non sussiste l’obbligo di registrazione della riduzione del canone”, volevo capire secondo voi cosa si rischia in caso di eventuale accertamento, una volta dichiarato il canone effettivamente percepito nell’annualità al netto dei mesi di mancata/parziale percezione.
    Grazie e complimenti per la professionalità.

  9. I canoni di locazione si tassano per competenza non per cassa. Non si guarda l’incassato ma il dovuto, se non registro l’accordo di riduzione sono chiamato a tassare il canone di competenza originario.

  10. Perfettamente d’accordo con lei, ma allora mi chiedo che senso ha (da parte di AdE) dichiarare che non sussiste obbligo di registrazione. Come si dovrebbe fare a dimostrare ad un eventuale accertamento che si è attuata una riduzione temporanea del canone dovuta al Covid ?
    In sostanza mi sembra l’ennesima incongruenza da parte dell’AdE che poi, al momento opportuno, va a pesare sul cittadino che cerca di rispettare le regole.
    Per concludere, l’unica via sembrerebbe essere quella della richiesta di registrazione tramite PEC che poi però richiede comunque la successiva consegna del cartaceo all’agenzia.

  11. In teoria la registrazione non è obbligatoria, in pratica è l’unico strumento utile per dimostrare l’effettività di un canone ridotto rispetto a quello ordinario che sarebbe soggetto a tassazione.

  12. La non obbligatorietà della registrazione vale ai fini dell’imposta di registro (in pratica non registrando non potrà essere contestata la mancata registrazione ed il amncato pagamento dell’imposta) ma ai fini delle imposte sui redditi la registrazione è utile per precostituirsi la prova circa i canoni effettivamente percepiti.

  13. Ho provveduto ad inviare tutta l documentazione necessaria presso Agenzia delle Entrate per una riduzione del canone mensile di un contratto di locazione di un immobile.
    Ho ricevuto un’email di risposta da parte dell’agenzia delle Entrate L quale mi chiedeva di allegare la copia del pagamento di
    -modello F24 o F23(109T) da €67,00
    – marca da bollo €16,00 ogni 100 righe
    Il pagamento di tali cifre, spettano al locatore o al locatario?

  14. Buonasera.
    Nel caso di immobile intestato a due persone il mod. 69 va presentato da ciascuno, o basta anche che un solo proprietario presenti il mod. 69? Grazie dell’attenzione. GC

  15. La risposta dipende dall’accordo che si trova la locatore e locatario, sono le parti che si accordano su questi aspetti. Comunque, la responsabilità del pagamento è solidale.

Lascia una Risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here