Home News Quali sanzioni per chi viola le misure anti contagio?

Quali sanzioni per chi viola le misure anti contagio?

Prontuario della GdF dedicato all'indicazione delle violazioni per persone fisiche ed attività commerciali legate alle misure del Governo anti-contagio da Covid-19.

0

Se ti stai chiedendo quali sono le sanzioni per chi viola le misure anti-contagio da Covid-19, devi sapere che la Guardia di Finanzia ha pubblicato un utile prontuario a riguardo (aggiornato al 19 ottobre 2019).

Si tratta di un documento di facile ed immediata consultazione (di sole 6 pagine) che va a suddividere le violazioni, con la completa indicazione delle sanzioni collegate e delle norme di riferimento. Il documento suddivide le violazioni per quanto riguarda le persone fisiche, le attività commerciali e le violazioni riguardanti l’ingresso nel territorio nazionale.

Questo schema illustrativo ha l’obiettivo di essere un documento di aggiornamento e consultazione per tutti i comandi territoriali che operano sul territorio al fine di applicare correttamente le disposizioni di legge sull’argomento.

Lo schema illustrativo delle misure sanzionatorie vigenti durante l’emergenza Coronavirus è stato inoltrato ai diversi comandi territoriali. Si tratta di 22 violazioni complessive che è opportuno conoscere per evitare la possibile contestazione e l’applicazione delle relative sanzioni amministrative.

Violazioni anti covid

Misure anti-contagio: violazioni che riguardano le persone fisiche

Sono 12 le possibili violazioni che possono essere contestate alle persone fisiche riguardo l’inottemperanza alle disposizioni anti-contagio. Per ogni violazione è prevista una sanzione base ed una sanzione maggiorata in caso di recidiva, fino ad arrivare all’applicazione di possibili sanzioni accessorie. In tutti questi casi i proventi che arriveranno dall’erogazione di queste sanzioni andranno a finanziare le casse delle finanze statali.

Le principali violazioni vanno dal divieto di assembramento nei luoghi pubblici aperti al pubblico, all’inottemperanza dell’obbligo di dotazione dei dispositivi di protezione individuale, fino alla violazione più grave. Mi riferisco alla violazione che assume anche rilevanza penale, ovvero l’inottemperanza all’obbligo di permanenza domiciliare per i soggetti con infezione respiratoria. In tutti gli altri casi, è opportuno ribadirlo, le sanzioni applicabili sono soltanto amministrative.

Per tali fattispecie di violazione amministrativa, la sanzione base è di 280 euro e, in caso di recidiva, di 560 euro.

Tabella: violazioni per le disposizioni anti-contagio per le persone fisiche

VIOLAZIONE NORMASANZIONESANZIONE ACCESSORIA
Inottemperanza al divieto di assembramento in luoghi pubblici o aperti al pubblicoArt. 1 c. 8 D.L. 33/2020 (Convertito con L. 74/2020)Base: € 280,00 Recidiva: € 560,00
Inottemperanza all’obbligo di avere sempre con sé dispositivi di protezione delle vie respiratorie, nonché all’obbligo di indossarli nei luoghi al chiuso diversi dalle abitazioni private ed in tutti i luoghi all’aperto a eccezione dei casi in cui, per casistiche di luogo e di fatto, sia garantita la condizione di isolamento rispetto persone non conviventi. (Restano esclusi: i soggetti che stanno svolgendo attività sportiva, i bambini di età inferiore ai sei anni, i soggetti con patologie o disabilità incompatibili con l’uso della mascherina e chi che per interagire con loro versi nella stessa incompatibilità)Art.1 c.1 D.P.C.M. del 13.10.2020Base: € 280,00 Recidiva: € 560,00
Inottemperanza all’obbligo del distanziamento sociale minimo di un metroArt. 1 c. 2 D.P.C.M. del 13.10.2020Base: € 280,00 Recidiva: € 560,00
Inottemperanza all’obbligo di permanenza domiciliare per soggetti con infezione respiratoria associata a temperatura corporea maggiore di 37.5°Art. 1 c. 6 lett. a) D.P.C.M. del 13.10.2020Salvo che il fatto costituisca violazione dell’articolo 452 del C.P. o comunque più grave reato, la violazione della misura di cui all’articolo 1, comma 6, è punita ai sensi dell’articolo 260 del R.D. 27 luglio 1934, n. 1265Penale
Inottemperanza all’obbligo, nello svolgimento di attività sportiva all’aperto, della misura del distanziamento sociale minimo di due metri o, per attività motoria e/ogni altra attività, di un metroArt. 1 c. 6 lett. d) D.P.C.M. del 13.10.2020Base: € 280,00 Recidiva: € 560,00
Inottemperanza al divieto di svolgimento di eventi e competizioni di base non agonistici, riguardanti gli sport di contatto individuali e di squadra diversi da quelli riconosciuti di interesse nazionale o regionale dal CONI, dal Comitato italiano paralimpico (CIP) e dalle rispettive federazioni sportive nazionali.Art. 1 c. 6 lett. e) D.P.C.M. del 18.10.2020Base: € 280,00 Recidiva: € 560,00
Inottemperanza all’obbligo, durante l’attività sportiva di base e l’attività motoria in genere svolta presso palestre, piscine, centri e circoli sportivi, pubblici e privati, di attenersi alle norme di distanziamento sociale e di non creare assembramentoArt. 1 c. 6 lett. f) D.P.C.M. del 13.10.2020Base: € 280,00 Recidiva: € 560,00
Inottemperanza al divieto di svolgere manifestazioni pubbliche non in forma staticaArt. 1 c. 6 lett. i) D.P.C.M. del 13.10.2020Base: € 280,00 Recidiva: € 560,00
Inottemperanza al divieto di svolgere feste nei luoghi al chiuso e all’aperto, nonché sagre e fiere di comunità. Le feste conseguenti alle cerimonie civili o religiose sono consentite con la partecipazione massima di 30 persone nel rispetto dei protocolli e delle linee guida vigentiArt. 1 c. 6 lett. n) D.P.C.M. del 13.10.2020Base: € 280,00 Recidiva: € 560,00
Inottemperanza al divieto di svolgere attività convegnistiche e congressuali, ad eccezione di quelle che si svolgono con modalità a distanza.Art. 1 c. 6 lett. n bis) D.P.C.M. del 18.10.2020Base: € 280,00 Recidiva: € 560,00
Inottemperanza all’obbligo, per i luoghi di culto, di attuare le misure di cui agli appositi protocolli e/o linee guida nella gestione dell’accesso agli stessiArt. 1 c. 6 lett. o) D.P.C.M. del 13.10.2020Base: € 280,00 Recidiva: € 560,00
Inottemperanza al divieto di consumare sul posto o nelle immediate adiacenze dell’esercizio di ristorazione dalle ore 18,00 e fino alle ore 24,00 il prodotto o bevanda alimentare comprato per asportoArt. 1 c.6 lett. ee) D.P.C.M. del 18.10.2020Base: € 280,00 Recidiva: € 560,00
Violazione delle misure anti-contagio: sanzioni per le persone fisiche

Misure anti-contagio: violazioni che riguardano le attività commerciali

Per quanto riguarda le attività commerciali le possibili violazioni relative alle misure anti-contagio sono 6. Anche in questo caso, come per le persone fisiche, le violazioni comportano una sanzione base ed una sanzione maggiorata in caso di recidiva. Particolare attenzione deve essere prestata alle sanzioni accessorie che possono portare fino alla chiusura provvisoria dell’attività. In questi casi l’obiettivo è evitare che si possa commettere la reiterazione della violazione, con una chiusura temporanea fino a 5 giorni.

Anche per le attività commerciali le violazioni sono sanzionate, come pena base, con una multa di 280 euro che, in caso di recidiva, aumenta fino all’importo di 560 euro.

Per quanto riguarda le attività commerciali ricordiamo che non è consentita l’attività di sale giochi, scommesse e bingo al di fuori dell’orario 8.00/21.00.

Tutti i negozi al dettaglio devono garantire ai clienti ingressi dilazionati, sosta non oltre necessario, rispetto dei protocolli previsti dagli allegati ai Dpcm del presidente del Consiglio dei Ministri. Il consumo nei servizi di ristorazione è consentito per un massimo di sei persone al tavolo. Stop a sale da ballo e discoteche, le feste private civili e religiose autorizzate con massimo 30 persone.

Tabella: violazioni per le disposizioni anti-contagio per le attività commerciali

VIOLAZIONENORMASANZIONESANZIONE ACCESSORIA
Inottemperanza all’obbligo, per le attività di sale giochi, sale scommesse e sale bingo, di svolgimento dell’attività dalle ore 08,00 alle ore 21,00Art. 1 c. 6 lett. l) D.P.C.M. del 18.10.2020Base: € 280,00 Recidiva: € 560,00Per impedire la prosecuzione/reiterazione della violazione è possibile chiusura provvisoria fino a 5 giorni
Inottemperanza all’obbligo, per le attività commerciali al dettaglio di svolgersi a condizione dell’assicurazione che, oltre alla distanza interpersonale di almeno un metro, gli ingressi avvengano in modo dilazionato e venga impedito di sostare all’interno dei locali più del tempo necessario all’acquisto dei beni; le suddette attività devono svolgersi nel rispetto dei contenuti di protocolli o linee guida (vgs. allegati al D.P.C.M.) idonei a prevenire o ridurre il rischio di contagioArt. 1 c.6 lett. dd) D.P.C.M. del 13.10.2020Base: € 280,00 Recidiva: € 560,00Per impedire la prosecuzione reiterazione della violazione è possibile chiusura provvisoria fino a 5 giorni
Inottemperanza all’obbligo di svolgere attività dei servizi di ristorazione (fra cui bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie) dalle ore 05,00 alle ore 24,00 con consumo al tavolo, fino ad un massimo di 6 persone per tavolo. Resta sempre consentita la ristorazione con consegna a domicilio e la ristorazione con asporto fino alle ore 24,00Art. 1 c.6 lett. ee) D.P.C.M. del 18.10.2020Base: € 280,00 Recidiva: € 560,00Per impedire la prosecuzione/reiterazione della violazione è possibile chiusura provvisoria fino a 5 giorni violazione è possibile chiusura provvisoria fino a 5 giorni
Inottemperanza al divieto di svolgere attività dei servizi di ristorazione (fra cui bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie) oltre le ore 18,00 in assenza di consumo al tavolo. Resta sempre consentita la ristorazione con consegna a domicilio e la ristorazione con asporto fino alle ore 24,00Art. 1 c.6 lett. ee) D.P.C.M. del 18.10.2020Base: € 280,00 Recidiva: € 560,00Per impedire la prosecuzione/reiterazione della violazione è possibile chiusura provvisoria fino a 5 giorni
Inottemperanza all’obbligo di sospensione di attività che abbiano luogo in sale da ballo e discoteche e locali assimilati, all’aperto o al chiuso. Le feste conseguenti alle cerimonie civili o religiose sono consentite con la partecipazione massima di 30 persone nel rispetto dei protocolli e delle linee guida vigentiArt. 1 c.6 lett. n) D.P.C.M. del 13.10.2020Base: € 280,00 Recidiva: € 560,00Per impedire la prosecuzione/reiterazione della violazione è possibile chiusura provvisoria fino a 5 giorni
1. Inottemperanza all’obbligo di esporre il codice della fascia oraria* scelta e/o assegnata, nonché il relativo orario di esercizio per la propria tipologia di attività; 2. Inottemperanza al divieto, dal lunedì al sabato, di esercitare la propria attività al di fuori degli orari della fascia presceltaOrdinanza Sindaca di Roma Capitale n. 110 del 05.06.2020 (prorogata dall’Ordinanza Sindacale 201 del 15.10.2020)Base: € 280,00 Recidiva: € 560,00Per impedire la prosecuzione/reiterazione della violazione è possibile chiusura provvisoria fino a 5 giorni
Violazione delle misure anti-contagio: sanzioni per le attività commerciali

Le violazioni legate al divieto di ingresso in Italia

Il prontuario della Guardia di Finanza si conclude con l’indicazione di 5 violazioni riguardanti l’ingresso nel territorio nazionale ed il divieto di spostamento da e per alcuni Paesi specificatamente indicati.

Per quanto riguarda il divieto di spostamento si fa riferimento all’elenco E allegato al DPCM del 18 ottobre 2020. Tuttavia, si fa riferimento anche agli allegati B, C, D, ed F.

Anche per questo tipo di violazioni è prevista una sanzione base di 280 euro che può arrivare fino all’importo di 560 euro in caso di recidiva.

Tabella: violazioni legate all’ingresso o lo spostamento nel territorio nazionale

VIOLAZIONENORMASANZIONE
Inottemperanza al divieto di spostamento da e per gli Stati di cui all’elenco E dell’allegato 20*, l’ingresso e il transito nel territorio nazionale alle persone che hanno transitato o soggiornato negli Stati e territori di cui al medesimo elenco E nei 14 giorni antecedenti, nonché gli spostamenti verso gli Stati e territori di cui all’elenco F (vgs. allegati al D.P.C.M.), salvo che ricorrano comprovati motivi di cui all’articolo 5 comma 1Art. 4 c. 1 D.P.C.M. del 13.10.2020Base: € 280,00 Recidiva: € 560,00
Inottemperanza al divieto di ingresso e transito nel territorio nazionale alle persone che hanno transitato o soggiornato negli Stati e territori di cui all’elenco F dell’allegato 20 (vgs. allegati al D.P.C.M.) nei 14 giorni antecedenti, salvo i casi espressamente indicatiArt. 4 c. 2 D.P.C.M. del 13.10.2020Base: € 280,00 Recidiva: € 560,00
Inottemperanza agli obblighi dichiarativi in ingresso nel territorio nazionale da Stati o territori esteri di cui agli elenchi B, C, D, E e F dell’allegato 20 (vgs. allegati al D.P.C.M.)Art. 5 c. 1 D.P.C.M. del 13.10.2020Base: € 280,00 Recidiva: € 560,00
Inottemperanza all’obbligo, avendo soggiornato o transitato nei 14 giorni antecedenti all’ingresso in Italia in Stati o territori di cui agli elenchi C, D, E, F di cui all’allegato 20 (vgs. allegati al D.P.C.M.), di comunicare il proprio ingresso al Dipartimento di prevenzione dell’azienda sanitaria competente per territorioArt. 5 c. 3 D.P.C.M. del 13.10.2020Base: € 280,00 Recidiva: € 560,00
Inottemperanza all’obbligo, avendo soggiornato o transitato nei 14 giorni antecedenti all’ingresso in Italia in Stati o territori di cui agli elenchi D, E, F di cui all’allegato 20 (vgs. allegati al D.P.C.M.), di sottoporsi a vigilanza sanitaria e all’isolamento fiduciario per un periodo di 14 giorni presso l’abitazione indicata nella dichiarazione resa all’ingresso nel territorio nazionaleArt. 6 c. 1 D.P.C.M. del 13.10.2020Base: € 280,00 Recidiva: € 560,00
Tabella: violazioni anti-contagio legate all’ingresso o al soggiorno in Italia

Prontuario della Guardia di Finanza sulle violazioni legate alle disposizioni anti-contagio da Covid-19

Di seguito il link per scaricare il prontuario della Guardia di Finanza.

Nessun Commento

Lascia una Risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Quali sanzioni per chi viola le misure anti contagio?