modello 770

Con la nuova Legge di Bilancio 2022 a cambiare non sono solamente alcune misure di natura fiscale che riguardano le imposte, ma anche alcuni documenti utilizzati annualmente dai contribuenti, come ad esempio il modello 730, oppure la Certificazione Unica. Questi documenti cambiano come conseguenza delle modifiche introdotte proprio dalla manovra.

In particolare, il modello 770 coinvolge tutti i sostituti di imposta, ovvero i soggetti che si occupano della gestione dei rapporti con il fisco per i propri lavoratori dipendenti. Il modello viene utilizzato dai soggetti che compiono operazioni di rilievo a livello fiscale, e dal 2022 subirà alcuni cambiamenti.

Il modello 770/2022 è composto da una parte in cui inserire tutte le informazioni del soggetto, e una parte in cui inserire tutte le informazioni della dichiarazione, incluse alcune novità introdotte con la Legge di Bilancio. La principale novità riguarda i campi per la gestione del credito legato all’erogazione del trattamento integrativo e per il meccanismo transfrontaliero.

Inoltre rimangono attivi anche per il 2022 i codici che riguardano da vicino il Covid-19 nei prospetti riepilogativi. Vediamo in questo articolo in cosa consiste il modello 770/2022, a chi è rivolto e come cambia per l’anno nuovo in arrivo.

Per scaricare le istruzioni alla compilazione del Modello 770/2022:

Per scaricare il Modello 770/2022:


Cos’è il Modello 770/2022?

Il modello 770 ha la funzione di comunicare in via telematica:

  • Le ritenute fiscali operate dai sostituti d’imposta nel 2021 e i relativi versamenti;
  • Compensazioni dei crediti effettuate;
  • Dati contributivi ed assicurativi;
  • Ritenute operate su dividendi, proventi da partecipazione, redditi di capitale;
  • Ritenute sull’ammontare dei canoni e corrispettivi nelle locazioni brevi.

Il modello 770 è un documento che i sostituti di imposta devono provvedere a compilare e inviare al fisco ogni anno, a proposito dei movimenti di reddito a favore dei lavoratori dipendenti, ma non solo. Il documento include anche le operazioni considerate rilevanti a fini fiscali, come le ritenute sui dividendi, o i proventi da partecipazioni.

Tramite questo modello i sostituti di imposta, ovvero i soggetti che si occupano della gestione dei rapporti con il fisco, come i datori di lavoro, devono necessariamente comunicare i movimenti effettuati nell’anno precedente. Per il 2021 era obbligatorio presentare il documento del modello 770 entro l’inizio di novembre, tramite opportuna trasmissione.

Per il 2022 il documento viene confermato con alcune modifiche, introdotte a seguito della Legge di Bilancio 2022, e particolare attenzione è destinata alle sospensioni per Covid-19. Il modello 770 per il 2022 dovrà essere compilato e trasmesso entro il termine di ottobre 2021, non cambia quindi di molto la data ultima per questo obbligo.

Il modello viene sempre suddiviso in diverse parti dedicate ai redditi erogati dal sostituto di imposta: redditi per il lavoro dipendente, per il lavoro autonomo e redditi da capitali. Per la compilazione del modello 770 è possibile rivolgersi, come per altra documentazione di natura fiscale, ad intermediari abilitati, tuttavia è importante che ogni singola tipologia di reddito venga riportata in un unico documento, e che le informazioni non vengano disperse in più modelli 770.

Modello 770/2022: chi deve presentarlo

Il modello 770 è quindi rivolto ai sostituti di imposta, ovvero ai datori di lavoro che si occupano di erogare redditi per lavoratori autonomi e dipendenti, o che producono reddito da capitale. Nel 2022 è necessario presentare il modello 770 con i dati riferiti all’anno precedente, ovvero al 2021.

Sono coinvolti nell’obbligo soggetti che nel corso dell’anno hanno versato ad altri soggetti diverse somme. Sono comprese negli obblighi anche le amministrazioni dello Stato. Inoltre è necessario che gli stessi soggetti abbiano già presentato opportuna documentazione di Certificazione Unica a tutti i lavoratori. Le informazioni da presentare nel modello 770 riguardano:

  • Redditi relativi al lavoro dipendente e assimilati;
  • Redditi per il lavoro autonomo, provvigioni e altri redditi;
  • Dividendi proventi e redditi di capitale, con ritenute sui pagamenti di bonifici nel caso di recupero del patrimonio edilizio e per il risparmio energetico;
  • Locazioni brevi inserite nella CU;
  • Somme derivate dal pignoramento presso terzi.

Secondo i dati contenuti nella bozza del documento del modello 770 presentato recentemente dall’Agenzia delle Entrate, nel modello 770 vanno presentati i dati fiscali delle ritenute operate nel 2021, versamenti, compensazioni e il riepilogo dei crediti, dei contributi e delle assicurazioni richieste.

A dover presentare queste informazioni sono tutti i soggetti che agiscono come sostituti di imposta, ovvero le società di capitali, gli enti commerciali equiparati, gli enti non commerciali e le associazioni, società ed enti di ogni tipo, ma anche trust e condomini.

Sono incluse le società di armamento e le società di persone, le società di fatto, aziende coniugali, gruppi europei di interesse economico, persone fisiche che esercitano arti o professioni, oppure che esercitano imprese commerciali o agricole. Sono inclusi i soggetti che operano ritenute alla fonte, le amministrazioni dello Stato e i curatori fallimentari, ma anche gli eredi che non continuano l’attività del sostituto di imposta estinto.

Come inviare il modello 770/2022

Anche per il nuovo anno, è obbligatorio per i soggetti visti sopra inviare tutte le informazioni all’Agenzia delle Entrate, tramite modello 770. La scadenza è fissata al 31 ottobre 2022, ed è possibile inviare il modello compilato avvalendosi di intermediari fiscali, oppure procedendo in autonomia, oppure ancora tramite altri soggetti incaricati come le amministrazioni dello stato o società che appartengono al gruppo.

Anche in questo caso, come già accade per diversi obblighi dei contribuenti verso il fisco, l’Agenzia delle Entrate mette a disposizione diverse aree del portale per informarsi e procedere alla comunicazione, e a seguito dell’avvenuto invio del modello 770, il soggetto interessato riceverà una conferma dell’avvenuta ricezione e correttezza del documento.

I sostituti di imposta che decidono di procedere autonomamente devono utilizzare i servizi di Entratel o Fisconline. Il documento di bozza del modello 770/2022 spiega anche quali sono i soggetti incaricati a inviare le informazioni al fisco, come ad esempio i Dottori Commercialisti, avvocati o centri CAF.

Modello 770/2022: tutte le novità

A partire dal prossimo anno, il modello 770 sarà caratterizzato da alcune novità che riguardano le recenti disposizioni dell’ultima manovra. Principalmente si tratta di nuovi spazi nel modello, come spiega l’Agenzia delle Entrate:

Nel modello 770 sono stati inseriti nuovi campi per la gestione del credito connesso all’erogazione del trattamento integrativo e per indicare l’”ID Arrangement”, relativo al meccanismo transfrontaliero, rilasciato da un’Amministrazione centrale di uno Stato membro dell’Unione Europea. Per l’inserimento dei versamenti effettuati nell’anno 2021, a seguito della rateizzazione prevista per contrastare l’emergenza Covid-19, restano attivi nei prospetti riepilogativi gli speciali codici Covid-19 introdotti lo scorso anno.”

Ricapitolando, le novità riguardano:

  • L’aggiunta di un campo apposito per gli obblighi di comunicazione transfrontaliera;
  • Lo spazio per i dati relativi alle sospensioni Covid-19;
  • Spazio per le ritenute sui redditi di pensioni inferiori a 18.000 euro;
  • Spazio per il trattamento integrativo recuperato a rate nel 2021 relativamente al 2020.

Il modello 770 non è l’unico documento a cambiare a seguito della Legge di Bilancio 2022, perché cambiano anche il modello 730 per i contribuenti e varia leggermente anche la Certificazione Unica 2022, che vanno ad includere gli aiuti del periodo di pandemia, tra cui la NASPI.

Classe 1992, laureata in Scienze della Comunicazione all'Università degli Studi di Torino, da sempre sono appassionata di scrittura. Dopo alcune esperienze all'estero, ho deciso di approfondire tematiche inerenti la fiscalità nazionale relativa alle persone fisiche ed alle partite Iva. Collaboro con Fiscomania.com per la pubblicazione di articoli di news a carattere fiscale. Un settore complesso quello fiscale ma dove non si finisce mai di imparare.

Lascia una Risposta

Scrivi il tuo commento
Inserisci il tuo nome