Modello 770/2020: scadenza e obbligo di presentazione. La dichiarazione deve essere presentata dai sostituti d’imposta. La scadenza è il 2 novembre 2020.

Il 31 ottobre (o meglio il prossimo 2 novembre, visto che la scadenza cade di sabato) è il termine ultimo per l’invio telematico del Modello 770/2020. Si tratta di una comunicazione obbligatoria avente la funzione di attestare le ritenute fiscali operate dai sostituti d’imposta ed i relativi versamenti effettuati nel corso del periodo d’imposta 2019. 

Il Modello 770/2020 deve essere utilizzato anche dalle Amministrazioni dello Stato, per comunicare in via telematica all’Agenzia delle Entrate i dati fiscali relativi alle ritenute nel corso dell’anno 2019.

La scadenza per la presentazione della documentazione è il 31 ottobre ma, essendo un sabato, è rinviata al 2 novembre 2020.

Modello 770

Cos’è il Modello 770/2020?

Il modello 770 ha la funzione di comunicare in via telematica:

  • Le ritenute fiscali operate dai sostituti d’imposta nel 2019 e i relativi versamenti;
  • Compensazioni dei crediti effettuate;
  • Dati contributivi ed assicurativi;
  • Ritenute operate su dividendi, proventi da partecipazione, redditi di capitale;
  • Ritenute sull’ammontare dei canoni e corrispettivi nelle locazioni brevi.

Termine di presentazione e scadenza del modello 770/2020

La scadenza per la presentazione della documentazione è il 31 ottobre ma, essendo un sabato, è rinviata al 2 novembre 2020.

Chi è tenuto a presentare il Modello 770/2020?

Il modello 770/2020 deve essere presentato all’Agenzia delle Entrate dai sostituti d’imposta.

Pertanto, sono tenuti a presentare il Modello 770 i sostituti d’imposta che hanno effettuato e versato le ritenute fiscali ovvero, in alternativa:

  • Intermediari abilitati e delegati dal sostituto d’imposta;
  • Altri soggetti incaricati;
  • Le società appartenenti al medesimo gruppo del sostituto d’imposta.

La dichiarazione deve essere utilizzata anche dalle Amministrazioni dello stato per inoltrare, telematicamente, i dati fiscali relativi:

  • Ritenute operate nell’anno 2019;
  • Versamenti e le eventuali compensazioni effettuate;
  • Riepilogo dei crediti;
  • Dati contributivi ed assicurativi richiesti.

La scadenza per la trasmissione telematica sarebbe il 31 ottobre tuttavia, tale data cade di sabato, pertanto, il termine slitta a lunedì 2 novembre 2020.

Sono tenuti a presentare il Modello 770, coloro che, abbiano corrisposto le seguenti somme o valori:

  • Assoggetti a ritenuta alla fonte su redditi di capitale;
  • Compensi per avviamento commerciale;
  • Contributi ad enti pubblici e privati;
  • Riscatti da contratti di assicurazione sulla vita, premi, vincite ed altri proventi finanziari compresi quelli derivanti da partecipazioni a organismi di investimento collettivo in valori mobiliari di diritto estero, utili e altri proventi equiparati derivanti da partecipazioni in società di capitali, titoli atipici, e redditi diversi;
  • Soggetti a ritenuta alla fonte.

Sono obbligati:

  • Società di capitali residenti nel territorio dello Stato;
  • Enti commerciali equiparati alle società di capitali residenti nel territorio dello Stato;
  • Enti non commerciali  residenti nel territorio dello Stato;
  • Associazioni non riconosciute, i consorzi, le aziende speciali e le altre organizzazioni non appartenenti ad altri soggetti;
  • Società e gli enti di ogni tipo, con o senza personalità giuridica, non residenti nel territorio dello Stato;
  • Trust;
  • Condomìni;
  • Società di persone residenti nel territorio dello Stato;
  • Società di armamento residenti nel territorio dello Stato;
  • Le società di fatto o irregolari residenti nel territorio dello Stato;
  • Le società o le associazioni senza personalità giuridica costituite fra persone fisiche per l’esercizio in forma associata di arti e professioni residenti nel territorio dello Stato;
  • Aziende coniugali, se l’attività è esercitata in società fra coniugi residenti nel territorio dello Stato;
  • Gruppi europei d’interesse economico (GEIE);
  • Persone fisiche che esercitano imprese commerciali o imprese agricole;
  • Persone fisiche che esercitano arti e professioni;
  • Le persone fisiche che operano le ritenute alla fonte ed aderiscono al Regime forfettario;
  • Amministrazioni dello Stato, comprese quelle con ordinamento autonomo;
  • Curatori fallimentari, i commissari liquidatori, gli eredi che non proseguono l’attività del sostituto d’imposta estinto.

Modello 770/2020 e istruzioni di compilazione

Lascia una Risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here