Invio Modello 730/2020 senza sostituto d’imposta: la bozza del Decreto Rilancio estende i casi in cui è possibile richiedere il rimborso Irpef direttamente all’Agenzia delle Entrate.

La bozza del Decreto Rilancio ha esteso la platea dei potenziali contribuenti, autorizzati a presentare il modello 730 senza sostituto.

Attraverso questa modifica, anche in presenza di un sostituto d’imposta tenuto ad effettuare il conguaglio Irpef, si potrà richiedere il rimborso direttamente all’Agenzia delle Entrate, evitando di gravare cosi sul datore di lavoro.

Invio Modello 730

L’erogazione dei rimborsi Irpef avverrà, tuttavia, dopo il 30 settembre. Ovvero dopo la scadenza dell’invio del Modello 730/2020.

Il datore di lavoro non sarà cosi onorato di anticipare il rimborso IRPEF, emerso eventualmente, con la presentazione del Mod. 730/2020.

Invio Modello 730/2020 senza sostituto

I lavoratori dipendenti potranno presentare il Modello 730/2020 senza sostituto anche in caso di presenza di un sostituto d’imposta tenuto ad effettuare le operazioni di conguaglio fiscale.

Rientra nelle misure a tutela dei datori di lavoro anche l’estensione della possibilità di utilizzo del modello 730 senza sostituto d’imposta, affidando l’onere di effettuare il rimborso direttamente all’Agenzia delle Entrate. Solitamente, presentata solitamente da chi è senza lavoro.

Invio Modello 730/2020 senza sostituto: rimborso Irpef dopo il 30 settembre 2020

L’estensione della possibilità di utilizzare il Modello 730 senza sostituto d’imposta è motivata dalla crisi economica che stanno attraversando molte imprese. In tal modo, molti datori di lavoro saranno dispensati da effettuare i conguagli IRPEF in favore dei propri dipendenti.

Il decreto Rilancio (ancora in bozza) cerca di evitare inoltre che l’impossibilità di erogare i rimborsi Irpef da parte del datore di lavoro danneggi anche il contribuente.

Il compito di erogare il rimborso fiscale spettante sulla base dei dati indicati nel modello 730/2020, così come quello di comunicare ed effettuare i conguagli a debito Irpef, viene affidato all’Agenzia delle Entrate.

Tuttavia, soltanto a partire dal 30 settembre 2020, data di scadenza della presentazione del Modello 730, partiranno i rimborsi Irpef per i lavoratori che si avvarranno dell’invio senza sostituto.

Lascia una Risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here