Fringe benefit auto aziendali

fringe benefit sono dei benefici che molte aziende riconoscono ai propri dipendenti e aumentano il valore della retribuzione, per esempio, buoni spesa, buono carburante, auto aziendali, cellulare aziendale ecc.. I fringe benefit sono dei compensi in natura ed hanno regole particolare circa la loro tassazione.

Essi, possono essere stabiliti ab origine nel contratto di lavoro, oppure possono essere ottenuti successivamente. 

I beni e servizi concessi in fringe benefit concorrono alla formazione del reddito da lavoro e sono sottoposti a tassazione sulla base delle aliquote IRPEF.

Il TUIR, tuttavia prevede una soglia di esenzione di 258,23 euro, questo significa che, se il bene o servizio ha un valore che supera questo importo, la parte eccedente la soglia concorre a formare reddito da lavoro dipendente.

Il trattamento fiscale dei fringe benefits è nell’art, 51 del DPR n 917/86. 

Per i veicoli immatricolati da 1° luglio, sono in vigore le nuove regole sulla tassazione delle auto aziendali. A ciò si aggiungono le nuove percentuali di tassazione dei fringe benefit previste dal 1° gennaio 2021 per i veicoli con emissioni superiori a 160 g/km di CO2.

Fringe benefit auto aziendali
Fringe benefit auto aziendali 2021

Nuove percentuali di calcolo e tassazione

Per i dipendenti e collaboratori che beneficiari dell’auto aziendale come fringe benefit, dal 1 gennaio 2021 ci sono stati degli aumenti della tassazione sui chilometri percorsi.

Dal 1 gennaio 2021, le percentuali di calcolo della tassazione cambiano ulteriormente.

La tassa sulle auto aziendali a carico del dipendente è articolata in quattro fasce:

  1. 25%, auto con emissioni inferiori ai 60 grammi di CO2 per KM percorso
  2. 30%, auto con emissioni comprese tra 60 grammi e 159 grammi di CO2 per KM percorso
  3. 50%, auto con emissioni comprese tra 160 grammi e 189 grammi di CO2 per KM percorso
  4. 60%, auto con emissioni superiori ai 190 grammi di CO2 per KM percorso

Tra luglio e dicembre, infatti, le auto con emissioni tra 160 e 190 grammi di CO2 pagavano rispettivamente un’aliquota del 40% e del 50%. 

EMISSIONIFINO AL 31 DICEMBRE 2020 DAL 1° GENNAIO 2021
emissioni inferiori ai 60 grammi di CO2 per KM percorso25%25%
emissioni comprese tra 60 grammi e 159 grammi di CO2 per KM percorso30%30%
emissioni comprese tra 160 grammi e 189 grammi di CO2 per KM percorso40%50%
emissioni superiori ai 190 grammi di CO2 per KM percorso50%60%

Tabelle ACI 2021

Con la pubblicazione nel S.O. n. 42 alla G.U. 22.12.2020, n. 317, sono entrate in vigore il 1° gennaio 2021 le tabelle nazionali dei costi chilometrici di esercizio di autovetture e motocicli che valgono per il periodo di imposta 2021.

Le tabelle elaborate dall’ACI e dall’Agenzia delle Entrate vengono pubblicate in Gazzetta Ufficiale entro il 31 dicembre e costituiscono il riferimento necessario per il calcolo dell’importo dei rimborsi chilometrici erogati ai lavoratori dipendenti per i veicoli concessi in uso promiscuo.

Gli autoveicoli sono distinti in:

  1. autoveicoli a benzina in produzione
  2. autoveicoli a gasolio in produzione 
  3. autoveicoli a benzina-gpl e benzina-metano in produzione 
  4. autoveicoli ibrido-benzina ibrido-gasolio in produzione 
  5. autoveicoli elettrici ed ibridi plug-in in produzione 
  6. autoveicoli a benzina fuori produzione 
  7. autoveicoli a gasolio fuori produzione 
  8. autoveicoli a benzina-gpl e benzina-metano fuori produzione 
  9. autoveicoli ibrido benzina ibrido gasolio fuori produzione 
  10. autoveicoli elettrici ed ibridi plug-in fuori produzione
  11. motoveicoli

Avviso importante:
Fiscomania.com ha raccolto, con ragionevole cura, le informazioni contenute in questo sito. Il materiale offerto è destinato ai lettori, solo a scopo informativo. Quanto letto non può in nessun caso sostituire una adeguata consulenza o parere professionale che rimane indispensabile. Si prega di leggere i nostri Termini e condizioni e l’informativa sulla privacy prima di utilizzare il sito. Tutto il materiale è soggetto alle leggi sul copyright. Fiscomania.com non accetta alcuna responsabilità in relazione all’utilizzo di tale pubblicazione senza la collaborazione dei suoi professionisti.

Lascia una Risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here