bonus in scadenza

Il 2021 volge oramai al termine e molti bonus in scadenza potrebbero non essere prorogati per il 2022. Quest’anno è stato ricco di incentivi, per far fronte all’emergenza economica seguente all’emergenza sanitaria ha reso sempre più necessario ricorrere al sistema degli incentivi.

I numerosi bonus per le famiglie e lavoratori, che sono stati di fondamentale rilevanza nell’ultimo anno per l’economia nazionale, necessitano di una ridefinizione.

Tuttavia, ora che ci avviamo ad una nuova fase dell’emergenza, potrebbe rendersi necessaria una sistemazione della disciplina sugli incentivi.

Pubblicità

Vediamo quali sono i principali bonus da richiedere entro la fine dell’anno.

Quali sono i bonus in scadenza?

A partire da gennaio 2022, dovremo dire addio ad alcuni incentivi, non prorogati dal Governo.
La necessità di risistemare il sistema di incentivi è stata avvertita da molte parti politiche, che hanno dunque indotto un intervento indirizzato, o meglio a non prorogare, alcuni bonus in scadenza a dicembre 2021.

Il Governo italiano ha infatti introdotto nell’ultimo anno e mezzo, un sistema considerevole di incentivi. Tuttavia, molti non saranno rinnovati. I numerosi bonus per le famiglie e lavoratori, che sono stati di fondamentale rilevanza nell’ultimo anno per l’economia nazionale, necessitano di una ridefinizione.

Altre agevolazioni sono messe a disposizione dall’INPS e da altri enti.

Molti di questi aiuti devono essere richiesti entro fine anno o prima per poterne usufruire.

Dunque, dovrai affrettarti se sei interessato a ricevere tali sussidi. Ma quali sono i bonus in scadenza?

Bonus terme

Il bonus terme, introdotto in realtà molto di recente, appena il 28 ottobre, è già in scadenza. il beneficio ha avuto un ampissiomo successo, tant’è che è andato esaurito già dopo alcuni giorni.

Il bonus terme nasce per fornire un sostegno al settore termale, duramente colpito durante la pandemia e per offrire una possibilità ai cittadini di usufruire dei servizi termali in modo gratuito attraverso l’utilizzo voucher dal valore di 200 euro.

Può essere richiesto da qualsiasi cittadino, indipendentemente dai limiti di ISEE e può essere richiesto prenotando i servizi termali sul sito di Invitalia. La prenotazione è valida per 60 gg, dopodiché la somma ritorna nella disponibilità dell’ente per una nuova assegnazione.

Il bonus, come dicevamo, scade il 31 dicembre, in quanto introdotto in via sperimentale.

Bonus rottamazione tv

Il bonus rottamazione TV si sostanzia in uno sconto del 20% sul prezzo d’acquisto del nuovo televisore, fino a un tetto massimo di 100 euro, rottamando apparecchi acquistati prima del 22 dicembre 2018.

Questi apparecchi, infatti, non risultano più idonei ai nuovi standard tecnologici di trasmissione televisiva del digitale terreste. Il bonus TV potrà essere adesso richiesto senza dover necessariamente presentare ISEE. Anche questo è un bonus in scadenza al 31 dicembre.

Bonus vacanze

Tra le novità che hanno attratto maggiormente l’attenzione, ma che hanno ricevuto scarso utilizzo, vi è stato il bonus vacanze.

Il bonus vacanza è uno sconto sul soggiorno in strutture di alberghiere, in Italia, fino ad un massimo di 500 euro, di cui l’80%. Mentre il restante 20% è oggetto di detrazione fiscale.

Il bonus presuppone la presentazione dell’ISEE per usufruirne. Anche la disposizione pare che non sarà oggetto di proroga il prossimo anno.

Bonus bollette

Il bonus bollette è uno sconto che viene applicato sulle bollette della luce e del gas. Proprio di recente, invero, il legislatore è intervenuto su tale strumento. Con gli aumenti degli ultimi mesi, si è rivelato un alleato indispensabile per le imprese.

Il legislatore ha dunque deciso di intervenire, rendendolo automatico per le famiglie il cui indice ISEE non supera 8.265 euro annui, oltre che per le famiglie numerose e i percettori del reddito e della pensione di cittadinanza.

Lo sconto, per il momento, non è stato rinnovato per il 2022, ma, dati i recenti interventi, non sembra un’evenienza improbabile.

I bonus in scadenza per le famiglie

Come sappiamo, a partire da marzo 2022, entrerà in vigore l’assegno unico per le famiglie. Non saranno dunque rinnovati alcuni bonus, i quali invece verranno assorbiti dal nuovo strumento in questione. Tra questi rientrano:

  • bonus bebè, è una misura di sostegno alla natalità erogato per tutti i figli nati, adottati o in affido dal 1 gennaio 2021 al 31 dicembre 2021.;
  • bonus asilo nido, spetta ai genitori di figli nati, adottati o affidati dal 1° gennaio 2016, e l’importo varia a seconda delle fasce di reddito in base all’ISEE;
  • bonus cicogna,  un contributo che consiste in un assegno di 500€ per tutti i bambini adottati e nati nel 2020. I beneficiari sono i figli o gli orfani dei dipendenti del Gruppo Poste Italiane SpA, dipendenti ex IPOST, sottoposti alla trattenuta mensile dello 0,40 % e pensionati che hanno lavorato per una delle due compagnie;
  • bonus figli, Assegno temporaneo per figli minori a carico a favore di famiglie con Isee inferiore a 50.000 euro.

Anche questi incentivi sono bonus in scadenza al 31 dicembre.

Bonus auto/auto comune di Milano

Tra i bonus in scadenza vi sono anche il bonus auto e auto per il comune di Milano.

Entrambi i bonus sono incentivi per garantire l’acquisto di automobili che presentano basse emissioni nell’ambiente, o per la sostituzione di veicoli vecchi con automobili di nuova generazione. 

In particolare, il secondo bonus può essere richiesto da cittadini maggiorenni residenti nel Comune di Milano e consistono in uno scontro sull’acquisto di autoveicoli.

Bonus verde

Il bonus verde consiste in un incentivo per sistemare a verde alcune aree ed edifici. Esso è una detrazione Irpef del 36% sulle spese sostenute per i seguenti interventi:

  • sistemazione a verde di aree scoperte private di edifici esistenti, unità immobiliari, pertinenze o recinzioni, impianti di irrigazione e realizzazione pozzi
  • realizzazione di coperture a verde e di giardini pensili.

Molto probabilmente, il bonus verde non sarà prorogato, quindi potrà essere richiesto entro il 31 dicembre 2021.

Bonus condizionatori

Tra gli altri bonus in scadenza vi è il bonus condizionatori. Il bonus si sostanzia in un’agevolazione fiscale che spetta a tutti i soggetti che decidono di acquistare oppure sostituire i propri condizionatori con uno a pompa di calore a risparmio energetico come ad esempio classe A+++. 

Lo sconto è equivalente ad una somma pari al 50% al 65% per le spese sostenute per acquistare climatizzatori a risparmio energetico, fino ad un massimo di spesa pari a 16.000 euro.

Potrai beneficiare del predetto bonus facendo richiesta entro dicembre.

Bonus facciate in scadenza o cambia qualcosa?

Nelle ultime settimane si è molto dibattuto, invece, sul bonus facciate. In questo caso, si è discusso se modificarlo o non prorogarlo.

Allo stato sembra che anche per il 2022 potrai fare richiesta del bonus facciate.

Tuttavia, con la Legge di Bilancio 2022, la detrazione fiscale che per il 2021 è fissata al 90% scende al 60%, per questo motivo conviene procedere con i lavori entro la fine di dicembre 2021.

Bonus tende da sole

Il bonus tende è uno degli incentivi recentemente introdotti per far fronte all’emergenza economica successiva alla pandemia da Covid-19. Anche in questo caso, come in molti altri contesti, il legislatore ha previsto il sistema degli sgravi fiscali per incentivare il settore delle ristrutturazioni.

Esso si sostanzia in una detrazione fiscale, pari al 50% delle spese totali sostenute. Del suddetto potrai, invero, beneficiare entro certi limiti di spesa. Il massimo di detrazione ammissibile è pari a 60.000 euro per unità immobiliare.

Ancora è dubbia la sua proroga, quindi ti invitiamo ad affrettarti ad utilizzarlo!

Bonus mobili ed elettrodomestici 2021

Il Bonus mobili ed elettrodomestici 2021 consiste in una detrazione Irpef del 50% per l’acquisto di mobili e elettrodomestici di classe almeno A+ (A per i forni), destinati ad arredare un immobile oggetto di ristrutturazione.

 Il bonus mobili 2021 può essere usufruito per gli acquisti effettuati nel 2021,tuttavia, può essere richiesta solo da chi realizza un intervento di ristrutturazione edilizia iniziato non prima del 1° gennaio 2020.

Anche il bonus in questione è in scadenza al 31 dicembre.


"Laureatasi in Giurisprudenza con la votazione di 110 e Lode presso l'Università degli Studi di Napoli "Federico II" e con approfondita conoscenza delle materie del Diritto Civile e del Diritto Amministrativo. Ha brillantemente concluso la pratica forense in diritto civile e il tirocinio ex art. 73 d.l. 69/2013 presso la Procura della Repubblica di Napoli Nord".

Lascia una Risposta

Scrivi il tuo commento
Inserisci il tuo nome