Home Fisco Nazionale Bonus mamma domani 2021: quali sono i requisiti?

Bonus mamma domani 2021: quali sono i requisiti?

Il Bonus mamma domani 2021 è un bonus di 800 euro ed è riconosciuto senza limiti di reddito. Occorre presentare domanda all'INPS. Vediamo quali sono i requisiti richiesti.

0

Il bonus mamme domani è una agevolazione per la genitorialità e consiste in un bonus di 800 euro, riconosciuto senza limiti di reddito ma soltanto dopo aver presentato domanda all’INPS. Il Bonus spetta anche in caso di adozione o affidamento preadottivo. Il bonus mamma domani potrà essere richiesto fino al 31 dicembre 2021. Dal 1 gennaio 2021, il bonus mamma domani sarà assorbito dall’Assegno Unico per i figli.

La domanda potrà essere inoltrata al compimento del settimo mese di gravidanza, inizio dell’ottavo, oppure anche dopo la nascita del figlio, a patto che venga rispettato il termine di un anno dal verificarsi dell’evento, nel caso di adozione o affidamento, la data di ingresso in famiglia è il giorno a partire dal quale calcolare il termine di un anno.

Il Bonus di 800 euro verrà corrisposto in un’unica soluzione per le nascite o adozioni avvenute nel periodo 1º gennaio ed il 31 dicembre 2021. La domanda dovrà essere inviata esclusivamente in modalità telematica all’INPS.

Per conoscere gli altri Bonus previsti a favore della famiglia nel 2021: “Assegno unico per i figli 2021: come funziona, beneficiari, importi”

“Bonus famiglia 2021: assegno unico, bonus bebè”


Cos’è il Bonus mamma domani?

Il Bonus mamma domani (Premio alla nascita) è una prestazione economica erogata dall’INPS, in favore delle madri che ne facciano domanda, al settimo mese di gravidanza, inizio ottavo mese, oppure al momento della nascita, adozione o affido preadottivo.

Il bonus mamma domani ha l’obiettivo di aiutare le famiglie nelle spese antecedenti la nascita di un figlio, esso è riconosciuto senza limiti di reddito ma soltanto dopo aver presentato domanda all’INPS. La domanda potrà essere inoltrata al compimento del settimo mese di gravidanza (inizio dell’ottavo), o dopo la nascita del figlio, a patto che venga rispettato il termine di un anno dal verificarsi dell’evento.

Le domande di bonus mamme dovranno essere presentate compilando il modulo online messo a disposizione dall’Inps e per poter compilare l’istanza è necessario essere in possesso del PIN, SPID o CiE. E’ possibile inoltrare la domanda anche tramite l’APP INPS. In alternativa, l’istanza per ottenere il bonus mamma 2021 può essere inviata tramite:

  • Contact center al numero 803 164 (gratuito da rete fissa) oppure 06 164 164 da rete mobile;
  • enti di patronato e intermediari dell’Istituto attraverso i servizi telematici offerti dagli stessi.

Se è stata già presentata la domanda in relazione al compimento del settimo mese di gravidanza non si dovrà presentare ulteriore domanda alla nascita, ugualmente il bonus richiesto per l’affidamento preadottivo non può essere richiesto in occasione della successiva adozione dello stesso minore.

A chi spetta il Bonus mamma domani 2021?

Per poter beneficiare del Bonus mamma domani 2021, è necessario, in via alternativa:

  • Compimento del settimo mese di gravidanza, inizio dell’ottavo mese;
  • Nascita;
  • Adozione nazionale o internazionale del minore, disposta con sentenza divenuta definitiva;
  • Affidamento preadottivo nazionale o affidamento preadottivo internazionale.

In caso di gravidanza gemellare, la richiedente può presentare domanda:

  • Al compimento del settimo mese e, qualora la domanda venga accolta, può essere liquidata una sola quota di 800 euro. Le altre quote dello stesso importo potranno essere erogate, per ciascun figlio, a seguito della seconda domanda che l’interessata dovrà presentare a parto avvenuto;
  • A parto avvenuto, con un’unica istanza. Se la domanda sarà accolta, verranno corrisposte tante quote da 800 euro quanti sono i gemelli.

Come fare domanda per il Bonus mamma domani 2021?

La domanda dovrà essere inviata esclusivamente in modalità telematica all’INPS. In caso di gravidanza gemellare sarà necessario fare due domande e si avrà diritto a due assegni di 800 euro.

La domanda per beneficiare del Bonus mamma domani 2021, dovrà essere effettuata, compilando il modulo online messo a disposizione dall’INPS ed è necessario essere in possesso del PIN, SPID o Carta di identità elettronica. E’ possibile presentare la domanda anche tramite l’app dell’INPS.

Quali sono i documenti necessari?

Al momento della presentazione della domanda, deve essere allegato il certificato sullo stato di gravidanza rilasciato dal medico, in cui sarà indicata la data presunta del parto. Nel caso di parto già avvenuto, occorre autocertificare nella domanda la data del parto e le generalità del bambino, codice fiscale. In caso di parto plurimo è richiesta l’indicazione di più minori, il bonus è riconosciuto per ogni minore.

Al momento della domanda sono necessari anche:

  • Gli estremi del permesso di soggiorno per i cittadini extracomunitari;
  • In caso di parto già avvenuto, l’autocertificazione della data del parto e la generalità del bambino;
  • In caso di adozioni o affidamenti nazionali o internazionali è necessario indicare gli elementi indispensabili per verificare la data di ingresso in famiglia o nel territorio italiano, ad esempio data del provvedimento di adozione e autorità che lo ha emesso;
  • Data di ingresso in famiglia copia digitalizzata del certificato dell’ente autorizzato a curare la procedura di adozione o affidamento;
  • In caso di adozione pronunciata in uno stato estero è obbligatorio riportare gli elementi necessari per il reperimento delle informazioni come, ad esempio, numero e data dell’atto nonché l’autorità che lo ha emesso;
  • In caso di affidamento esclusivo del figlio al padre, dovranno essere riportati gli elementi identificativi del provvedimento o in alternativa copia dello stesso.

Dovranno essere presentati specifici documenti nel caso di adozione o affidamento avvenuto a partire dal 1° gennaio 2021.

Adozioni o affidamento

Specifici documenti dovranno essere presentati invece nel caso di adozione o affidamento avvenuto a partire dal 1° gennaio 2021:

  • adozione/affidamento nazionale: occorre indicare gli elementi necessari per il reperimento delle informazioni o dei dati presenti nel provvedimento di adozione o affidamento emesso dell’autorità competente (tipologia, numero, data del provvedimento e autorità che lo ha emesso tipologia del provvedimento; numero del provvedimento; data del provvedimento; autorità che ha emesso il provvedimento). Oppure è possibile allegare copia digitalizzata del provvedimento stesso al fine di consentire l’individuazione dei citati elementi;
  • adozione/affidamento internazionale: è necessario indicare, al momento della domanda, gli elementi indispensabili per il reperimento delle informazioni o dei dati presenti nell’autorizzazione all’ingresso del minore in Italia rilasciata dalla Commissione per le Adozioni Internazionali – CAI (numero dell’autorizzazione; data dell’autorizzazione) ovvero il numero e la data dell’autorizzazione. In alternativa si ha facoltà di allegare copia digitalizzata dell’autorizzazione stessa o la dichiarazione sostitutiva, al fine di consentire l’individuazione dei citati elementi. E’ possibile allegare dichiarazione sostitutiva dell’autorizzazione;
  • data di ingresso in famiglia: allegare copia digitalizzata del certificato dell’ente autorizzato a curare la procedura di adozione da cui risulti la data di effettivo ingresso in famiglia;
  • adozione pronunciata nello stato estero: occorre indicare, al momento della domanda, gli elementi indispensabili per il reperimento delle informazioni o dei dati presenti nel provvedimento di trascrizione nei registri dello stato civile del provvedimento di adozione emesso dallo stato estero (tipologia, numero, data del provvedimento e autorità che lo ha emesso) oppure ha facoltà di allegare copia digitalizzata del provvedimento stesso al fine di consentire l’individuazione dei citati elementi.
  • abbandono/affido esclusivo al padre: bisogna indicare, al momento della domanda, gli elementi indispensabili per il reperimento delle informazioni o dei dati presenti nel provvedimento emesso dall’autorità competente (tipologia, numero, data, autorità che ha emesso il provvedimento). In alternativa è possibile allegare la copia digitalizzata del provvedimento stesso.

A quanto ammonta il Bonus mamma domani 2021?

Come riportato sul sito INPS, l’importo dell’assegno è di 800 euro e le modalità di pagamento previste sono:

  • bonifico domiciliato presso ufficio postale;
  • accredito su conto corrente bancario;
  • accredito su conto corrente postale;
  • libretto postale;
  • carta prepagata con IBAN.

Per tutti i pagamenti, eccetto bonifico domiciliato presso ufficio postale, è richiesto il codice IBAN.

A partire dal 10 aprile 2020 non è più necessario il completamento e la trasmissione del modello SR 163 (Circolare Inps n. 48 del 29 marzo 2020).

Nessun Commento

Lascia una Risposta

Scrivi il tuo commento
Inserisci il tuo nome