pagamenti INPS ottobre 2021

Il mese di ottobre 2021 che si appresta ad iniziare, sarà ricco di pagamenti erogati dall’INPS. In particolare, già da fine settembre, si è provveduto al versamento delle pensioni secondo quanto disposto della protezione civile, con l’Ordinanza numero 787 del 23 agosto 2021. Tramite il presente comunicato, l’ente ha ufficialmente delineato la tabella di marcia, la quale prevede il pagamento anticipato anche per i successivi mesi di ottobre e novembre.

Pubblicità

Oltre ai pagamenti delle pensione sono altrettanto attesi:

  • primo versamento dell’assegno unico;
  • reddito di emergenza;
  • bonus bebè, stagionali e IRPEF, direttamente in busta paga.

Vediamo nel dettaglio tutti i pagamenti INPS del mese di ottobre 2021.


Pagamenti INPS: in arrivo assegno unico

In arrivo da parte dell’ente previdenziale dei pagamenti per la prima mensilità richieste per l’assegno temporaneo per i figli, al quale seguirà il pagamento dell’indennità di disoccupazione.

L’assegno unico temporaneo è una prestazione transitoria destinata alle famiglie in possesso di determinati requisiti per ogni figlio minore di 18 anni, inclusi i figli minori adottati e in affido preadottivo, prevista dal primo luglio al 31 dicembre 2021. Tra i destinatari dell’incentivo circa 380 mila italiani, tra questi già 200.000 i pagamenti già valutati e autorizzati, mentre per i restanti 180.000 le verifiche preventive saranno completate in settimana e i pagamenti saranno autorizzati a breve, entro il 5 ottobre 2021.

La misura, che riunisce una serie di bonus erogati singolarmente in precedenza, ha avuto un discreto successo, difatti già ammonta a circa 710.000 che l’INPS ha provveduto a pagare o sono in corso di pagamento.

Come ha evidenziato il comunicato del consiglio dei ministri del 29 settembre, si tratta del 90 per cento delle domande trasmesse a luglio, agosto e settembre, per le quali i pagamenti proseguiranno anche per le seconde e terze mensilità dell’assegno unico spettanti.

Requisiti assegno temporaneo figli

Ricordiamo, inoltre, che oltre ai pagamenti INPS ottobre è anche la data di scadenza per la presentazione dell’istanza di accesso al beneficio con effetto retroattivo al 1 luglio 2021. Possono fare richiesta i nuclei familiari con figli minori a carico che non hanno diritto all’Assegno per il Nucleo Familiare (ANF), vale a dire:

  • lavoratori autonomi;
  • disoccupati;
  • coltivatori diretti, coloni e mezzadri;
  • titolari di pensione da lavoro autonomo;
  • nuclei che non hanno uno o più requisiti per godere dell’ANF.

La prestazione risulta compatibile anche con il Reddito di cittadinanza e con altre misure assistenziali.

Il legislatore ha tuttavia previsto anche un limite di reddito per ottenere la somma in questione. Ai contribuenti con ISEE fino a 50.000 euro che, al netto dei beneficiari del reddito di cittadinanza, è consentito inviare all’INPS tramite sistema telematico, accedendo al portale online dell’ente previdenziale, o tramite CAF e patronati

Modalità di erogazione e tempistiche

L’ente previdenziale provvedere automaticamente ai pagamenti. La data del calendario per l’inizio dell’erogazione dell’incentivo è il 9 ottobre 2021. Gli importi variano al variare dell’ISEE e si azzerano a fronte di un reddito superiore a 50 mila euro. Mediamente le famiglie otterranno 167,50 euro per ogni figlio a carico.

Pagamento reddito di emergenza di ottobre

Tra i pagamenti INPS per il mese di ottobre 2021 vi è anche l’appuntamento atteso con il reddito di emergenza. Il Reddito di Emergenza (REM d.l. 34) è una misura di sostegno economico istituita con l’articolo 82 del decreto-legge 19 maggio 2020, n. 34 (Decreto Rilancio) in favore dei nuclei familiari in difficoltà a causa dell’emergenza epidemiologica da Covid-19. Il sussidio è stato prorogato più volte al fine di garantire uno strumento per affrontare il difficile periodo che stiamo vivendo.

L’incentivo in questione sarà erogato a tutti coloro che ne hanno fatto richiesta entro il 31 luglio 2021. A partire dal 15 ottobre, l’ente previdenziale provvederà ai primi pagamenti. Tuttavia, potresti avere a disposizione la somma in una data differente, che varia in base alla data di presentazione delle domande.

Proprio per tale ragione ti invitiamo a controllare i pagamenti effettuati dall’INPS sul relativo portale. Già a settembre abbiamo assistito ad alcuni piccoli ritardi nei versamenti.

Ciascun beneficiario otterrà un importo variabile al variare della composizione del proprio nucleo familiare, secondo la seguente scala di equivalenza:

  • 1 per il primo componente del nucleo familiare (il cosiddetto richiedente);
  • 0,4 per ogni altro componente maggiorenne;
  • 0,2 per ogni altro componente minorenne.

Pagamenti pensioni ottobre 2021

Il calendario dei pagamenti INPS prevede come principale appuntamento di settembre quello consistente nell’erogazione delle pensioni di anzianità.  Il ritiro di trattamenti pensionistici, assegni, pensioni e indennità di accompagnamento per gli invalidi civili sono stati stabiliti con l’Ordinanza numero 787 del 23 agosto secondo la seguente divisione in ordine alfabetico:

CognomePagamento delle pensioni
A-Clunedì 27 settembre
D-Gmartedì 28 settembre
H-Mmercoledì 29 settembre
N-Rgiovedì 30 settembre
S-Zvenerdì 1° ottobre

Pagamenti anticipati pensioni novembre 2021

Nel mese di ottobre si provvederà anche al pagamento anticipato delle pensioni di novembre, il quale invece avrà luogo nella settimana che va dal 25 al 30 ottobre 2021. Gli accrediti sul conto corrente bancario, invece, verranno eseguiti al primo giorno bancabile del mese, quindi a partire dal 2 novembre 2021.

Tutti i bonus in busta paga

Per il mese di ottobre 2021 le sorprese in busta paga sono molte. L’INPS provvederà al pagamento di alcuni incentivi come il bonus bebè, del bonus Irpef in busta paga e del bonus per i lavoratori stagionali.

Il bonus IRPEF verrà attribuito in misura diversa a seconda del reddito, tuttavia ci sembra opportuno chiarire a quali categorie di lavoratori potrà essere attribuita.Quest’ultimo verrà direttamente accreditato in busta paga a partire dal 23 ottobre 2021.

Mentre il bonus bebè il quale viene corrisposto a prescindere dal reddito ISEE. Quindi, anche nel 2021 è previsto il Bonus, per tutti i figli nati, adottati o in affido dal 1 gennaio 2021 al 31 dicembre 2021. L’incentivo sarà erogato a partire dal 10 ottobre ed entro il 18 ottobre 2021.

Il bonus stagionali, invece, consiste nell’incentivo introdotto con i Decreti Sostegni, sono altrettanto attesi per il mese di ottobre.

Lascia una Risposta

Scrivi il tuo commento
Inserisci il tuo nome