Gli artt. 2 - 3-bis del D.Lgs. n. 462/97 prevedono che la totalità delle somme o la prima rata vanno pagate entro 30 giorni dalla comunicazione bonaria. Il regime del lieve inadempimento è volto ad evitare che si contesti la decadenza dalla dilazione nonché dalla definizione per irregolarità poco consistenti. Per questo, alcuna decadenza si verifica per inadempimenti dovuti a:
- insufficiente versamento, per una frazione non superiore al 3%, e, in ogni caso, a 10.000,00 euro;
- tardivo versamento non superiore a sette giorni.

Che cos'è il lieve inadempimento di un avviso bonario?

Gli artt. 2 - 3-bis del D.Lgs. n. 462/97 prevedono che la totalità delle somme o la prima rata dell'avviso bonario devono essere versate nel termine di 30 giorni dalla notifica della comunicazione bonaria. L'art. 15-ter del DPR n. 602/73 prevede un particolare regime, c.d. "lieve inadempimento", volto ad evitare che possa esserci una decadenza dalla rateazione per irregolarità poco consistenti. In virtù di questa disciplina non si verifica l'inadempimento in caso di:

Versamento insufficiente dell'importo della rata, per una frazione non superiore al 3% e, in ogni caso, a 10.000 euro;T...

Questo articolo è riservato agli abbonati:
Scopri come
abbonarti a Fiscomania.com.


Sei già abbonato?
Accedi tranquillamente con le tue credenziali: Login
Articolo precedenteCosa sono i beni rifugio? Conviene investirci? Una panoramica
Prossimo ArticoloLa contabilizzazione dei contributi pubblici
Dottore Commercialista, Tax Advisor, Revisore Legale. Aiuto imprenditori e professionisti nella pianificazione fiscale. La Fiscalità internazionale le convenzioni internazionali e l'internazionalizzazione di impresa sono la mia quotidianità. Continuo a studiare perché nella vita non si finisce mai di imparare. Se hai un dubbio o una questione da risolvere, contattami, troverò le risposte. Richiedi una consulenza personalizzata con me.