Home Fisco Nazionale Fiscalità del lavoro Incentivi giovani e donne 2022: le novità

Incentivi giovani e donne 2022: le novità

0

Incentivi giovani e donne: nuovi rifinanziamenti in arrivo dal Ministero dello sviluppo economico. Cerchiamo di scoprire cosa c’è da sapere sul punto.

Anche per quest’anno ritornano gli incentivi per giovani e donne per il 2022, come confermato dal Ministero dello Sviluppo Economico. Il MISE ha infatti stanziato oltre 150 milioni di euro, destinati a finanziare le micro e piccole imprese, in prevalenza gestite da giovani e donne.

Invero già la legge di Bilancio 2022 aveva disposto il rifinanziamento di 150 milioni di euro la misura “Oltre Nuove imprese a tasso zero”. Lo scopo principale della misure è di sostenere la creazione e lo sviluppo di micro e piccole imprese composte in prevalenza o totalmente da giovani tra i 18 e i 35 anni oppure da donne di tutte le età.

La procedura è gestita da Invitalia, la quale provvederà a verificare il possesso dei requisiti e erogare l’agevolazione. Dunque, è possibile accedere molto facilmente mediante richiesta online sul portale di Invitialia stessa. Si ricorda che è essenziale indicare il piano di impresa, in quanto è condizione indispensabile per accedere all’incentivo.

Vediamo cosa c’è da sapere sul punto.

Incentivi giovani e donne: tutti i finanziamenti

Anche per quest’anno ritornano gli incentivi per giovani e donne per il 2022, come confermato dal Ministero dello Sviluppo Economico.

Il MISE ha infatti stanziato oltre 150 milioni di euro, destinati a finanziare le micro e piccole imprese, in prevalenza gestite da giovani e donne.

Invero già la legge di Bilancio 2022 aveva disposto il rifinanziamento di 150 milioni di euro la misura “Oltre Nuove imprese a tasso zero”. Lo scopo principale della misure è di sostenere la creazione e lo sviluppo di micro e piccole imprese composte in prevalenza o totalmente da giovani tra i 18 e i 35 anni oppure da donne di tutte le età.

Sul punto le principali informazioni sono state divulgate dal decreto del 16 marzo 2022. Quest’ultimo è stato diffuso contestualmente alla pubblicazione della notizia sul sito dello stesso Ministero. Inoltre, come è stato evidenziato potrà esser presentata domanda a partire dal 24 marzo, alle ore 12.00.

Ti ricordiamo che la domanda può essere presentata fino ad esaurimento delle risorse.

I destinatari della misura denominata “ON – Oltre Nuove imprese a tasso zero” sono i seguenti:

  • giovani di età compresa tra i 18 e i 35 anni;
  • donne di ogni età.

Suddetto strumento si tratta di un fondo per i finanziamenti a tasso zero e contributi a fondo perduto per progetti d’impresa con spese fino a 3 milioni di euro.

Nel complesso gli incentivi possono coprire fino al 90 per cento delle spese ammissibili.

I requisiti richiesti alle imprese

Per accedere agli incentivi giovani e donne è necessario possedere una serie di requisiti. Alle imprese è infatti richiesto di dimostrare di avere determinate caratteristiche, di realizzare uno specifico progetto di crescita.

Tuttavia, per accedere alla procedura di selezione è necessario:

  • costituite da non più di 60 mesi alla data di presentazione della domanda di
    agevolazione;
  • di micro e piccola dimensione, secondo la classificazione contenuta nell’Allegato I al Regolamento GBER;
  • costituite in forma societaria;
  • la compagine societaria deve essere composta, per oltre la metà numerica dei soci e di quote di partecipazione, da soggetti di età compresa tra i 18 ed i 35 anni ovvero da donne.

Inoltre, le imprese devono:

  • essere regolarmente costituite ed essere iscritte nel Registro delle imprese;
  • essere nel pieno e libero esercizio dei propri diritti, non essere in liquidazione volontaria e non essere sottoposte a procedure concorsuali e non trovarsi in condizioni tali da risultare impresa in difficoltà;
  • non rientrare tra le imprese che hanno ricevuto e, successivamente, non rimborsato o depositato in un conto bloccato, gli aiuti individuati quali illegali o incompatibili dalla Commissione europea;
  • aver restituito somme dovute a seguito di provvedimenti di revoca di agevolazioni concesse dal Ministero;
  • non essere incorse nell’applicazione della sanzione interdittiva di cui all’articolo 9, comma 2, lettera d), del decreto legislativo 8 giugno 2001, n. 231 e successive modifiche e integrazioni;
  • non avere i propri legali rappresentanti o amministratori condannati, con sentenza definitiva o decreto penale di condanna divenuto irrevocabile o sentenza di applicazione della pena su richiesta ai sensi dell’articolo 444 del codice di procedura penale, per i reati che costituiscono motivo di esclusione di un operatore economico dalla partecipazione a una procedura di appalto o concessione ai sensi della normativa in materia di contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture vigente alla data di presentazione della domanda di agevolazione.

Contributi a fondo perduto

Gli incentivi giovani e donne 2022 si sostanziano quindi in contributi a fondo perduto. Sono previste due tipologie di finanziamenti:

  • finanziamento agevolato, a tasso zero, della durata massima di dieci anni;
  • contributo a fondo perduto, per un importo complessivamente non superiore al 90% della spesa ammissibile.

Per quanto riguarda le imprese costituite da non più di 36 mesi, il contributo a fondo perduto è riconosciuto, nei limiti delle risorse finanziarie disponibili, in misura pari al 20% delle spese. Sono finanziabili gli acquisti di:

  • macchinari,
  • impianti e attrezzature,
  • programmi informatici
  • servizi per le tecnologie dell’informazione e della comunicazione,
  • brevetti e licenze d’uso.

Mentre per quel che riguarda le imprese costituite da non più di 60 mesi, il contributo a fondo perduto è riconosciuto, nei limiti delle risorse finanziarie disponibili, in misura pari al 15%, sempre per l’acquisto delle medesime spese.

In caso di esaurimento delle risorse finanziarie destinate al contributo a fondo perduto, le agevolazioni sono concesse nella sola forma di finanziamento agevolato.

E’ altresì possibile ad accedere ad un’attività di tutoraggio.

Come presentare la domanda?

L’incentivo giovani e donne 2022 può essere richiesto dalle imprese che sono volte a realizzare nuove attività o ad estendere quelle già esistenti. Tali forme di agevolazione consento anche di produrre una maggior diversificazione in alcuni settori, come i settori manifatturiero, servizi, commercio e turismo.

Tale incentivo, tuttavia, è una forma di rifinanziamento. Ciò ha come principale conseguenza che i requisiti e la procedura per la presentazione della domanda non sono variati rispetto a quanto previsto dal citato decreto del MISE del 4 dicembre 2020.

La domanda deve essere presentare necessariamente online, mediante l’apposita piattaforma messa a disposizione sul sito di Invitalia.

L’incentivo è a sportello, non ci sono quindi graduatori o scadenze ma le istanze vengono esaminate secondo l’ordine di arrivo. Le richieste possono essere inviate da oggi e prima verranno inviate e più possibilità avranno di ottenere esito positivo.

La domanda va redatta in lingua italiana, compilata esclusivamente per via elettronica, utilizzando la procedura informatica messa a disposizione sul sito di Invitalia e firmata digitalmente.

Piano di impresa

La domanda deve esser corredata di alcuni documenti. In particolare, uno degli elementi fondamentali che deve esser necessariamente presentato è il piano di impresa. Quest’ultimo deve recare alcuni elementi:

  • dati anagrafici e profilo del soggetto proponente;
  • descrizione dell’attività proposta e gli elementi utili a determinare il costo del programma, la funzionalità e la coerenza delle spese di investimento oggetto del programma e l’idoneità della sede individuata;
  • descrizione dei criteri di quantificazione delle esigenze di capitale circolante se richiesto;
  • analisi del mercato e relative strategie;
  • aspetti tecnico-produttivi ed organizzativi;
  • aspetti economico-finanziari.

Gli altri documenti da presentare

Oltre al piano di impresa, la domanda deve contenere altri due requisiti essenziali:

  • atto costitutivo e statuto della società;
  • attestazione, resa mediante dichiarazioni sostitutive di atto di notorietà ai sensi dell’art. 47 del D.P.R. 28/12/2000 n. 445 e successive modificazioni, relativa al possesso dei requisiti (che vedremo nel paragrafo successivo), qualora l’ammontare delle agevolazioni richieste sia di importo superiore a euro 150.000,00, ai dati necessari ai fini delle verifiche previste dalla vigente normativa in materia di documentazione antimafia.

La procedura di verifica

La procedura per ottenere gli incentivi giovani e donne 2022 prevede due passaggi essenziali, che sono devoluti alla competenza di INVITALIA, la quale gestisce la richiesta di accesso all’agevolazione:

  • un colloquio di approfondimento per la verifica delle competenze tecniche, organizzative e gestionali del team imprenditoriale e la coerenza interna del progetto da finanziamento, anche rispetto alle potenzialità del mercato;
  • un secondo colloquio per valutare la sostenibilità economico-finanziaria dell’iniziativa in considerazione delle spese proposte e delle agevolazioni richieste.

Dopodiché si dovrà procedere ad integrare determinate altre informazioni essenziali ai fini della valutazione del progetto di impresa:

  • le informazioni sul piano economico-finanziario del progetto;
  • il format di approfondimento tecnico-economico e finanziario.

All’esito della valutazione vengono concessi gli incentivi. Le agevolazioni presuppongono che sia concluso il piano di impresa nel termine di 24 mesi dalla data di stipulazione del contratto.

Nessun Commento

Lascia una Risposta