Ecobonus 110% per le seconde case. L’art. 119 del Decreto Rilancio, prevede che la detrazione al 110% spetti per determinati interventi eseguiti soltanto dai condomìni e dalle persone fisiche, al di fuori dell’esercizio di attività di impresa, arti e professioni, sulle singole unità immobiliari.

L’ambito applicativo del Superbonus del 110% non è più limitato solo agli interventi sull’abitazione principale.

La detrazione potrà trovare applicazione anche per gli interventi effettuati dai condomini e dalle persone fisiche, al di fuori dall’esercizio dell’attività d’impresa, arti e professioni, su unità immobiliari diversi da edifici unifamiliari non adibiti ad abitazione principale.

In pratica, è possibile fruire della detrazione, nella misura del 110% su qualsiasi tipologia di immobile abitativo, quindi anche sulla seconda casa a condizione che sia in un condominio o che non sia una villa unifamiliare.

Ecobonus

La pubblicazione in Gazzetta Ufficiale, ha esteso la detrazione anche gli interventi effettuati sugli immobili a disposizione. La maggiore agevolazione riguarda le spese sostenute nel periodo compreso tra il 1° luglio 2020 fino al 31 dicembre 2021.

Nel link di seguito, puoi avere maggiori informazioni sull’Ecobonus e Sismabonus al 110%:

Ecobonus e sismabonus al 110% anche per le seconde case

L’art. 119 del Decreto Rilancio prevede la detrazione al 110% per gli interventi di riqualificazione energetica, riduzione del rischio sismico, installazione di impianti fotovoltaici e installazione di colonnine per la ricarica di veicoli elettrici, nel caso le spese siano sostenute dal 1° luglio 2020 al 31 dicembre 2021, prevedendo la ripartizione dell’agevolazione in 5 rate di pari importo.

Restano invariati gli incentivi previsti per gli interventi sugli immobili, come quelli volti al recupero del patrimonio edilizio, che consentono di beneficiare della detrazione IRPEF del 50% e quelli di riqualificazione energetica (c.d. Ecobonus) per i quali, ove non sia possibile fruire del bonus al 110%, permettono di ottenere la detrazione IRPEF/IRES nella misura del 50% o del 65%.

Per tutti gli interventi per i quali il Decreto Rilancio prevede il Superbonus al 110% (quindi non soltanto per gli interventi di riqualificazione energetica, ma anche per quelli antisismici, per gli impianti solari fotovoltaici e le colonnine di ricarica), nel caso in cui i lavori siano eseguiti sulle singole unità immobiliari, la detrazione spetta soltanto alle persone fisiche, fuori dall’esercizio dell’attività di impresa, arti e professioni.

Esclusioni Superbonus 110%

La detrazione del 110% non spetta per per gli interventi effettuati sugli immobili delle imprese e negli uffici utilizzati esclusivamente per lo svolgimento della professione.

Riqualificazione energetica: edifici unifamiliari agevolati soltanto se sono adibiti ad abitazione principale

Per gli interventi di riqualificazione energetica, il co. 10 dell’art. 119 stabilisce che:

“le disposizioni contenute nei commi da 1 a 3 non si applicano agli interventi effettuati dalle persone fisiche, al di fuori di attività di impresa, arti e professioni, su edifici unifamiliari diversi da quello adibito ad abitazione principale”.

Risparmio energetico

Per gli interventi di risparmio energetico, il Superbonus” al 110% spetta anche se i lavori sono eseguiti sulle seconde case, ma soltanto se non sono edifici unifamiliari.

Superbonus 110% per le seconde case

Questi ultimi sono agevolati al 110% soltanto se sono adibiti ad abitazione principale.

Le seconde case nei condomini beneficiano del superbonus al 110%, ma non le ville/villette unifamiliari come le case al mare o in montagna tenute a disposizione.

Secondo quanto previsto dal Testo Unico sull’edilizia, dovrebbe ritenersi considerato all’interno dell’ambito applicativo di immobile unifamiliare, l’immobile nel quale dimora un unico nucleo familiare, indipendentemente dal numero dei componenti nel nucleo stesso e dalle dimensioni dell’edificio.

Per le parti comuni, il bonus potrebbe spettare a tutti i singoli condòmini.

E’ comunque opportuno attendere alcuni chiarimenti ufficiali.

54 COMMENTI

  1. Buongiorno,
    stiamo per iniziare i lavori di ristrutturazione del nostro appartamento posto all’ultimo piano di un edificio in Roma. Abbiamo chiesto ad alcuni professioni alcuni chiarimenti (anche al nostro direttore lavori), che però non sono stati in grado di risponderci in maniera sicura. Vorremmo capire infatti se i lavori effettuati dalle singole unità immobiliari di un condominio (che per il momento non è intenzionato ad effettuare lavori alle parti comuni) possano rientrare nel bonus 110%. Come potrà immaginare cambia molto la scelta degli interventi e del relativo budget. Tra l’altro essendo l’ultimo piano (con terrazza condominiale sovrastante) avevamo pensato ad effettuare interventi di efficientamento energetico (caldaia a condensazione o impianto di condizionamento a pompa di calore, infissi, tenda copertura finestre, infine, se necessario eventuale isolamento termico anche mediante controsoffitto con materiali isolanti).

    Grazie in anticipo per la cortese risposta.

  2. Salve, sono proprietaria per 4\5 di una casa unifamiliare nella quale abito; il restante 1/5 è di proprietà di mia madre che però abita in altra abitazione. È possibile usufruire del bonus essendo per me prima casa pur sussistendo una comproprietà con persona che non vi abita? Grazie mille

  3. Sono proprietaria di due case, una é abitazione principale l’altra é prima casa ma inagibile perché da ristrutturare con progetto giá approvato. posso usufruire sulla prima casa NON adibita momentaneamente ad abitazione principale, dell’ecobonus 2020? La casa da ristrutturare ( prima casa ma non abitazione principale), non appena ultimati i lavori, diverrà abitazione principale. È prevista eventualmente una finestra temporale entro la quale poter procedere con il trasferimento di residenza per poter usufruire dell’ecobonus? Grazie

  4. ho due abitazione di cui una principale unifamiliare e un altra in un condomini e possibile fare i lavori a tutte e due le abitazioni e usufruire dell ecobunus per tutte e due ?Grazie

  5. Parlando di condomini, sembra dunque che il superbonus potrà essere applicato solo nel caso di riscaldamento centralizzato. ma perché escludere i condomini con l’impianto termoautonomo? alla fine se l’obbiettivo è l’efficienza energetica, anche gli appartamenti termoautonomi in caso di lavori di efficientamento energetico contribuirebbero a diminuire il fabbisogno energetico. Oltre al fatto che il benefico verrebbe esteso anche alle seconde case, non sarebbe più corretto concederlo prima a chi detiene solamente una casa?!?!

  6. Buongiorno, io sono in fase di completamento lavori di prima casa (nuova costruzione) con SCIA, per completamento lavori, aperta ad inizi di giugno…
    Posso usufruire di tali agevolazioni (110%)? il fatto che io abbia già la possibilità di avere l’iva al 4%, influisce su tale decisione?
    Grazie mille a chi riuscirà a darmi una risposta in merito…

  7. quindi se sono proprietario di un villino non ho neppure la possibilità di usufruire di questa agevolazione?
    è da criminali considerare tutti gli a/7 allo stesso modo… ci sono villoni da decine di stanze e ville (esempio quelle degli anni 50) da 70mq nette con un bagno.

  8. Buon giorno mio marito usufruisce di un contratto di affitto di una terreno agricolo dove è situata un’abitazione che vorremo ristrutturare. Il bonus ristrutturazione è valido anche sulle case di campagne da parte degli affitari?

  9. Buona sera sono propietario di 3 appartamenti in un condomnio da 8 unita immobiliari, chiedevo se il superbonus lo posso richiedere per tutte le 3 unita dove una ho la residenza l’altra usufrutto occupata da mia madre e un monolocale in affitto. Cordialmente sttendo una vostra risposta grazie

  10. L’Ecobonus al 110% potrà interessare anche altre unità immobiliari, al netto degli interventi sulle parti comuni degli edifici, di proprietà di persone fisiche. Pertanto, potranno beneficiare dell’Ecobononus al 110% anche le seconde case composte da una o due unità immobiliari dello stesso proprietario.

  11. Buonasera,
    ho un subbio in merito all’agevolazione fiscale. Se dovessi sfruttare l’Ecobonus per il rifacimento del tetto su una seconda casa, sarebbe possibile poi rivendere questa casa a lavori ultimati, ma senza trasferire la detrazione all’acquirente della casa (ad esempio perchè l’acquirente non ha una capienza IRPEF adeguata)? Grazie mille.
    Francesco

  12. Salve, ho una prima casa singola come abitazione principale A/3 ed una seconda casa singola A/4: è possibile utilizzare sia il sismabonus che l’ecobonus su entrambi gli immobili (per un totale di 4 interventi) ? Grazie.

  13. Buongiorno,
    i miei genitori vivono in una vecchia villetta bifamiliare.
    Mio papà è proprietario del piano superiore,
    mia mamma è intestataria del pianterreno.
    Poiché sono sposati in comunione di beni, il pianterreno risulta esser “seconda casa” per mia mamma. Data l’esigenza di ristrutturare il pian terreno, potrebbero beneficiare dell’ecobonus? Oppure essendo “seconda casa-bifamiliare” ne sono esclusi??

    Grazie

  14. Buongiorno desideravo avere un informazione riguardo il bonus ristrutturazioni 110% sono proprietario di un immobile e usufruttuario di un secondo immobile,la mia domanda è se posso sfruttare in entrambi immobili il bonus ristrutturazioni. Grazie

  15. Buonasera volevo fare questa domanda: sono proprietaria insieme ai miei fratelli di un appartamento in un condominio. L appartamento l abbiamo affittato. Possiamo usufruire del bonus 110%? Grazie

Lascia una Risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here