Home Fisco Nazionale Dichiarazione IVA 2021 precompilata

Dichiarazione IVA 2021 precompilata

0

Dal 1 gennaio 2021 le aziende e le partite IVA possono trovare sul sito dell’Agenzia delle Entrate la dichiarazione IVA precompilata.

Dal 1 gennaio 2021, le aziende e le partite IVA possono trovare sul sito dell’Agenzia delle Entrate, nell’area riservata, il documento già compilato della dichiarazione IVA. Tale possibilità è dovuta ai dati, che l’Agenzia delle Entrate ha acquisito tramite la fatturazione elettronica, fatture elettroniche, corrispettivi telematici e le comunicazioni delle operazioni transfrontaliere.

Pertanto, i soggetti passivi IVA non avranno più l’incombenza della compilazione periodica del registro cessioni e acquisti. La dichiarazione IVA precompilata, ha l’obiettivo di semplificare il fisco e contrastare l’evasione fiscale.

La dichiarazione IVA precompilata riguarderà poco meno del 60% dei titolari di partita IVA, infatti, i primi a poter optare per la dichiarazione precompilata saranno i contribuenti in regime ordinario che hanno optato per la liquidazione trimestrale.


Dichiarazione IVA precompilata 2021

La dichiarazione precompilata IVA viene completata grazie ai dati raccolti dall’Agenzia delle Entrate, con la fatturazione elettronica, con i corrispettivi telematici e con le comunicazioni delle operazioni transfrontaliere. I documenti precompilati sono resi disponibili nell’Area Riservata del sito dell’Agenzia delle Entrate.

Il soggetto IVA passivo potrà accedervi inserendo il proprio SPID, le credenziali personali, la Carta d’identità elettronica o la Carta nazionale dei servizi.  

I dati, le comunicazioni delle liquidazioni periodiche e la dichiarazione Iva annuale precompilati potranno essere confermati dal contribuente oppure essere integrati con eventuali dati mancanti a partire dal quinto fino al quindicesimo giorno del mese, o trimestre successivo a quello di riferimento.

A chi è rivolta la dichiarazione precompilata?

Non potranno accedere alla precompilata IVA i soggetti che sono esentati dall’obbligo di fatturazione elettronica, come le partite IVA in regime dei minimi, in regime forfettario, i soggetti che erogano prestazioni sanitarie, i piccoli produttori agricoli.

Avviso importante:
Fiscomania.com ha raccolto, con ragionevole cura, le informazioni contenute in questo sito. Il materiale offerto è destinato ai lettori, solo a scopo informativo. Quanto letto non può in nessun caso sostituire una adeguata consulenza o parere professionale che rimane indispensabile. Si prega di leggere i nostri Termini e condizioni e l’informativa sulla privacy prima di utilizzare il sito. Tutto il materiale è soggetto alle leggi sul copyright. Fiscomania.com non accetta alcuna responsabilità in relazione all’utilizzo di tale pubblicazione senza la collaborazione dei suoi professionisti.

Nessun Commento

Lascia una Risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Share via