bonus INPS senza ISEE

Bonus INPS senza ISEE: facilitazioni in tema di presentazione delle domande di accesso ai sostegni. Bonus senza presentazione del modello isee. Quali bonus sono compresi? Vediamo cosa c’è da sapere.

Il legislatore ha confermato per tutto il 2021 alcuni importanti bonus INPS in sostegno all’economia, che hanno molto aiutato i cittadini in tempi di crisi economica ed emergenza sanitaria. Tuttavia, nonostante l’intento primario da inizio pandemia sia stato quello di facilitare l’erogazione dei bonus INPS, ancor ad oggi si riscontrano alcune difficoltà nel presentare istanza.

Proprio con l’intento di semplificare, alcuni bonus saranno concessi senza presentazione dell’ISEE, l’Indicatore della Situazione Economica Equivalente, ossia un indicatore che serve a valutare e confrontare la situazione economica delle famiglie.

Tuttavia per richiedere i bonus INPS sarà, invece, necessario essere in possesso della cosiddetta Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU). Quest’ultimo è un documento che contiene i dati anagrafici, reddituali e patrimoniali del nucleo familiare e ha validità dal momento della presentazione fino al 31 dicembre successivo.

Vediamo cosa c’è da sapere sul punto.


Bonus babè tra i bonus senza ISEE

Tra degli incentivi che rientrano nella categoria dei bonus INPS senza isee rientra il c.d bonus bebè.

il c.d Bonus bebè è stato introdotto con lo scopo di sostituire il bonus natalità. Tuttavia quest’ultimo continuerà ad essere operativo con riferimento al 2020. Quindi l’assegno di natalità operante negli anni precedenti, è ancora applicabile per gli eventi antecedenti al 2020, per le nascite, adozioni ed affidamenti preadottivi del 2020.

L’inventivo rientra nella categoria che la Legge di Bilancio ha prorogato per il 2021. Esso verrà corrisposto a prescindere dal reddito ISEE, per tutti i figli nati, adottati o in affido dal 1 gennaio 2021 al 31 dicembre 2021.

La disciplina attuale prevede l’erogazione di una somma in base al criterio di accesso universale. Viene erogato per fasce di reddito:

  • L’assegno annuale di 1.920 euro (160 euro al mese) per le famiglie con ISEE minorenni non superiore a 7.000 euro annui;
  • Assegno annuale di 1.440 euro (120 euro al mese) per le famiglie con ISEE minorenni superiore alla soglia di 7.000 euro e non superiore a 40.000 euro;
  • Assegno annuale di 960 euro (80 euro al mese) per le famiglie con un ISEE minorenni superiore a 40.000 euro.

Bonus Asili nido

Tra gli incentivi rivolti alla famiglia appartenenti alla categoria bonus inps senza Isee vi è sicuramente anche il bonus asili nido.

Il bonus è stato di particolare importanza per le famiglie durante la fase più critica della pandemia, con le scuole chiuse e la necessità per molti di recarsi a lavoro. L’incentivo ha quindi previsto un fondamentale sussidio alle famiglie, sicuramente gravate da una maggiori spese per affidare i minor durante le ore lavorative.

Il bonus asilo nido è una misura a sostegno delle famiglie per il pagamento:

  • delle rette relative alla frequenza di asili nido pubblici o privati;
  • per forme di assistenza domiciliare in favore di bambini con meno di tre anni affetti da gravi patologie croniche.

L’importo massimo annuo del bonus è di 3.000 euro e viene erogato in base all’ISEE, che deve essere valido per le prestazioni ai minorenni, in corso di validità.

Bonus inps e assegno unico per i figli

Uno dei bonus 2021, oggetto, per il quale non è necessario presentare il modello ISEE per accedere all’erogazione, è l‘assegno unico e universale per famiglie con figli, per tutti i lavoratori, sia autonomi che dipendenti, ma anche a disoccupati e incapienti, a partire da luglio.

In questo caso è stato previsto un aumento delle somme stanziate, con un aumento da 3 miliardi per il 2021. L’importo erogato al richiedente varia in base all’ISEE, esso potrà arrivare fino a 250 euro al mese per figlio.

Bonus mamma domani

Il bonus mamma domani è un incentivo di 800 euro, che viene corrisposto dall’INPS per la nascita o l’adozione di un minore, a partire dal 1° gennaio 2017, su domanda della futura madre al compimento del settimo mese di gravidanza. La gestante deve essere in possesso dei seguenti requisiti:

  • compimento del settimo mese di gravidanza;
  • parto, anche se antecedente all’inizio dell’ottavo mese di gravidanza;
  • adozione nazionale o internazionale del minore, disposta con sentenza divenuta definitiva ai sensi della legge 4 maggio 1983, n. 184;
  • affidamento preadottivo nazionale disposto con ordinanza ai sensi dell’art. 22, c. 6, l. 184/1983 o affidamento preadottivo internazionale ai sensi dell’art. 34, l. 184/1983.

Non è necessario che presenti all’INPS il modello isee.

ISCRO

Iscro è stato approvato dal governo, in fase sperimentale per il triennio 2021-2023, con la Legge di Bilancio 2021. Una specie di cassa integrazione per i lavoratori autonomi e professionisti con partita Iva che non risultano iscritti a nessun albo. Il valore del bonus oscilla tra i 250 e 800 euro, anche esso può essere richiesto senza la presentazione del modello isee.

Lascia una Risposta

Scrivi il tuo commento
Inserisci il tuo nome