Autoliquidazione INAIL 2020: anche per quest’anno l’INAIL ha reso note le tariffe dei premi che gli imprenditori sono tenuti a versare annualmente.

I pagamenti possono essere effettuati in un’unica soluzione o in quattro rate trimestrali dello stesso importo.

Nell’istruzione operativa del 13 gennaio 2020 l’INAIL ha stabilito le scadenze e le istruzioni per l’autoliquidazione 2019-2020.

autoliquidazione
Autoliquidazione 2020

In particolare:

  • Entro il 17 febbraio 2020, deve essere versato il premio di autoliquidazione in unica soluzione o della prima rata qualora si ci intende avvalere del pagamento rateale;
  • Entro il 2 marzo 2020, occorre presentare le dichiarazioni delle retribuzioni effettivamente corrisposte nell’anno 2019 e la previsione per il 2020.

Attraverso l’autoliquidazione del premio, il datore di lavoro comunica all’INAIL anche le retribuzioni effettivamente corrisposte nell’anno precedente ai lavoratori ed agli altri soggetti:

  • Assicurati contro gli infortuni sul lavoro e
  • Assicurati contro le malattie professionali.

Vediamo, quindi, le istruzioni operative per l’autoliquidazione INAIL 2020.

Autoliquidazione INAIL: quadro generale

I premi assicurativi devono essere pagati entro il 17 febbraio 2020.

Tuttavia è sempre possibile avvalersi del pagamento rateale, in 4 rate trimestrali, ognuna pari al 25% del premio annuale.

La volontà di avvalersi del pagamento a rate deve essere espresso con i servizi telematici in occasione della presentazione delle dichiarazioni delle retribuzioni.

In caso di pagamento rateale, sulle rate successive alla prima sono dovuti gli interessi, calcolati applicando il tasso medio di interesse dei titoli di Stato dell’anno precedente, risultato pari allo 0,93%.

Un riepilogo delle scadenze è indicato nella tabella sottostante:

RataData di scadenzaUltimo giorno per il pagamentointeressi
Prima rata16 febbraio 202017 febbraio 20200
Seconda rata16 maggio 202018 maggio 20200,00226767
Terza rata16 agosto 202020 agosto 20200,00461178
Quarta rata16 novembre 202016 novembre 20200,00695589

I datori di lavoro che hanno in programma minori retribuzioni per il 2020 rispetto al 2019 devono comunicarlo, motivando la riduzione, entro il 17 febbraio 2020.

Il versamento deve essere effettuato con modello F24 in modalità telematica.

In particolare, il datore di lavoro è chiamato ad effettuare una serie di adempimenti. Si tratta dei seguenti:

  • Presentazione della dichiarazione delle retribuzioni telematica;
  • Pagare il premio di autoliquidazione INAIL;
  • Inviare la comunicazione motivata di liquidazione.

Vediamo in dettaglio questi adempimenti.

Dichiarazione telematica delle retribuzioni

Entro il 2 marzo 2020, il datore di lavoro è tenuto a presentare la dichiarazione telematica delle retribuzioni. I datori di lavoro titolari di PAT possono avvalersi dei consueti servizi telematici:

  • ALPI online“, che serve per calcolare anche il premio dovuto;
  • Invio telematico Dichiarazione Salari“.

Le istruzioni operative sono state fornite dall’INAIL con un documento pubblicato il 13 gennaio 2020 sul proprio sito.

Il numero di riferimento del premio di autoliquidazione 2019/2020 da indicare nel modello F24 è “902020“.

Pagamento del premio di autoliquidazione INAIL

I premi assicurativi devono essere pagati entro il 17 febbraio 2020.

E’ sempre possibile avvalersi del pagamento a rate, ossia in 4 rate trimestrali, ognuna pari al 25% del premio annuale.

La volontà di avvalersi del pagamento rateale deve essere espresso con i servizi telematici in occasione della presentazione delle dichiarazioni delle retribuzioni.

In questo caso, sulle rate successive alla prima sono dovuti gli interessi, calcolati pari allo 0,93%.

Oltre alla data del 17 febbraio 2020, che deve essere rispettata sia in caso di pagamento in unica soluzione che per il pagamento rateale, le altre date da rispettare sono:

In particolare, il datore di lavoro deve eseguire i seguenti adempimenti:

  • Calcolare il premio anticipato per l’anno in corso (rata) e il conguaglio per l’anno precedente (regolazione);
  • Conteggiare il premio di autoliquidazione dato dalla somma algebrica della rata e della regolazione;
  • Pagare il premio di autoliquidazione utilizzando il modello di pagamento unificato F24 o il modello di pagamento F24 EP (Enti Pubblici).

Il pagamento del modello F24 deve essere effettuato con modalità telematica.

Il numero di riferimento da indicare nel modello F24 è il seguente:

902020

Per approfondire le modalità di versamento con modello F24 ti lascio a questo contributo dedicato:

Modello F24: le modalità di versamento

Riduzione del presunto

È sempre possible, calcolare il premio INAIL su una retribuzione inferiore rispetto a quella dichiarata nel 2019.

Qualora, il datore di lavoro presume di erogare nell’anno 2020 un importo di retribuzioni inferiore a quanto corrisposto nel 2019, deve inviare all’INAIL, entro il 17 febbraio 2020:

  • Comunicazione motivata di riduzione delle retribuzioni presunte (art.28, comma 6, d.p.r. 1124/1965), con il servizio Riduzione Presunto;
  • Le minori retribuzioni che prevede di corrispondere nel 2020.

Tale importo costituisce quindi la base per il calcolo del premio anticipato dovuto per il 2020 in sostituzione dell’importo delle retribuzioni erogate nel 2019.

Riduzioni del premio assicurativo

Di seguito, l’elenco delle riduzioni contributive che si applicano all’autoliquidazione Inail 2020:

  • Riduzione per la piccola pesca costiera e nelle acque interne e lagunari (PAT);
  • Sgravi per pesca oltre gli stretti, pesca mediterranea e pesca costiera (PAN);
  • Riduzione per le imprese artigiane (PAT);
  • Riduzione per Campione d’Italia (PAT);
  • Sgravio per il Registro Internazionale (PAN);
  • Incentivi per il sostegno della maternità e paternità e per la sostituzione di lavoratori in congedo (PAT);
  • Riduzione per le cooperative agricole e i loro consorzi operanti in zone montane e svantaggiate (PAT);
  • Riduzione per le cooperative agricole e i loro consorzi in proporzione al prodotto proveniente da zone montane o svantaggiate conferito dai soci (PAT);
  • Incentivi per assunzioni in base all’art. 4, co. da 8 a 1 della L. n. 92/2012, art. 4, commi 8-11 (PAT).

Le aziende con meno di 20 dipendenti che assumono lavoratori con contratto a tempo determinato o temporaneo, in sostituzione di lavoratori in congedo per maternità e paternità, la riduzione è pari al 50% dei premi dovuti per i lavoratori assunti.

L’agevolazione trova applicazione:

  • Fino al compimento di un anno di età del figlio della lavoratrice o del lavoratore in congedo;
  • Per un anno dall’accoglienza del minore adottato o in affidamento.

Autoliquidazione INAIL: base di calcolo

Come ogni anno, anche per il 2020 sono state aggiornate le “basi di calcolo” del premio.

L’autoliquidazione del premio INAIL, si calcola, prendendo come base di calcolo, il tasso sulle retribuzioni annuali e distinguendo tra l’acconto (rata) ed il saldo (regolazione).

La regolazione si calcola applicando il tasso previsto alle retribuzioni e sottraendo quanto è stato pagato in anticipo.

La rata si calcola nel medesimo modo previsto per la regolazione.

Il tasso di calcolo è reso noto al datore di lavoro, in modalità telematica, nel fascicolo aziendale, accedendo tramite PIN.

Autoliquidazione INAIL: la rateazione del premio

Il premio annuale di autoliquidazione, anziché in unica soluzione, può essere pagato in quattro rate trimestrali. Per ottenere la rateazione è necessario darne comunicazione direttamente nella dichiarazione delle retribuzioni.

E’ possibile avvalersi del frazionamento del premio in quattro rate, pari al 25% del premio annuale, le quali dovranno essere pagate entro il:

Rate  ScadenzaUltimo giorno per effettuare il pagamentoCoefficienti per il calcolo interessi
16 febbraio 202017 febbraio 20200
16 maggio 202018 maggio 20200,00226767
16 agosto 202020 agosto 20200,00461178
16 novembre 202016 novembre 20200,0069558

Autoliquidazione INAIL: le riduzioni contributive

Infine, occorre ricordare che in sede di autoliquidazione, il datore di lavoro può usufruire di specifiche agevolazioni contributive che si riportano in sintesi.

In questo anno, si ravvisa una netta diminuzione del numero degli incentivi disponibili, dovuto soprattutto al rinnovo delle tariffe INAIL che ha ridotto in via generale il premio circa del 30%.

Di seguito, sono elencate le riduzioni contributive:

  • Riduzione per la piccola pesca costiera e nelle acque interne e lagunari (PAT);
  • Sgravi per pesca oltre gli stretti, pesca mediterranea e pesca costiera (PAN);
  • Sgravio per il Registro Internazionale (PAN);
  • Incentivi per il sostegno della maternità e paternità e per la sostituzione di lavoratori in congedo (PAT);
  • Per le imprese artigiane (PAT);
  • Per Campione d’Italia (PAT);
  • Riduzione per le cooperative agricole e i loro consorzi operanti in zone montane e svantaggiate (PAT);
  • Riduzione per le cooperative agricole e i loro consorzi in proporzione al prodotto proveniente da zone montane o svantaggiate conferito dai soci (PAT);
  • Incentivi per assunzioni effettuate in base all’art. 4, co. da 8 a 11 della L. n. 92/2012.

La riduzione del premio per il settore della piccola pesca costiera e nelle acque interne e lagunari è fissata nella misura del:

  • 45,07% per la regolazione 2019;
  • 44,32% per la rata 2020.

Incentivi per il sostegno della maternità e paternità e per la sostituzione di lavoratori in congedo

Nelle istruzioni pubblicate dall’INAIL, il 13 gennaio 2020, è stato chiarito che l’incentivo si applica alle aziende con meno di 20 dipendenti che assumono lavoratori con contratto a tempo determinato o temporaneo, in sostituzione di lavoratori in congedo per maternità e paternità.

La riduzione è pari al 50% dei premi dovuti per i lavoratori assunti, fino al compimento di un anno di età del figlio della lavoratrice o del lavoratore in congedo o per un anno dall’accoglienza del minore adottato o in affidamento.

Essa trova applicazione sia alla regolazione 2019 che alla rata 2020.

L’indicazione dei suddetti dati equivale a domanda di ammissione alle riduzioni. Le riduzioni spettano a condizione che il datore di lavoro sia in possesso dei requisiti di regolarità contributiva previsti per il DURC online.

Per ricevere la riduzione bisogna indicare il “Tipo” codice 7 nella sezione “Retribuzioni soggette a sconto” e gli importi per cui si chiede il beneficio.

Incentivi alle assunzioni

Sono previsti anche gli incentivi alle assunzioni per i datori di lavoro.

I soggetti, che devono essere stati assunti con contratto di lavoro dipendente dopo il 1° gennaio 2013, devono avere meno di 50 anni ed essere disoccupati da più di un anno.

In tal caso, il premio viene dimezzato per i 12 mesi successivi all’assunzione.

Qualora il contratto venga, successivamente trasformato in uno a tempo indeterminato, l’incentivo vale anche per i sei mesi successivi.

Gli stessi incentivi si applicano ai datori di lavoro che assumono donne:

  • Di qualsiasi età;
  • Prive di un impiego regolarmente retribuito da almeno sei mesi;
  • Residenti in regioni ammissibili ai finanziamenti nell’ambito dei fondi strutturali dell’Unione europea;
  • Prive di un impiego regolarmente retribuito da almeno ventiquattro mesi, ovunque residenti.

Riduzione del premio per le imprese artigiane

E’ prevista in favore delle imprese iscritte alla gestione artigianato una riduzione del premio, da determinarsi con decreti ministeriali.

La riduzione si applica solo al premio dovuto a titolo di regolazione.

Regolazione 2019

Sono ammesse:

  • Le imprese in regola con tutti gli obblighi previsti in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro;
  • Che non abbiano registrato infortuni nel biennio 2017/2018;
  • Hanno presentato la preventiva richiesta di ammissione al beneficio barrando la casella “Certifico di essere in possesso dei requisiti ex lege 296/2006, art. 1, commi 780 e 781” nella dichiarazione delle retribuzioni 2018, inviata entro il 16 maggio 2019.

La riduzione si applica alla regolazione 2019 nella misura del 7,38%.

Nelle basi di calcolo del premio la sussistenza dei requisiti per la fruizione della riduzione è evidenziata nella sezione “Regolazione anno 2019 Agevolazioni” con il codice 127.

Regolazione 2020

L’applicazione della riduzione alla regolazione 2020, è subordinata alla presentazione della domanda di ammissione al beneficio da effettuare barrando l’apposita casella “Certifico di essere in possesso dei requisiti ex lege 296/2006, art. 1, commi 780 e 781” nella dichiarazione delle retribuzioni 2019 da presentare entro il 2 marzo 2020.

Riduzione del premio per i datori di lavoro operanti a Campione d’Italia

Ai premi dovuti dai datori di lavoro operanti nel comune di Campione d’Italia, per i dipendenti retribuiti in franchi svizzeri, si applica la riduzione del 50% del premio, sia per la regolazione 2019 sia per la rata 2020.

La riduzione è indicata nelle basi di calcolo del premio con il codice 003.

Compensazione

Il datore di lavoro può utilizzare il saldo finale di autoliquidazione a credito, per compensare altri debiti per premi e accessori INAIL, purché non iscritti a ruolo esattoriale.

Non è possibile, invece, utilizzare un credito relativo a contributi associativi per pagare un premio INAIL, né effettuare compensazioni tra contributi associativi.

Il datore di lavoro deve verificare l’effettiva sussistenza del credito stesso e successivamente procedere alla compensazione, attraverso la compilazione del modello F24.

Il modello F24 EP, invece, non consente di operare la compensazione tra importi a credito e a debito.

Autoliquidazione INAIL: versamento tardivo

In caso di tardivo versamento delle somme dovute a titolo di autoliquidazione si applicano le sanzioni civili previste per omissione contributiva.

Per ogni giorno di ritardo è dovuta la sanzione civile, nella misura pari al Tasso Ufficiale di Riferimento maggiorato di 5,5 punti (8% per il 2019).

La sanzione così calcolata non può superare il 40% dell’importo dei contributi dovuti.

Raggiunto tale limite, sono dovuti gli interessi nella misura degli interessi di mora.

Premio INAIL 2020: conclusioni

In questo articolo ho voluto mostrarti tutte le principali indicazioni per il calcolo ed il versamento del premio INAIL.

L’aspetto su cui prestare attenzione è legato alla corretta applicazione delle riduzioni spettante, in relazione alle casistiche sopra indicate.

La regolazione del premio di autoliquidazione, come ogni anno, è accompagnato dalla comunicazione delle retribuzioni. Per questo motivo è opportuno prepararsi con adeguato anticipo alla comunicazione.

Lascia una Risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here