NIN: National Insurance Number guida pratica alla richiesta

Che cosa è e come si richiede il NIN National Insurance Number? Guida pratica per richiedere ed ottenere il numero di identificazione dei lavoratori nel Regno Unito. Vedremo le indicazioni pratiche per ottenere il NIN e la sua importanza pratica anche per l’apertura di un conto corrente nel Regno Unito.

Per i soggetti che si trasferiscono nel Regno Unito, la prima problematica una volta effettuato l’espatrio riguarda la richiesta del NIN. Ovvero il National Insurance Number.

Si tratta di un codice che possiamo paragonare al codice fiscale italiano.

Il NIN è molto importante perché ha la funzione di identificare ogni lavoratore presente nel Regno Unito.

Esso permette di lavorare nel rispetto della Legge UK e di pagare le tasse. Senza NIN, quindi, non vi sarà possibile ottenere un lavoro oppure aprire un conto in banca.

Per questo capire come ottenere in tempi rapidi il NIN è molto importante.

Sia che siate già nel Regno Unito, sia che stiate per partire per Londra o la Gran Bretagna per lavoro, questa guida vi sarà utile per ridurre i tempi di richiesta del NIN.

Riceviamo sempre moltissime domande sulla richiesta del NIN. Per questo motivo ho deciso di raccogliere tutte le informazioni utili per chi volesse richiedere il National Insurance Number per lavorare a Londra.

Sei pronto?! Si cominicia.

Quando richiedere il NIN?

La richiesta del National Insurance Number consiglio di effettuarla nel momento in cui arrivi nel Regno Unito.

Se pensi di restare solo per il periodo estivo o comunque per qualche mese, ti dico subito che sarà molto difficile riuscire ad ottenere il NIN.

Esso, infatti, permette di essere totalmente in regola per lavorare in UK, e non viene concesso a chi resta solo per poco tempo.

Fai attenzione, non è obbligatorio richiedere il NIN per poter iniziare a lavorare. Tuttavia, è opportuno farlo almeno in contemporanea.

Ti spiego il perché.

Importanza della richiesta del NIN ai fini fiscali

Il datore di lavoro solitamente chiede il NIN per poter effettuare le selezioni per la posizione lavorativa vacante. Fa questo perché se il soggetto che supera le selezioni non ha il NIN subirà la tassazione fiscale con le aliquote più elevate.

Ad esempio, se il tuo stipendio lordo annuo è di 30.000 sterline, senza il NIN nella prima busta paga subirai la tassazione dovuta applicando le aliquote fiscali per i redditi più elevati. Questo al posto della tassazione corretta per quel reddito.

Rischi così di subire ritenute fiscali in eccesso. Per questo ti consiglio di fare attenzione!

Se sei in questa situazione ricorda che le ritenute in eccesso che hai subito non sono perdute.

Una volta ottenuto il NIN sarà possibile avviare una procedura per chiedere all’Amministrazione fiscale UK il rimborso di queste ritenute in eccesso.

Tuttavia, come avrai capito chiedere un rimborso, è molto meno conveniente che non attendere l’accredito corretto.

Per questo motivo ti consiglio di chiedere il National Insurance Number con la dovuta sollecitudine quando arrivi nel Regno Unito.

In ogni caso, il datore di lavoro inizialmente può richiedere un NIN temporaneo da utilizzare nel periodo di tempo di attesa per l’appuntamento con l’ufficio competente.

Adesso però il NIN provvisorio non è più accettato, l’unica procedura da seguire è quella che ti descrivo di seguito.

Perché è utile il NIN?

La domanda sembra banale ma vi assicuro che non tutti quelli che si trasferiscono nel Regno Unito conoscono l’importanza del NIN.

Il National Insurance Number è un codice identificativo paragonabile al nostro codice fiscale, indispensabile per poter lavorare legalmente.

E’ un numero personale che abilita la registrazione presso l’ufficio delle imposte, l’utilizzo dei servizi sanitari, l’accesso ai benefit dello Stato e necessario per pagare i contributi pensionistici.

NIN: chi deve chiederlo?

Il NIN è un codice personale che va richiesto nelle seguenti situazioni:

  • All’inizio di un rapporto di lavoro dipendente (employed);
  • Quando ci si registra come lavoratore autonomo (self-employed);
  • Quando si svolge un tirocinio o si è studenti e si vuole pagare i contributi.

In pratica il National Insurance Number è un codice personale che vale per tutto il tempo in cui si risiede su suolo britannico quindi può avere valenza a vita.

Come fare richiesta del National Insurance Number (NIN)

La prima cosa da fare per richiedere il NIN è quello di prendere un appuntamento contattando il numero telefonico del Call Jobcentre Plus Department for Work and Pensions per prendere un appuntamento.

Il numero di telefono per chiamare è questo:

[highlight color=”yellow”]0845-600-0643[/highlight]

Ti sembrerà banale, ma ti consiglio di chiamare da un numero UK.

L’ufficio, come puoi immaginare non accetta chiamate da numeri esteri.

Troverai alla risposta un autorisponditore.

La cosa importante è digitare per due volte tasto numero 1.  In questo modo riceverai l’assistenza di un funzionario.

Solitamente questa è l’opzione migliore, specialmente se non hai ancora la dovuta familiarità con la lingua.

A questo punto è fondamentale che tu abbia a disposizione tutti i dati che ti saranno richiesti.

Vediamoli.

Documenti richiesti per il NIN

Per ottenere il National Insurance Number il funzionario ti chiederà la seguente documentazione.

Si tratta di:

  • Nome e cognome;
  • Data di Nascita;
  • Data di arrivo nel Regno Unito;
  • Indirizzo di residenza nel Regno Unito, con il codice postale;
  • Disabilità fisiche o mentali che possono influire sul lavoro;
  • Motivo per il quale state richiedendo il NIN (ad esempio “for work”);
  • Stato civile;
  • Numero di telefono inglese.

Una volta che avrai comunicato tutte queste informazioni il funzionario di indicherà un numero di referenza. Si tratta di una sede del Job Centre più vicina a voi ove dovrai recarti, per l’appuntamento che il funzionario ti ha prenotato.

Solitamente per avere un appuntamento al Job Centre ci vogliono circa 30 giorni di attesa.

Tieni conto che i tempi medi di attesa variano da zona a zona.

Lettera di conferma dell’appuntamento

Nei giorni successivi ti arriverà all’indirizzo che hai dato al funzionario una lettera.

Si tratta della lettera che conferma l’appuntamento preso, con tutti i dati necessari.

Si tratta di una lettera siglata Royal Mail.

Questo ti aiuterà ad identificarla nella posta che riceverai.

In alcuni casi, specialmente se non si comunica l’indirizzo di residenza in modo esatto, la lettera di conferma potrebbe anche non arrivare.

Nel caso non disperare: la lettera è solamente un elemento formale.

Interview al Job Centre: documenti richiesti e domande

Arrivati al giorno dell’appuntamento, a cui ti consiglio vivamente di arrivare in orario (per evitare di non essere ricevuto), è necessario essere in possesso di alcuni documenti.

Si tratta dei seguenti:

  • Carta d’identità valida o passaporto;
  • Una prova di residenza nel Regno Unito (es. bollette di utenze, contratto di affitto, lo statement della propria banca, etc);
  • Una prova, se l’avete, che state lavorando (contratto di lavoro, busta paga, lettera di assunzione del datore di lavoro).

Questi documenti ti serviranno per essere pronto alla interview che il funzionario del Job Centre dovrà effettuare.

Se hai ricevuto a casa la lettera di conferma dell’appuntamento troverai il tuo nome scritto sulla lista degli appuntamenti del giorno del Job Centre.

In caso contrario, è necessario mostrare il numero di referenza lasciato dal funzionario al momento della telefonata al Call Centre.

Il funzionario del Job Centre a quel punto ti rilascerà un apposito modulo “Letter not received by customer”.

Una volta compilato ti rilasceranno un cartellino numerico. Con questo sarai pronto per attendere il tuo turno.

Domande dell’interview

Il funzionario che ti riceverà è chiamato a farti alcune domande molto semplici. A prescindere da quale sia il tuo reale livello di conoscenza della lingua inglese riuscirai sicuramente a rispondere a tutto.

Le principali domande riguardano i dati personali: nome, data di nascita, indirizzo di residenza in Italia etc.

A questee si aggiungono domande sul tuo soggiorno nel Regno Unito: residenza, cellulare, data di arrivo, motivo del soggiorno, tipo di lavoro che state cercando etc.

Infine, ci sarà sicuramente qualche domanda sulle tue precedenti esperienze in UK, per lavoro o studio. Ed infine, ti chiederanno quanto tempo intendi restare nel Regno Unito.

Alla fine dell’incontro il funzionario ti lascerà il vostro documento di identità ed un secondo numero di referenza.

Numero che dovrai conservare con cura.

Questo è, infatti, il numero da comunicare al Job Centre, se la lettera contenente il NIN non dovesse arrivare a destinazione.

Lettera con il numero NIN: tempi di arrivo

Chiusa l’intervista non resta attendere l’arrivo al tuo indirizzo di residenza della lettera contenente il NIN. In pratica il Job Centre prenderà i tuoi dati personali che hai comunicato e li invierà agli uffici di Glasgow.

Quì i funzionari controlleranno nuovamente la correttezza delle informazioni inserite.

Nel caso di esito positivo approveranno la tua pratica.

Ti invieranno il numero unico all’HMRC, l’Her Majesty’s Revenue and Customs Service che provvederà ad inviarti via posta il tuo National Insurance Number.

Cosa fare se la lettera con il NIN non arriva?

Tieni presente che in media la lettera contenente il NIN arriva con tempi di attesa che variano dalle due alle quattro settimane.

Soltanto nel caso di mancata ricezione del NIN dopo 4 settimane. Oppure nel caso in cui tu abbia cambiato il tuo indirizzo di residenza a Londra, potrai contattare il Glasgow Phone Number 08456415008 per chiedere informazioni.

Troverai un operatore che risponderà alle vostre domande dal lunedì al venerdì, dalle ore 9:30 alle 12:00 e dalle ore 14:00 alle ore 16:30.

Richiesta del NIN: la tua esperienza

Se credi che questa guida ti sia stata utile la cosa migliore che puoi fare è condividere anche la tua esperienza nei commenti. Sicuramente potrà essere utile ad altre persone che si troveranno a chiedere il NIN dopo di te.

In questo modo potrà formarsi una guida davvero completa e utile per tutti.

Scrivici e contribuisci a creare un documento utile e pratico per la richiesta del NIN.

Federico Migliorini

Dottore Commercialista, Tax Advisor, Revisore Legale. Aiuto imprenditori e professionisti nella pianificazione fiscale. La Fiscalità internazionale le convenzioni internazionali e l'internazionalizzazione di impresa sono la mia quotidianità. Continuo a studiare perché nella vita non si finisce mai di imparare. Se hai un dubbio o una questione da risolvere, contattami, troverò le risposte. Richiedi una consulenza personalizzata con me.

View Comments

  • Salve, vorrei sapere se è possibile tornare a lavorare in U.K anche se si è richiesto un rimborso tasse e se si può fare mantenendo sempre il stesso NIN. In pratica,il NIN è per sempre o poi, quando si decide di tornare,bisogna farne un altro? Grazie

    • Salve Concetta, il NIN è unico, ma se ha chiesto il rimborso delle imposte perché usciva dagli UK deve capire come modificare la situazione perché perde il diritto al rimborso.

  • Posso richiedere il NIN se sono in un Ostello per 10 giorni pianificando il mio trasloco? A quel punto quando chiamo io ancora non ho una casa definitiva ma ne avrei bisogno perché con la Brexit ci sono i tempi di attesa lunghi

    • Salve Alice, come ha letto nell'articolo, se non ha un indirizzo stabile di residenza non potrà completare la procedura di richiesta del NIN. Il mio consiglio è di identificare la residenza nell'abitazione di un conoscente di sua fiducia, ed iniziare la procedura in questo modo.

  • Buona sera Federico e grazie per la tempestiva risposta. Mio figlio prevede di lavorare n UK sino a tutto marzo 2019. Quando si presenta la dichiarazione dei redditi ?

    • L'anno fiscale finisce a marzo. La presentazione avviene successivamente a quella data.

  • Salve,
    mio figlio si trova a Londra da settembre 2018. Dopo un mese ha iniziato a lavorare da Starbucks e solamente alla 3^ busta paga ha saputo che il NIN definitivo andava comunicato al posto di quello provvisorio, cosa che ha fatto a dicembre 2018. Chiaramente ha subito una tassazione maggiore ed il suo Coffee Manager gli ha detto che glieli restituiranno un po' alla volta, nella peggiore delle ipotesi a fine contratto lavorativo. Qualcuno sa dirmi se è proprio così ? Oppure se deve fare qualcosa di altro per non "perdere" i soldi pagati in più di tasse ?

    • Salve Stefano, quello che deve fare suo figlio è presentare la dichiarazione dei redditi in UK in modo che possano applicargli le giuste ritenute, ed ottenere un credito rimborsabile.

  • Salve, io aprii il NIN nel 2008 e lavorai per 9 mesi in Inghilterra con il mio NIN, rieetrata in italia non ho fatto richiesta di chiuderlo e portare i contributi in Italia, è possibile effettuarlo ora? se si sa indicarmi quale procedura seguire o a quel ufficio fare riferimento?
    Ringrazio anticipatamente

    • Per il NIN deve fare riferimento agli uffici inglesi dove lo ha aperto. Per quanto riguarda la contribuzione, dovrà fare riferimento all'INPS.

  • Buonasera, vorrei chiedere delle informazioni riguardo al NIN. Quando sono stato in Inghilterra sono stato a vivere per un periodo da un mio amico e ho fatto richiesta per il NIN al suo indirizzo. Tuttavia sono dovuto tornare in Italia prima che mi arrivasse il NIN e mi sono dimenticato di annullare la richiesta. Ancora oggi non ho più notizie a riguardo. Esiste un modo per bloccarlo? Altra cosa, il NIN è utilizzabile solo dalla persona alla quale è intestato, giusto? Grazie in anticipo

    • Il NIN è nominativo. Non so a che punto della pratica eri arrivato, quindi è impossibile sapere come stanno le cose. Puoi provare ad informarti presso l'ufficio ove hai richiesto il NIN. Al massimo lo stesso è stato notificato all'indirizzo che avevi lasciato.

  • Ciao, i primi di novembre mi trasferirò a Londra e visto che una mia amica è partita un paio di giorni fa e ha chimato per il nin e gli hanno dato appuntamento per il 16 novembre, io posso far chiamare da mia cugina che vive la e mi faccio fissare l'appuntamento ??

  • L'articolo non é molto preciso. Non é vero che senza NIN non si puó lavorare e non si puó aprire un conto corrente in banca. Io ho fatto entrambe le cose senza averlo.
    E poi, se ci vuole un mese per fissare un appuntamento e un altro mese per riceverlo a casa, vorrebbe dire stare in UK due mesi senza poter lavorare e aprire un cc?
    Nel mio caso specifico, ho cominciato a lavorare a Londra a settembre e mi hanno fissato appuntamento al Job Centre a inizio novembre. Nel frattempo, giá dalla prima settimana avevo aperto un cc (necessario per essere pagati dall'employer)

    • Certo che è possibile lavorare in UK senza il NIN. L'articolo non afferma questo. Il NIN è indispensabile perché tramite esso si ottiene le corrette ritenute in busta paga. Senza di esso, il datore di lavoro è obbligato ad applicare le ritenute più alte, a discapito del lavoratore. Avere il NIN è un vantaggio, ma non certo un obbligo. Per quanto riguarda l'apertura del conto, solitamente le banchi lo richiedono, ma esistono comunque altri istituti in cui si può aprire un conto senza NIN.

  • Buongiorno,

    ho 22 anni e ad inizio november '18 mi trasferirò a Londra. Ho già il contratto d'affitto firmato (validità di un anno). Ho anche il contratto di lavoro firmato ma la cosa mi turba, perché ovviamente è indeterminato ma prima devo superare una prova di 3 mesi, ovviamente come lavoratore dipendente dell'azienda dove andrò. Il NIN viene rilasciato ugualmente giusto?

    • Il NIN le sarà rilasciato, segua la procedura per richiederlo una volta effettuato il trasferimento.

Share
Published by

Recent Posts

Legislazione Interna prevalente nella Residenza Fiscale

La legislazione interna è prevalente nella determinazione della Residenza Fiscale del contribuente espatriato. L'Agenzia delle Entrate non considera prevalenti le…

9 ore ago

Espatriati co.co.co. – zero imposte in Italia

Per le Collaborazioni coordinate e continuative si applicano le disposizioni previste dalle Convenzioni contro le doppie imposizioni in tema di…

18 ore ago

Prestazione occasionale 2019: funzionamento e limiti

Limiti funzionamento e tassazione della prestazione occasionale per il 2019. Quali soggetti possono usufruire delle prestazioni occasionali? Quali sono i…

1 giorno ago

Redditi Finanziari di fonte estera: monitoraggio e tassazione

La tassazione ai fini delle imposte dirette e il monitoraggio fiscale dei Redditi Finanziari di fonte estera percepiti da contribuenti…

1 giorno ago

Pagamento imposte dall’estero: come fare il bonifico

Come si effettua il pagamento imposte sui redditi dovute in Italia quando si è residenti all'estero? In questo articolo le…

2 giorni ago

Ravvedimento Esterometro: le sanzioni

Per la correzione di errori od omissioni entro 15 giorni si può fruire della riduzione delle sanzioni. Possibilità di applicare…

2 giorni ago