IRAP

E’ stata prorogata al 30 settembre, la scadenza prevista in caso di errata applicazione dell’esonero previsto dal decreto Rilancio per le imprese che hanno superato il limite relativo agli aiuti di Stato, secondo quanto previsto dal comunicato stampa MEF. La proroga riguarda quindi le imprese che hanno superato il limite relativo agli aiuti di Stato.

Oggi, 30 aprile è prevista la scadenza per regolarizzare l’errata applicazione dell’esonero previsto dal Decreto Rilancio Irap interviene il comunicato stampa prevedendo la proroga al 30 settembre 2021.

L’esonero IRAP era stato previsto dal Decreto Rilancio, in relazione alla determinazione dei limiti e delle condizioni previsti dalla comunicazione della Commissione europea del 19 marzo 2020.


IRAP: proroga versamento al 30 settembre

Nel comunicato stampa si legge:

“Il Ministero dell’Economia e delle Finanze comunica che con una norma di prossima emanazione sarà prorogato dal 30 aprile 2021 al 30 settembre 2021 il termine per il pagamento, senza sanzioni e interessi, dell’IRAP non versata per effetto dell’errata applicazione delle previsioni di esonero di cui all’articolo 24 del decreto-legge n. 34 del 2020 (cosiddetto “decreto rilancio”), in relazione alla determinazione dei limiti e delle condizioni previsti dalla comunicazione della Commissione europea del 19 marzo 2020 C(2020) 1863 final “Quadro temporaneo per le misure di aiuto di Stato a sostegno dell’economia nell’attuale emergenza del COVID-19” e successive modifiche.”


Avviso importante:
Fiscomania.com ha raccolto, con ragionevole cura, le informazioni contenute in questo sito. Il materiale offerto è destinato ai lettori, solo a scopo informativo. Quanto letto non può in nessun caso sostituire una adeguata consulenza o parere professionale che rimane indispensabile. Si prega di leggere i nostri Termini e condizioni e l’informativa sulla privacy prima di utilizzare il sito. Tutto il materiale è soggetto alle leggi sul copyright. Fiscomania.com non accetta alcuna responsabilità in relazione all’utilizzo di tale pubblicazione senza la collaborazione dei suoi professionisti.

Lascia una Risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here