Home Fisco Nazionale Bonus vacanze: come funziona per l’estate 2021

Bonus vacanze: come funziona per l’estate 2021

0

In questi giorni si sta parlando molto di ripresa del turismo, aperture e sostegni economici dello stato per la ripresa economica del paese. Molti si domandano se per l’estate 2021 sarà riconfermato il bonus vacanze che il governo aveva messo a disposizione l’anno scorso.

Il bonus vacanze era stato utilizzato su larga scala dagli italiani per l’estate 2020, presso hotel e alberghi convenzionati. Per utilizzarlo era necessario avere scaricato sul proprio smartphone l’applicazione ufficiale “Io”, app che mette direttamente in collegamento il cittadino con le pubbliche amministrazioni.

Per l’estate 2021 ci si aspetta una ripresa del turismo, settore che è stato penalizzato moltissimo per tutta la stagione invernale, soprattutto a causa delle limitazioni agli spostamenti. In Italia attualmente è disponibile un sistema di passaporto verde che permette a chi è vaccinato, a chi ha effettuato un tampone con risposta negativa e a chi è guarito dal Covid-19 di spostarsi, anche nel caso in cui le regioni tornassero arancioni.

Molti si chiedono se con la ripresa del turismo sarà possibile nuovamente attingere al bonus vacanze come è accaduto lo scorso anno. In parte questo bonus tanto amato dagli italiani è stato confermato anche per l’estate 2021, dall’altro, invece, ci sono alcune limitazioni.

Vediamo di cosa si tratta.

Bonus vacanze: come funziona per l’estate 2021

Bonus vacanze 2021 per chi l’aveva chiesto nel 2020

Di fatto, si può utilizzare il bonus vacanze per l’estate 2021 solo nel caso in cui si sia presentata domanda del bonus già nel 2020, senza poi effettivamente aver usufruito dell’agevolazione. Il governo aveva messo a disposizione dei cittadini, tramite app “Io” la possibilità di accedere a questo particolare bonus nel caso in cui l’ISEE risultasse inferiore ad una certa cifra.

Il bonus era diviso in diversi scaglioni, in base a chi lo richiedeva, e la differenza consisteva nella cifra a cui i cittadini potevano accedere come sconto per il pagamento delle strutture ricettive. La cifra del bonus variava in base all’ISEE e alla composizione del nucleo famigliare:

  • • Nucleo composto da tre o più persone: 500 euro;
  • • Nucleo formato da due persone: 300 auro;
  • • Singola persona: 150 euro.

Nel 2020 sono stati molti gli italiani, singoli, coppie o famiglie, che hanno presentato richiesta di accesso al bonus vacanze tramite la nuova applicazione “Io”, e al momento del pagamento della struttura ricettiva, purché convenzionata con il sistema, era possibile chiedere lo sconto.

Il bonus quindi prevedeva che lo sconto si ricevesse nel momento del pagamento, di persona, della quota per il soggiorno. In questo modo molti italiani hanno potuto risparmiare sui costi per le vacanze, e tante strutture ricettive hanno deciso di aderire.

Bonus vacanze: non è accessibile a tutti

Il bonus vacanze c’è, ma non è accessibile a tutti. Per il 2021 non è previsto di fatto un nuovo bonus vacanze, ma si può utilizzare quello del 2020 nel caso in cui non sia stato ancora usato. Questo da un lato spiazza moltissimi italiani, che non potranno utilizzare il bonus per l’estate 2021, perché ne hanno già usufruito l’anno scorso.

Dall’altro lato però, chi ancora non aveva utilizzato il proprio bonus l’anno scorso, può usarlo per quest’anno. Per quanto riguarda invece le attività ricettive, per chi aderisce lo stato mette a disposizione il recupero dello sconto sotto forma di credito di imposta.

L’albergo o la struttura ricettiva che acconsente all’utilizzo del bonus vacanze, dovrà indicarlo nelle proprie comunicazioni ufficiali, come accadeva per lo scorso anno.

Tramite il portale ufficiale dell’Agenzia delle Entrate potrà poi procedere a chiedere il saldo dello sconto tramite credito di imposta. E’ anche possibile però che la struttura ricettiva decida per una cessione del credito verso terzi.

Bonus vacanze 2021 anche presso le agenzie viaggio

La novità che coinvolge l’estate 2021, rispetto all’anno scorso, riguarda il tipo di attività ricettiva che può avvalersi della possibilità del bonus vacanze. Quest’anno di fatto abbiamo visto che non viene introdotto un nuovo bonus, ma è possibile utilizzare quello dello scorso anno.

Mentre nel 2020 erano coinvolti solo gli hotel, gli alberghi e i campeggi, e in generale le strutture ricettive adibite al turismo, per quest’anno il bonus vacanze potrà essere usato anche presso le agenzie di viaggio. Di fatto in questo modo si allarga la platea delle strutture a cui gli italiani possono chiedere per prenotare le vacanze, per i cittadini è una possibilità in più interessante per risparmiare.

Sicuramente molti italiani che pensavano di poter attingere ad un nuovo bonus per il 2021 ne sono rimasti privi, e non ci sono ipotesi in vista che sostengono cambiamenti di rotta del governo in questo senso. Ricordiamo però che, sia con il Recovery Plan che con il Decreto Sostegni bis, l’attuale governo ha sottolineato come il turismo sia un settore di primaria importanza per l’Italia, e sono moltissimi gli italiani in attesa di poter staccare la spina dal lavoro dopo un anno così difficile.

Le percentuali del bonus: come funziona

Per chi volesse utilizzare il bonus quest’anno, va ricordato che il bonus non è utilizzabile al 100% per ricevere uno sconto presso la struttura ricettiva scelta, ma le percentuali sono così suddivise:

  • 80% del bonus: viene applicato come sconto, in base al nucleo famigliare e all’ISEE;
  • 20% del bonus rimanente: consiste in una detrazione fiscale da applicare nella dichiarazione dei redditi, con periodo di imposta riferito al 2020.

Chi per esempio ha utilizzato il bonus vacanze l’anno scorso, ha ottenuto uno sconto, corrispondente all’80% del bonus, sul pagamento della struttura ricettiva scelta, e il restante 20% è stato caricato in automatico nella scheda del cittadino che riguarda la situazione con il fisco.

Ricordiamo che nell’ultimo anno si è avviata una procedura di digitalizzazione e telematizzazione efficiente, che permette all’Agenzia delle Entrate di presentare anche il modello precompilato 730, che i cittadini possono visionare online alla propria area riservata, accettarlo o apportare delle modifiche.

Criteri per poter accedere allo sconto

Come per lo scorso anno, anche per l’estate 2021 vengono utilizzati dei criteri specifici per poter usare il particolare sconto. Ricordiamo qui quali sono:

  • • Il bonus è utilizzabile una sola volta;
  • • Il bonus è utilizzabile in un’unica volta in base al nucleo famigliare: non può essere utilizzato doppiamente da due componenti della famiglia;
  • • Il bonus è utilizzabile solo nelle strutture ricettive in cui è accettato;
  • • Il pagamento deve avvenire in un’unica soluzione;
  • • Il pagamento deve essere documentato da una fattura in cui è indicato il codice fiscale del soggetto;
  • • Il bonus può essere utilizzato anche da agenzie di viaggio che operano per conto del soggetto;
  • • Il bonus anche per il 2021 è utilizzabile solo da persone che hanno fatto richiesta entro il 31 dicembre 2020;
  • • La soglia massima di sconto, per famiglie numerose, è di 500 euro;
  • • L’attestazione ISEE del nucleo famigliare che accede il bonus non deve superare i 40.000 euro
Classe 1992, laureata in Scienze della Comunicazione all'Università degli Studi di Torino, da sempre sono appassionata di scrittura. Dopo alcune esperienze all'estero, ho deciso di approfondire tematiche inerenti la fiscalità nazionale relativa alle persone fisiche ed alle partite Iva. Collaboro con Fiscomania.com per la pubblicazione di articoli di news a carattere fiscale. Un settore complesso quello fiscale ma dove non si finisce mai di imparare.

Nessun Commento

Lascia una Risposta

Scrivi il tuo commento
Inserisci il tuo nome