E’ partita la campagna legata alla richiesta del bonus PC, tablet ed Internet. Il bonus può essere richiesto a partire dal 9 novembre 2020 utilizzando il modulo predisposto e che dovrà essere consegnato presso gli operatori aderenti.

Il decreto attuativo del MISE per le famiglie con ISEE fino a 20.000 euro è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale del 1° ottobre 2020. Dal 9 novembre 2020 le famiglie con ISEE fino a 20.000 euro hanno la possibilità di richiedere un voucher fino a 500 euro per avere la connessione veloce a internet e per dotarsi di un personal computer o un tablet. 

Il bonus è gestito da Infratel, ed è rivolto alle famiglie che non sono titolari di contratto di connettività internet, o in caso di detenzione di contratto internet a banda larga di base, inferiore a 30Mbit/s in download.

Il bonus consiste in un contributo economico per acquistare dispositivi elettronici, servizi e strumenti per la navigazione. Nello specifico, consiste in uno sconto per l’acquisto di:

  • Computer;
  • Tablet;
  • Connessioni internet.

Questa prima fase di erogazione del bonus, precisa in una nota il ministero per l’Innovazione tecnologica e la digitalizzazione, è parte di un progetto più ampio che prevede anche per le famiglie con reddito inferiore a 50.000 euro e per le micro, piccole e medie imprese la possibilità di usufruire di buoni per la connessione veloce.

Per i voucher alle imprese, nello specifico, è stata prevista la cifra di 515 milioni di euro, la cui assegnazione avverrà attraverso un incentivo graduale in base alla qualità della connettività. Il Cobul, su proposta del Ministero dello Sviluppo economico, ha quindi deliberato di attribuire un voucher che va da un minimo di 300 euro ad un massimo di 2.500 euro, a seconda la velocità della connessione.

Bonus PC

Cos’è il Cobul?

Il Cobul è il Comitato interministeriale costituito per coordinare la Strategia italiana per la banda ultra larga, finalizzata a dotare il Paese di connettività a elevate prestazioni. Oltre alla Presidenza del Consiglio che è rappresentata dalla Ministra Pisano, fanno parte del Comitato il Ministro dello Sviluppo economico, il Ministro della Pubblica amministrazione, il Ministro per gli Affari regionali e le autonomie, il Ministro per il Sud e la coesione territoriale, il Ministro delle Politiche agricole, alimentari e forestali e, in rappresentanza delle Regioni, il Presidente della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome.

Quante risorse ci sono? è un bonus erogato a pioggia?

Secondo quanto stabilito, per la prima fase (bonus 500 euro internet e pc/tablet) ci sono 204 milioni di euro disponibili, che potranno soddisfare 480 mila famiglie, con meno di 20mila euro di Isee, su una platea di 2,2 milioni di persone aventi diritto. Anche in questo caso, come per la maggior parte dei bonus governativi, l’erogazione dei contributi avverrà a pioggia sino ad esaurimento dei fondi. Quindi, come sempre, si aggiudica il bonus chi lo chiede per primo, tramite operatore.

Le risorse a disposizione, secondo quanto indicato dal Governo, sono distribuite su base regionale, non nazionale e privilegiano il Sud Italia. Alla Sicilia quasi il 20% delle risorse disponibili, 18.6% riguarda la Campania, con rispettivamente 80 e 75 mila famiglie. Al terzo posto la Puglia con circa il 14%. Da ricordare che sarà possibile richiedere il bonus fino al primo ottobre 2021, sempre se le risorse a disposizione non termineranno prima.

Chi può beneficiare del Bonus Pc e Tablet 2020?

Possono beneficiare del Bonus, le famiglie con valore ISEE non superiore a 20.000 euro. Il Bonus è rivolto a coloro che abbiano una delle seguenti caratteristiche:

  • Siano privi di connessione internet;
  • Hanno una connessione con velocità inferiore a 30 Mbit/s;
  • Dispongono di una connessione di almeno 30 Mbit/s ed essere disponibile a passare ad una connettività superiore, fino 1 Gbps.

Chi NON può beneficiare del Bonus Pc e Tablet 2020?

Non hanno la possibilità di beneficiare del bonus le famiglie che:

  • Hanno un indicatore Isee superiore alla soglia di 20mila euro;
  • Sono in possesso di una connessione ad almeno 30 Mbps;
  • Non sono coperte da una connessione ad almeno 30 Mbps.

Qual’è l’importo del Bonus Pc e Tablet 2020?

Il bonus legato all’acquisto di connessione internet veloce o strumenti e servizi informatici ha un importo massimo di 500 euro. L’importo massimo può essere fruito dai nuclei familiari che presentano un indicatore Isee inferiore alla soglia di 20mila euro.

Il bonus viene fruito sotto forma di sconto sul prezzo di vendita dei canoni di consumo della connessione internet in banda ultra larga per un periodo di almeno 12 mesi. Tale bonus viene richiesto attraverso il gestore della connessione, come sconto sul corrispettivo dei consumi.

In alternativa il bonus può essere riconosciuto anche per la fornitura dei relativi dispositivi elettronici (CPE) e di un tablet o un personal computer.

Può essere attivato un solo contributo per ciascun nucleo familiare presente nella medesima unità abitativa.

Come si richiede il bonus PC ed internet?

Il bonus pc ed internet può essere richiesto esclusivamente attraverso la richiesta ad un operatore (su qualsiasi canale, online, negozi, etc.), che rispetti i requisiti per fruire del bonus. Il contribuente, è chiamato ad autocertificare il proprio indicatore Isee e il fatto di non avere già una connessione banda ultra larga.

Sostanzialmente, il ministero dello sviluppo economico ha reso noto che il richiedente non ha la possibilità di fare richiesta diretta del bonus internet e pc, infatti, non è possibile ottenere il pc senza una connessione internet collegata. Quindi, non è possibile fruire del bonus presso i negozi di elettronica, ma sono gli operatori di telefonica e connessione internet che permetteranno la fruizione del bonus. In buona sostanza, i passaggi sono così schematizzabili:

  • L’operatore di telefonia eroga al soggetto richiedente il bonus come sconto sul canone o sull’eventuale costo di attivazione del servizio internet;
  • L’operatore fornisce il router per la connessione internet a banda ultra larga;
  • Contestualmente l’operatore fornisce anche il computer o il tablet (a scelta dell’utente), per le famiglie della prima fascia.

Bonus PC, tablet ed internet

Per l’accesso al Bonus pc 2020, sarà il gestore del servizio a dover presentare domanda. Il cliente deve, pertanto, rivolgersi a questi per stipulare il contratto agevolato.

I gestori del servizio, dovranno iscriversi in un’apposito Elenco, nel portale Infratel.

Sussiste un’elenco degli operatori presso i quali si potrà fare domanda e consegnare il modulo per l’attivazione del servizio beneficiando del bonus previsto.

Il modulo per richiedere il bonus PC ed internet è stato messo a disposizione già dallo scorso mese di ottobre e, in vista dell’avvio della fase di richiesta, facciamo il punto su come si compila e su tutte le istruzioni operative da tenere a mente.

Non dovranno essere previsti vincoli contrattuali sul recesso dal servizio allo scadere del termine per l’applicazione del bonus PC ed internet, di 12 mesi. Potranno essere proposte offerte di rinnovo, con obbligo di comunicazione alla società Infratel.

All’offerta di connessione internet dovrà esservi un tablet o computer, il quale non potrà essere concesso senza attivazione della connessione a banda ultra larga.

Per beneficiare del Bonus, occorre presentare una richiesta, insieme ad una copia del documento di identità e una dichiarazione sostitutiva, attestante il possesso del requisito dell’ISEE fino a 20.000 euro e che nessun altro componente del nucleo familiare ha già richiesto il contributo.

Il gestore del servizio, per ogni richiesta di bonus PC ed internet ricevuta, dovrà inserire sul portale Infratel:

  • Codice fiscale e documento d’identità;
  • Dichiarazione relativa al valore dell’ISEE;
  • Codice identificativo dell’offerta;
  • Caratteristiche tecniche del tablet o del personal computer;
  • Copia del contratto stipulato con il beneficiario.

Lo sconto dovrà essere applicato direttamente dall’operatore, il quale riceverà entro 60 giorni dal ricevimento della documentazione, una somma pari al 95% del contributo spettante a ciascun beneficiario.

Un 5% sarà trattenuto a garanzia del corretto svolgimento delle attività di erogazione del servizio.

Come funziona il Bonus PC, Tablet ed Internet?

Il Bonus pc si può beneficiare soltanto insieme all’attivazione del servizio di connettività.

La cifra di 500 euro può essere divisa dall’operatore. Tra i 200 e i 400 euro possono essere destinati allo sconto sui servizi di connettività per una durata non inferiore a 12 mesi. 

Bonus in pillole

  • Avvio della misura fissato per il 9 novembre;
  • Piattaforma gestita da Infratel Italia (società del Mise);
  • Beneficiari famiglie con Isee fino a 20mila euro;
  • Potranno accedere al voucher le famiglie sprovviste di connessioni a internet o comunque dotate di un servizio al di sotto dei 30 mega
  • Un contributo massimo di € 500 (internet, modem, tablet o pc)

1 COMMENTO

  1. Ho fatto richiesta di bonus Internet e PC al mio operatore Fastweb il 4/12/2020, Fastweb mi ha contattata il 14/01/2021 richiedendo la documentazione necessaria. Vorrei sapere se l’isee da presentare è quello del 2020 (con i redditi del 2019,che ho regolarmente fatto lo scorso anno) oppure isee 2021 (redditi 2020 ). Tenendo conto che il mio datore di lavoro fornisce il CUD solo a fine febbraio mentre quello di mio figlio in aprile,cosa posso fare per evitare di perdere il bonus visto che le risorse potrebbero nel frattempo esaurirsi? grazie mille

Lascia una Risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here