Home Fisco Nazionale Scadenze fiscali agosto 2021: il calendario

Scadenze fiscali agosto 2021: il calendario

0

Il calendario delle scadenze fiscali di agosto 2021 è fitto di appuntamenti da ricordare, e questo mese in particolare vede nuovamente l’applicazione di misure di pace fiscale verso i cittadini. Sono slittate infatti fino alla fine di agosto le operazioni di saldo con il fisco che riguardano le cartelle esattoriali.

Inoltre, fino al 20 agosto non ci sono date da segnalare relative a scadenze fiscali, e gli obblighi in questo senso verranno ripartiti da questa data in poi, fino alla fine del mese. Le imposte applicate sui redditi sono portate come scadenza al 20 agosto 2021.

Vediamo in questo articolo quali sono le scadenze fiscali di agosto 2021, che per questo mese riguarderanno sia le imposte sui redditi che le dichiarazioni, con un’attenzione anche per il ravvedimento operoso, che è stato prorogato dal 31 luglio 2021 ad agosto.


20 agosto 2021: tutti i versamenti in scadenza

Non ci sono scadenze fiscali rilevanti prima del giorno 20 agosto 2021, mentre da questa data vengono applicate le scadenze su diversi tipi di versamenti. Ecco quali sono le scadenze fiscali relative all’IRPEF:

  • Per chi non è titolare di Partita Iva: è previsto il versamento della seconda rata IRPEF per primo acconto 2021 e saldo 2020, per soggetti non interessati all’applicazione degli ISA;
  • Per chi non è titolare di Partita Iva: è previsto il versamento della seconda rata di acconto IRPEF sui redditi soggetti a tassazione separata, non soggetti a ritenuta alla fonte, anche in questo caso si tratta di soggetti non interessati all’applicazione degli ISA;
  • Per i titolari di Partita Iva: è previsto il versamento della terza rata IRPEF per il primo acconto 2021 e saldo 2020;
  • Per i titolari di Partita Iva: è previsto il versamento della terza rata di acconto IRPEF sui redditi con tassazione separata, senza ritenuta alla fonte;
  • Per i titolari di Partita Iva: è previsto il versamento della seconda rata di acconto IRPEF sui redditi con tassazione separata, con maggiorazione dello 0,40%, senza ritenuta alla fonte;
  • Per i titolari di Partita Iva: è previsto il versamento della seconda rata IRPEF per il primo acconto 2021 e saldo 2020 con maggiorazione dello 0,40%.

Sono in scadenza il 20 agosto 2021 anche i versamenti dell’addizionale regionale e comunale IRPEF, oltre all’addizionale IRES per chi opera nella ricerca e nella coltivazione di idrocarburi liquidi e gassosi. Si aggiunge anche la tassa etica, una tassa IRES  aggiuntiva del 25%.

Inoltre sempre in questa data le banche e gli istituti di credito devono provvedere al versamento dell’imposta di bollo per gli assegni circolari per il secondo trimestre dell’anno in corso. Si aggiungono l’imposta sulle assicurazioni e sugli intrattenimenti, oltre al versamento della quota del canone Rai trattenuta ai pensionati.

Il 20 agosto è anche previsto il versamento della Tobin Tax, ovvero l’imposta per i trasferimenti di proprietà delle azioni e di altri strumenti di tipo finanziario.

20 agosto 2021: pagamento cedolare secca, ritenute, Iva, Ires, Irap

Il 20 agosto 2021 si concentrano anche i pagamenti di altri tipi di imposte: si tratta della cedolare secca per il saldo 2020 e primo acconto 2021, e del versamento delle ritenute di acconto del mese di luglio. Inoltre anche l’IVA deve essere versata entro il 20 agosto:

  • Iva relativa ai contribuenti come imprenditori artigiani e commercianti, lavoratori autonomi e società: in questo caso va versata l’Iva per il secondo trimestre del 2021;
  • Iva relativa al mese di luglio 2021, per imprenditori, artigiani e commercianti e lavoratori autonomi, società di persone e di capitali;
  • Iva relativa al secondo trimestre 2021 per le società sportive dilettantistiche;
  • Iva da parte di imprenditori, artigiani, commercianti, autonomi e società che hanno affidato a terzi la gestione contabile, in riferimento al secondo mese precedente;
  • Iva relativa ad acquisti effettuati tra stati, che sono stati registrati nel mese di luglio;
  • Iva mensile di enti, organismi pubblici e amministrazioni centrali;
  • Iva relativa al mese precedente per gli impianti che si occupano di distribuire il carburante, o gli autotrasportatori.

Le scadenze fiscali riguardano anche il versamento dell’IRES: i contribuenti in questo caso sono società di capitali, enti commerciali, SpA, Srl, cooperative, enti pubblici e privati, ma anche istituti di credito, e enti che non svolgono attività commerciali.

Sono interessasti al versamento della terza rata come saldo 2020 e primo acconto 2021, anche nel caso di maggiorazione dello 0,40%, e sono incluse le “società di comodo”.

Allo stesso modo è previsto entro il 20 agosto 2021 il versamento dell’IRAP, per i titolari di Partita Iva e i soggetti IRES che devono presentare la dichiarazione IRAP.

20 agosto 2021: imposta di registro e imposte sostitutive

Il 20 agosto è una data ricca di scadenze, e una in particolare riguarda l’imposta di registro per i contratti di locazione. Si tratta dei contratti di affitto stipulati al primo luglio 2021, e a quelli rinnovati alla stessa data. Vengono inoltre fissate a questa data le scadenze di pagamento dell’imposta sostitutiva:

  • Imposta sostitutiva su IRPEF, addizionali comunali e regionali sulle somme ai dipendenti, erogate nel mese di luglio;
  • Imposta sostitutiva per istituti di credito e intermediari finanziari;
  • Imposta sostitutiva sulle plusvalenze e redditi diversi;
  • Imposta sostitutiva sul regime forfettario agevolato.

Questa data è anche importante per la presentazione dell’esonero dal pagamento del canone Rai: si tratta in questo caso dell’esenzione per chi ha superato i 75 anni di età. Inoltre è necessario presentare, per i soggetti non commerciali, la dichiarazione Intra che riguarda l’acquisto di beni o servizi da soggetti non residenti nel territorio nazionale, secondo le normative.

25 agosto 2021: presentazione Intrastat

Alla data del 25 agosto 2021 è fissata la presentazione delle informazioni che riguardano le cessioni di beni e servizi verso paesi dell’Unione Europea, fuori dai confini nazionali, l’Intrastat.

La comunicazione include tutti i soggetti: dagli imprenditori, artigiani e commercianti, ai lavoratori autonomi, professionisti con Partita Iva o società di persone, istituti di credito, società di capitale e cooperative.

Si tratta di una presentazione obbligatoria da presentare esclusivamente per via telematica, tramite i servizi messi a disposizione dall’Agenzia delle Dogane.

31 agosto 2021: imposte sui redditi, ravvedimento operoso

Alla fine del mese sono presenti ancora alcune scadenze fiscali che riguardano le imposte sui redditi. Si tratta dell’IRPEF, con il versamento della terza rata come primo acconto 2021 e saldo 2020, ma anche del versamento con maggiorazione dello 0,40%.

Sono esclusi dai versamenti i contribuenti ISA e i soggetti che operano con regime agevolato forfettario. Inoltre per diversi soggetti, dipendenti, pensionati, lavoratori autonomi e professionisti, società e cooperative, è disposto il ravvedimento operoso per le dichiarazioni dei redditi, come spiega l’Agenzia delle Entrate:

“Contribuenti tenuti al versamento dei tributi derivanti dalle dichiarazioni dei redditi annuali che intendono regolarizzare il mancato o insufficiente versamento di detti tributi (o della rata degli stessi) entro il termine del 31 luglio 2021 avvalendosi dell’istituto del “ravvedimento operoso” di cui all’art. 13 del D.Lgs. n. 472/1997”

L’operazione può essere effettuata tramite il pagamento con F24, con modalità telematiche o un intermediario che risulta abilitato.


Avviso importante:
Fiscomania.com ha raccolto, con ragionevole cura, le informazioni contenute in questo sito. Il materiale offerto è destinato ai lettori, solo a scopo informativo. Quanto letto non può in nessun caso sostituire una adeguata consulenza o parere professionale che rimane indispensabile. Si prega di leggere i nostri Termini e condizioni e l’informativa sulla privacy prima di utilizzare il sito. Tutto il materiale è soggetto alle leggi sul copyright. Fiscomania.com non accetta alcuna responsabilità in relazione all’utilizzo di tale pubblicazione senza la collaborazione dei suoi professionisti.

Nessun Commento

Lascia una Risposta

Scrivi il tuo commento
Inserisci il tuo nome