scadenze fiscali maggio

Maggio è alle porte, e per questo mese sono fissate alcune date importanti per molte scadenze fiscali, in concomitanza con alcune novità apportate dal governo. Una delle cose importanti da ricordare per questo mese è che si dà inizio alla compilazione della presentazione dei redditi con modello 730.

L’Agenzia delle Entrate infatti pubblicherà a maggio sul proprio sito ufficiale il documento relativo al modello 730 precompilato. Ricordiamo comunque che per inviare la dichiarazione dei redditi c’è ancora tempo, almeno fino a settembre.

Il sito ufficiale dell’Agenzia delle Entrate ha comunicato sul proprio portale quali sono le date con le relative scadenze, andiamo ad analizzarle una ad una, per non perdere nessuna scadenza fiscale.


Scadenze fiscali 3 maggio 2021: imposta di registro

Al 3 maggio è fissato il versamento dell’imposta di registro per quanto riguarda i contratti di locazione e affitto, che siano stipulati o rinnovati al primo di aprile di quest’anno. Come spiega l’Agenzia delle Entrate, questa scadenza fiscale è relativa a chi ha contratto accordi di locazione di affitto senza usare la cedolare secca. È necessario versare l’imposta di registro su questi contratti relativamente al mese di aprile.

Come spiega il sito ufficiale è necessario procedere al versamento tramite F24. Ci sono due diverse situazioni relative alla modalità di pagamento:

Titolari di partita IVA: devono procedere al pagamento in modo telematico;

Non titolari di partita IVA: possono procedere al pagamento sia per via telematica che tramite banche, agenzie postali ecc…

Solitamente l’imposta di registro viene pagata dal contraente e il conduttore in parti uguali, in alcuni casi comunque può essere il proprietario a pagare per intero il contributo.

Scadenze fiscali 10 maggio 2021: imposta di bollo assegni circolari

Alla data 10 maggio 2021 le banche e gli istituti di credito che possono emettere assegni circolari dovranno versare l’imposta di bollo relativa per tutti gli assegni circolari rilasciati nei primi tre mesi del 2021, secondo una dichiarazione presentata entro il 30 aprile.

Si paga attraverso un F23 ed è una particolare tassa che solamente gli istituti di credito e le banche o intermediari finanziari devono pagare. Per chi non lo sapesse, l’assegno circolare è un titolo di credito emesso nei confronti di un soggetto, ed è emesso da una banca che si occupa di gestire la transazione del credito da un soggetto all’altro.

10 maggio 2021: Modello 730 precompilato

Il Modello 730 precompilato sarà disponibile dal 10 maggio 2021. A partire dal 14 maggio 2021 il contribuente potrà decidere se accettare la dichiarazione dei redditi forniti oppure correggere o modificare alcuni dati previsti.

Scadenze fiscali 17 maggio 2021: IVA, ritenute, IRPEF

La data del 17 maggio è ricca di scadenze fiscali, in particolare si procede alle ritenute sui redditi da lavoro autonomo. Le ritenute sono riferite ai sostituti di imposta del mese precedente. Imprese, autonomi, commercianti, società, devono procedere al pagamento delle ritenute relative ad aprile. Si utilizza a questo proposito il modello F24 o si procede attraverso servizi proposti on-line dell’Agenzia delle Entrate.

Un’altra scadenza prevista per il 17 maggio è quella relativa alla tassa sull’IVA. Questo perché finisce il primo trimestre dell’anno. Anche in questo caso si procede al versamento tramite F24 sul sito dell’Agenzia delle Entrate, dove è specificata la casistica in cui si applica questa tassa, e viene spiegato come versarla nei singoli casi.

La terza importante scadenza fiscale del mese riguarda l’IRPEF. L’imposta sostitutiva di questa tassa e delle addizionali regionali e comunali va versata entro il 17 maggio 2021. Ricordiamo che l’IRPEF è la tassa derivata dal lavoro, con riferimento al mese precedente.

L’imposta sostitutiva è una somma che devono allo stato tutti i soggetti che svolgono attività di impresa con dipendenti assunti con regolarità. L’IRPEF va versato anche da parte di istituti di credito e intermediari finanziari. Ricordiamo che i lavoratori dipendenti pagano questa tassa direttamente in busta paga.

Il 17 maggio è anche la data di scadenza di alcune particolari imposte, indicate dall’Agenzia delle Entrate. Scadono in questo giorno anche i termini per alcune comunicazioni dei dati relativi al Canone TV, alcuni specifici ravvedimenti e adempimenti contabili, in particolare relativi alle associazioni.

Scadenze fiscali 20 maggio 2021: Canone Rai

Al 20 maggio è stata fissata data ultima per la scadenza della comunicazione relativa al Canone RAI del mese di aprile. In particolare le imprese elettriche dovranno comunicare all’Agenzia delle Entrate i dettagli relativi ai dati sul Canone TV che è stato addebitato ai cittadini, con tutti i relativi movimenti di riscossione e accredito.

In questo caso si parla dei dati relativi al mese precedente. Per questa comunicazione è necessario utilizzare unicamente i servizi telematici.

Scadenze fiscali 25 maggio 2021: presentazione INTRASTAT

Il 25 maggio è il termine ultimo entro cui presentare i dati relativi all’INTRASTAT. Si tratta di una dichiarazione che attesta tutte le operazioni intracomunitarie di vendita o acquisto, che vengono effettuate da un cittadino italiano titolare di partita IVA e in un periodo di tempo.

La scadenza è rivolta a tutti gli operatori intracomunitari che hanno un obbligo mensile di presentazione degli elenchi riepilogativi, per via telematica all’Agenzia delle Dogane. In questo caso i soggetti coinvolti, titolari di Partita IVA, possono essere: imprenditori, artigiani, commercianti, lavoratori autonomi, professionisti, società (sia di persone che di capitali) o istituti di credito.

28 maggio 2021: contributi a fondo perduto

Il 28 maggio 2021 è una data importante per quanto riguarda i contributi a fondo perduto messi a disposizione dal Decreto Sostegni dell’attuale governo. Questa infatti è la data ultima per cui i soggetti che hanno partita IVA, che hanno residenza in Italia e svolgono attività di impresa, possono chiedere accesso ai contributi a fondo perduto che sono stati destinati alla ripresa economica.

Ricordiamo che i soggetti che possono accedere a questi contributi sono quelli che hanno avuto una perdita di fatturato almeno del 30% complessivo rispetto al 2019. Negli scorsi mesi l’Agenzia delle Entrate ha messo a disposizione un portale web apposito per poter richiedere i contributi.

Il 28 maggio, stabilita come data ultima delle proroghe, è l’ultimo giorno in cui si può procedere alla richiesta dei contributi a fondo perduto. Le domande presentate successivamente non verranno accolte.

Scadenze fiscali 31 maggio 2021: pagamenti e versamenti

Il 31 maggio è l’ultimo giorno del mese in cui è possibile procedere con alcuni specifici adempimenti fiscali:

  • • Versamento in unica soluzione delle ritenute alla fonte dell’imposta sul valore aggiunto e sui redditi sospesi a causa dell’emergenza covid-19;
  • Pagamento dell’addizionale relativa alla tassa automobilistica in riferimento a una potenza di veicolo superiore a 185 kW, il superbollo;
  • Versamento della rata dell’imposta di bollo sulle fatture elettroniche del primo trimestre;
  • Imposta sulle assicurazioni e bollo auto: in questo caso è necessario riferirsi alla propria regione per i dettagli del pagamento e per le tempistiche;
  • Versamento dell’IVA relativa agli acquisti intracomunitari per enti non commerciali e agricoltori esonerati;
  • Versamento dell’imposta di registro sui contratti di affitto e locazione stipulati o rinnovati dal primo maggio;
  • Presentazione INTRA 12 per agricoltori esonerati e enti non commerciali.

Articolo precedenteRecovery Plan: trattative e novità
Prossimo ArticoloSocietà cancellata: chi paga i debiti?
Classe 1992, laureata in Scienze della Comunicazione all'Università degli Studi di Torino, da sempre sono appassionata di scrittura. Dopo alcune esperienze all'estero, ho deciso di approfondire tematiche inerenti la fiscalità nazionale relativa alle persone fisiche ed alle partite Iva. Collaboro con Fiscomania.com per la pubblicazione di articoli di news a carattere fiscale. Un settore complesso quello fiscale ma dove non si finisce mai di imparare.

Lascia una Risposta

Scrivi il tuo commento
Inserisci il tuo nome