Bonus bici e monopattini. Il Bonus bici o bonus mobilità è una delle misure previste dal Decreto Rilancio, e permette di ricevere un contributo pari al 60% della spesa sostenuta e, comunque, in misura non superiore a euro 500, per l’acquisto di biciclette, anche a pedalata assistita, e veicoli per la mobilità personale a propulsione prevalentemente elettrica (ad esempio monopattini, hoverboard e segway).

Il buono mobilità è un contributo fino a 500 euro per l’acquisto di biciclette, anche a pedalata assistita, e di veicoli per la micromobilità elettrica quali monopattini, hoverboard e segway, o per l’utilizzo dei servizi di sharing mobility. Il bonus potrà coprire fino al 60% della spesa sostenuta per acquistare il mezzo o il servizio. 

La ratio del provvedimento del Ministero dell’Ambiente di concerto con il Ministero delle Infrastrutture e dei trasporti è incentivare forme di trasporto sostenibili che garantiscano il diritto alla mobilità delle persone nelle aree urbane a fronte delle limitazioni al trasporto pubblico locale operate dagli enti locali.

Il bonus bici è retroattivo, ovvero è valido per gli acquisti effettuati a partire dal 4 maggio 2020, giorno d’esordio della Fase 2.

Bonus bici

Il Ministero dell’Ambiente ha pubblicato sul proprio sito istituzionale le Faq sul programma bonus bici 2020, previsto nel Decreto rilancio.

I destinatari sono i residenti maggiorenni dei Comuni con almeno 50.000 abitanti, capoluoghi di Provincia, Regione e Citta metropolitane.

Bonus bici e monopattini: cos’è e chi può beneficiarne?

Il Decreto Rilancio, ha stanziato 120 milioni di euro per la mobilità sostenibile. Tra questi una parte è destinata al bonus bici, finalizzati ad incentivare l’acquisto e l’utilizzo di biciclette anche elettriche e monopattini elettrici.

Possono usufruire del bonus bici i maggiorenni che hanno la residenza nei capoluoghi di Regione e di Provincia anche sotto i 50.000 abitanti, nei Comuni con popolazione superiore a 50.000 abitanti e nei comuni delle Città metropolitane (anche al di sotto dei 50.000 abitanti). Il Bonus non necessita di rottamazione ed è un contributo, per l’anno 2020, pari al 60% della spesa sostenuta e comunque non superiore a 500 euro.

Modalità di fruizione del bonus bici

Il bonus bici può essere fruito utilizzando una specifica applicazione web che è in via di predisposizione e sarà accessibile, anche dal sito istituzionale del ministero dell’Ambiente, entro 60 giorni dalla pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del decreto interministeriale attuativo del Programma buono mobilità.

Per accedere all’applicazione è necessario disporre delle credenziali SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale).

Ci saranno due fasi:

  • Fase 1 (dal 4 maggio 2020 fino al giorno di inizio operatività dell’applicazione web) è previsto il rimborso al beneficiario. Per ottenere il contributo è necessario conservare il documento giustificativo di spesa (fattura e non lo scontrino) e allegarlo all’istanza da presentare mediante l’applicazione web;
  • Fase 2 (dal giorno di inizio operatività dell’applicazione web). In questa fase è previsto lo sconto diretto da parte del fornitore del bene/servizio richiesto, sulla base di un buono di spesa digitale che i beneficiari potranno generare sull’applicazione web. Dovrà essere indicato sull’applicazione web il mezzo o il servizio che intendono acquistare e la piattaforma genererà il buono spesa digitale da consegnare ai fornitori autorizzati per ritirare il bene o godere del servizio individuato.

Sarà possibile effettuare acquisti di bici usate e acquisti on line.

In questo caso:

  • Nella Fase 1 è possibile acquistare on line purché venga emessa la fattura, che dovrà essere successivamente allegata all’istanza di rimborso;
  • Nella Fase 2 è possibile acquistare on line solo presso i rivenditori accreditati sull’applicazione web.

Ambito applicativo

Per il 2020 il buono mobilità può essere richiesto per una sola volta e per un unico acquisto di:

  • Biciclette nuove o usate, sia tradizionali che a pedalata assistita;
  • Handbike nuove o usate;-
  • Veicoli nuovi o usati per la mobilità personale a propulsione prevalentemente elettrica, di cui all’articolo 33- bis del DL 162/2019, convertito con modificazioni dalla legge 8/2020 (es. monopattini, hoverboard, segway);
  • Servizi di mobilità condivisa a uso individuale esclusi quelli mediante autovetture.

Non è ammissibile l’acquisto di accessori (caschi, batterie, catene, lucchetti, ecc.).

A partire dal 1 gennaio 2021 l’erogazione di buoni mobilità sarà possibile solo a fronte della rottamazione di veicoli vetusti effettuata solo nel corso del 2021. I buoni mobilità potranno essere spesi entro il 31 dicembre 2024.

7 COMMENTI

  1. Buongiorno, dove posso scaricare il modulo per compilare il rimborso 60% del monopattino, l’ho acquistato 16.06,

Lascia una Risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here