Il Bonus sanificazione e DPI sale al 28,3%. Con la Legge di conversione del Decreto Agosto, il credito d’imposta del bonus sanificazione e DPI sale al 28,3%.

Gli esercenti attività d’impresa, arti e professioni, gli enti non commerciali, compresi gli enti del Terzo settore e gli enti religiosi civilmente riconosciuti, che ne hanno fatto richiesta entro il 7 settembre riceveranno un credito di imposta pari al 28,3% delle spese sostenute.

L’art. 125 del Decreto Rilancio ha introdotto un beneficio pari al 60% delle somme investite per la sanificazione di ambienti e strumenti e per l’acquisto di dispositivi di protezione individuale e non solo, ma ha messo a disposizione risorse insufficienti a soddisfare le domande.

Bonus sanificazione

Bonus sanificazione e DPI

Durante la conversione del Decreto Agosto, sono state stanziate nuove risorse per il credito d’imposta per la sanificazione degli ambienti di lavoro e l’acquisto di dispositivi di protezione individuale.

Nel testo originario aggiunge il comma 4 ter:

“Al fine di rafforzare le misure dirette alla sanificazione degli ambienti di lavoro, le risorse destinate al credito d’imposta per la sanificazione e l’acquisto di dispositivi di protezione di cui all’articolo 125 del decreto-legge 19 maggio 2020, n. 34, convertito, con modificazioni, dalla legge 17 luglio 2020, n. 77, sono incrementate di 403 milioni di euro per l’anno 2020.

Le risorse saranno distribuite tra tutti coloro che hanno presentato domanda per il Bonus sanificazione e DPI, entro il 7 settembre 2020.

Pertanto, chi ha fatto richiesta per il Bonus sanificazione e DPI, entro la scadenza del 7 settembre 2020, non beneficiano più il 9,3% ma il 28,3% delle spese sostenute, entro il limite dei 60.000 euro.

Lascia una Risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here