IMU

Un emendamento al Decreto Rilancio prevede uno sconto del 20% delle aliquote e delle tariffe delle entrate tributarie e patrimoniali (IMU, TARI e TASI), a condizione che si utilizzi una specifica modalità di pagamento.

L’emendamento al Decreto Rilancio, lascia margine di manovra fiscale agli enti territoriali, i quali possono scegliere di applicare lo sconto con una propria delibera, per chi effettui il pagamento mediante addebito sul conto corrente, in via permanente.

Lo sconto del 20% troverà applicherà non solo per l’IMU, ma alla totalità delle imposte locali.

Pubblicità
IMU

IMU: sconto del 20% per addebito sul conto corrente

L’emendamento al Decreto Rilancio, prevede che, i comuni possano prevedere, mediante delibera, una riduzione fino al 20% delle aliquote e tariffe delle entrate tributarie e patrimoniali (TARI, IMU, TASI).

L’emendamento ha superato il vaglio della Commissione Bilancio e sarà sottoposta al voto della Camera e, successivamente, del Senato.

Pertanto, spetta al Comune, decidere sull’applicabilità o meno, della riduzione delle aliquote ed altre imposte locali.

Ad ogni modo, lo sconto è subordinato alla scelta dell’addebito diretto sul conto corrente, in via permanente.

Scelta rimessa agli Enti locali sullo Sconto IMU 20%

Il taglio delle aliquote di IMU sarà rimesso alla libera scelta degli Enti Locali i quali avranno, la libertà di scegliere chi potrà accedere all’agevolazione.

La novità prevista dal decreto Rilancio assume quindi tutti i connotati di una norma anti-evasione, finalizzata a potenziare la riscossione degli enti locali.

Per avere tutti i chiarimenti necessari, occorre, attendere la conversione in Legge del Decreto Rilancio, ed a condizione che, l’emendamento non venga modificato.

Laurea in Economia Aziendale nel 2014 presso l'Università degli Studi di Firenze. Collabora stabilmente nella redazione giornalistica di RadioRadio nel ambito fiscale. Appassionato da sempre di Start-up, ha il sogno di diventare business angel per il momento opera come consulente azienda nel mondo delle Start up. [email protected]

Lascia una Risposta

Scrivi il tuo commento
Inserisci il tuo nome