IMU e TARI 2020: stop alle sanzioni

1
2068

Nel Decreto di aprile potrebbero essere previsto lo stop delle sanzioni per chi non paga IMU e TARI 2020 nei tempi previsti. Vediamo quali sono le novità che dovrebbe far parte del prossimo decreto.

Il Decreto di aprile in arrivo nei prossimi giorni, e tra le misure allo studio del Governo, alcune di queste, interessano la proroga dei tributi locali come la nuova IMUTARI 2020.

La soluzione allo studio, ha l’obiettivo di incentivare il versamento dell’imposta entro la scadenza di legge, evitando cosi le sanzioni per i contribuenti che pagheranno entro il 30 luglio 2020.

In tale ipotesi i Comuni non irrogheranno le relative sanzioni, né addebiteranno gli interessi.

Saranno i sindaci a decidere come e se sospendere IMU e TARI 2020. La scadenza,ad oggi, salvo proroga nel decreto Aprile, per il versamento dell’acconto per la tassa sulla casa è fissata al 16 giugno.

IMU e TARI 2020

IMU e TARI 2020: possibile proroga e stop alle sanzioni

Tra le varie misure allo studio del Governo in questo momento, sembra che ci sian anche la sospensione di IMU e TARI attraverso lo stop alle sanzioni per chi paga in ritardo la rata, saltando la scadenza.

La decisione finale, tuttavia, resta nelle mani dei sindaci, che potranno decidere se applicare o meno le sanzioni, mentre ancora non sono chiare le tempistiche. Una delle possibili ipotesi, prevede la sospensione dei versamenti fino al 30 luglio, ma è ancora tutto molto incerto.

La prima ipotesi, che ora sembra essere accantonata del tutto, avrebbe dovuto prevedere il trasferimento di fondi in favore dei Comuni. Tramite una apposita delibera, i Comuni avrebbero potuto prevedere il differimento del termine previsto per il versamento dell’acconto (della prima rata) dal 16 giugno fino al 30 novembre 2020.

La previsione avrebbe determinato un ammanco quasi certo nelle casse comunali, difficilmente gestibile.

In attesa, di una decisione da parte del Governo e dei sindaci, la scadenza per il versamento dell’acconto IMU resta il 16 giugno.

IMU e TARI: come funziona la proroga

Sembra dunque che tra le novità fiscali del Decreto Aprile ci sarà anche la proroga dei tributi locali, anche se è ancora stata fissata una scadenza.

Questa proroga potrebbe però essere gestita tramite la disapplicazione delle sanzioni per chi paga in ritardo, in modo da permettere a chi può di effettuare comunque i versamenti nei tempi previsti.

Il beneficio potrebbe riguardare soltanto i soggetti che hanno subito il maggior danno a causa della diffusione del Coronavirus.

Pensiamo, ad esempio, alle strutture alberghiere, le agenzie di viaggio che sono proprietarie degli immobili utilizzati per l’esercizio dell’attività i cui proventi risultano ora completamente azzerati.

Al contrario, invece, potrebbero essere chiamati ad adempiere entro le scadenze ordinarie, i supermercati, i negozi di generi alimentari, le farmacie, etc.

Non resta che attendere il testo del provvedimento di aprile per sapere, con precisione, come sarà organizzata la sospensione dei tributi locali e quanta carta bianca verrà data ai sindaci.

1 COMMENTO

  1. Figuriamoci se i comuni prorogheranno e non dico a b o l i r a n n o il pagamento dell’mu.in Italia funziona solo il fisco per i poveracci

Lascia una Risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here