Voucher per PC e per la connessione a banda ultralarga: dal MISE arrivano nuovi voucher per le famiglie. L’accesso al comodato d’uso per computer e tablet e l’attivazione di nuove connessioni internet sarà agevolato con contributi fino a 500 euro. Contributo fino a 2.000 euro per le imprese.

Il piano per lo sviluppo della digitalizzazione è stato presentato il 5 maggio 2020 e l’obiettivo è favorire la connettività di imprese, famiglie e scuola.

E’ in arrivo, quindi, un nuovo bonus per le famiglie ma anche per le imprese, con un valore fino a 500 euro da utilizzare per connessioni internet a banda ultralarga e per il comodato d’uso di tablet o PC.

Sono in arrivo anche i voucher per la digitalizzazione delle imprese, il valore si aggira tra i 500 euro ai 2.000 euro.

voucher

Bonus per PC ed internet

Il progetto è strutturato per fasi, ed il primo step riguarderà le famiglie con ISEE basso e le imprese. Il bonus verrà erogato per le attivazioni di connessioni internet e per l’utilizzo di tablet e PC.

Il piano diffuso dal MISE per famiglie ed imprese, nato anche per la nascita delle nuove necessità legate allo smart working e alla teledidattica, avrà un valore di circa 1.146.171.265 euro.

Il bonus per le famiglie sarà riconosciuto secondo i seguenti requisiti:

  • Famiglie senza limiti ISEE: 200 euro per la connettività ad almeno 30 Mbps (tutte le tecnologie incluso satellite)
  • Famiglie con Isee sotto 20.000 euro: 500 euro (200 euro per la connettività e 300 euro per Tablet o PC in comodato d’uso).

L’erogazione dei voucher dovrebbe partire dal mese di luglio 2020.

Voucher per le imprese fino a 2.000 euro di bonus

Al piano per le famiglie si affianca quello per la digitalizzazione delle imprese, per le quali il bonus sarà così strutturato:

  • Voucher di 500 euro per la connettività ad almeno 30 Mbps (tutte le tecnologie, incluso satellite)
  • Voucher di 2.000 euro per la connettività fino a 1 Gbits (fibra).

Sono incentivate le nuove attivazioni e i salti di capacità (da meno di 30 a 30-100 Mbps e da 30-100 a maggiore di 100 Mbps fino a 1 Gbps). Non sono ammessi passaggi fra connessioni aventi prestazioni analoghe o meri passaggi di intestazione.

Saranno due le fasi di intervento:

  • Priorità alle famiglie con ISEE inferiore a 20.000 euro, per le quali è prevista l’erogazione immediata di 285 milioni di euro;
  • Erogazione, a valle di notifica, della quota parte delle risorse disponibili.

Sono stati previsti inoltre più di 400 milioni di euro per il collegamento di oltre 32.000 plessi scolastici a 1 giga in tutta Italia.

4 COMMENTI

Lascia una Risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here