Prorogato al 31 dicembre 2020 il termine per consegnare i beni materiali strumentali nuovi per fruire del Super ammortamento, a condizione che entro il 31 dicembre 2019 sia stato pagato il 20% del corrispettivo a titolo di acconto e l’ordine d’acquisto sia stato formalmente accettato. È quanto previsto dal decreto Rilancio.

Il super ammortamento è un maxi sconto per chi investe in beni strumentali nuovi, reintrodotto parzialmente dal Decreto Crescita fino al 31 dicembre 2019, e poi sostituito con il credito in beni strumentali nuovi dalla legge di bilancio 2020, a decorrere dal 1°gennaio 2020.

Per maggiori informazioni sul credito d’imposta per investimenti in beni strumentali:

“Investimenti in beni strumentali”

L’agevolazione del super ammortamento consiste nella possibilità di maggiorare del 30%, ai fini delle imposte sui redditi, il costo di acquisizione dei beni materiali strumentali nuovi, con esclusivo riferimento alla determinazione delle quote di ammortamento e dei canoni di leasing.

Gli investimenti devono essere effettuati dal 1° aprile al 31 dicembre 2019 ovvero fino al 30 giugno 2020, a condizione che, entro il 31 dicembre 2019, l’ordine risulti accettato dal venditore e sia avvenuto il pagamento di acconti in misura almeno pari al 20% del costo di acquisizione.

Il Decreto Rilancio ha prorogato al 31 dicembre 2020, il termine per la consegna dei beni materiali strumentali nuovi per fruire del super ammortamento 2019, a condizione che entro il 31 dicembre 2019 sia stato pagato il 20% del corrispettivo a titolo di acconto e l’ordine d’acquisto sia stato formalmente accettato. 

Super ammortamento

Oggetto del super ammortamento

Con la Legge di bilancio 2020, l’agevolazione è stata sostituita, a decorrere dal 1°gennaio 2020 dal nuovo credito in beni strumentali nuovi.

Continua ad applicarsi agli investimenti aventi ad oggetto i beni strumentali nuovi “Industria 4.0”:

  • Effettuati tra il 1 º gennaio e il 31 dicembre 2020 (art. 50 del Decreto Rilancio);
  • Per i quali, entro la data del 31 dicembre 2019:
    • L’ordine sia stato accettato dal venditore;
    • Sia avvenuto il pagamento di acconti in misura almeno pari al 20% del costo di acquisizione.

Cos’è il Super ammortamento?

Il Super ammortamento è utilizzato per incentivare gli investimenti in beni strumentali nuovi, si traduce in una maggiorazione del costo di acquisto degli stessi, del 30%.

La percentuale è:

  • 30% per i beni acquistati dal 1° gennaio 2018 al 31 dicembre 2018 e per quelli acquistati dal 1° aprile al 31 dicembre 2019.

Le scadenze del 31 dicembre vengono spostate al 30 giugno dell’anno successivo (per il 2020 la data di scadenza è 31 dicembre 2020) ove entro la data del 31 dicembre:

  • L’ordine risulti accettato dal venditore;
  • Sia avvenuto il pagamento di acconti in misura almeno pari al 20% del costo di acquisizione.

Il Decreto Rilancio, ha, quindi, spostato dal 30 giugno al 31 dicembre 2020 la scadenza prevista dal Decreto Crescita per consegnare i beni oggetto di investimento tra il 1° aprile e il 31 dicembre 2019 ai fini della fruizione della maggiorazione figurativa di costo del 30% valida solo ai fini della deduzione IRES delle quote di ammortamento e dei canoni di leasing.

Chi può beneficiare del Super ammortamento?

La disciplina si applica a tutti i soggetti titolari di reddito d’impresa, indipendentemente dalla natura giuridica, dalla dimensione aziendale e dal settore economico in cui operano, sia se residenti in Italia sia se si tratta di stabili organizzazioni di soggetti non residenti, nonché agli esercenti attività di lavoro autonomo, anche se svolte in forma associata.

Possono beneficiarne anche gli enti non commerciali con riferimento all’attività commerciale eventualmente esercitata.

La maggiorazione si applica anche alle persone fisiche esercenti attività di impresa, arti o professioni che rientrano nel Regime dei minimi, non a quelle che applicano il Regime Forfettario.

Il beneficio spetta, oltre che per l’acquisto dei beni da terzi, in proprietà o in leasing, anche per la realizzazione degli stessi in economia o mediante contratto di appalto.

Quali sono i beni agevolabili?

Tutti i beni strumentali (non i beni merce, quindi non quelli destinati alla vendita).

Sono esclusi dal Super ammmortamento:

  • I veicoli e gli altri mezzi di trasporto;
  • Beni con coefficiente di ammortamento inferiore al 6,5%;
  • Fabbricati e le costruzioni;
  • Beni di cui all’allegato 3, annesso alla legge n. 208/2015.

Beni acquistati in leasing

I beni acquistati in leasing sono agevolabili al 30%, a condizione che entro il 31 dicembre 2019:

  • Sia stato sottoscritto da entrambe le parti il contratto di leasing; e
  • Sia avvenuto il pagamento di un maxicanone in misura almeno pari al 20% della quota capitale complessivamente dovuta al locatore.

Prorogato il termine per fruire del super ammortamento

Il Decreto Rilancio ha prorogato al 31 dicembre 2020 il termine per l’effettuazione degli investimenti che possono beneficiare del super ammortamento.

Il legislatore ha concesso un maggior termine ai contribuenti per poter portare a termine gli investimenti che erano stati prenotati entro il 31 dicembre 2019.

Il Decreto Rilancio, consente alle imprese ed agli esercenti arti e professioni di effettuare l’investimento agevolato entro il 31 dicembre 2020 a condizione che, congiuntamente:

  • Il relativo ordine sia stato accettato dal venditore;
  • Sia stato effettuato il pagamento di acconti in misura almeno pari al 20% del costo di acquisizione

entro la data del 31 dicembre 2019.

Sulla base di quanto sopra, dunque, per poter beneficiare del super ammortamento, entro la fine del 2020 l’investimento deve considerarsi effettuato secondo i criteri definiti dall’articolo 109, commi 1 e 2 ,Tuir.

Acquisto

Qualora, l’investimento avvenga mediante acquisto in proprietà di un cespite, per dare seguito alla prenotazione, entro il 31 dicembre 2020:

  • Deve avvenire la consegna o spedizione; ovvero
  • Deve verificarsi l’effetto traslativo o costitutivo della proprietà o di altro diritto reale, senza tener conto delle clausole di riserva della proprietà.

Ai fini della corretta individuazione del periodo d’imposta di effettuazione dell’investimento non rilevano i diversi criteri di qualificazione, imputazione temporale e classificazione in bilancio previsti per i soggetti che redigono il bilancio in base ai principi contabili internazionali e per i soggetti, diversi dalle micro imprese, che redigono il bilancio in conformità alle disposizioni del codice civile.

Contratto di leasing

Qualora l’investimento agevolato venga effettuato mediante contratto di leasing, il super ammortamento spetta se la consegna del bene al locatario o l’esito positivo del collaudo avvengano entro il 31 dicembre 2020.

Contratto di appalto

Per i beni realizzati mediante contratto di appalto, l’estensione temporale del super ammortamento al 31 dicembre 2020 è subordinata:

  • Sottoscrizione del contratto di appalto da entrambe le parti;
  • Avvenuto il pagamento di acconti in misura almeno pari al 20 per cento del costo complessivo previsto nel contratto

entro la data del 31 dicembre 2019.

Per fruire del super ammortamento sarà necessario che entro il 31 dicembre 2020:

  • Prestazione ultimata;
  • L’opera o porzione di essa risulti verificata ed accettata dal committente.

Lascia una Risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here