Scadenze-fiscali-aprile-2021

Quali sono le scadenze fiscali del mese di Aprile 2021? Il calendario degli appuntamenti fiscali del mese di aprile 2021.

Pubblicità

Tra gli adempimenti fiscali previsti per il mese di aprile 2021 troviamo la dichiarazione IVA annuale, il secondo acconto delle imposte IRPEF, IRES e IRAP per i soggetti ISA e i forfettari danneggiati dall’emergenza sanitaria.

Il calendario parte con la scadenza del 10 aprile, con il versamento dei contributi INPS per i lavoratori domestici.

Vediamo quali sono gli adempimenti fiscali del mese di aprile 2021.

Scadenze-fiscali-aprile-2021
Scadenze fiscali aprile 2021

Scadenze fiscali aprile 2021: 10 aprile

Il 10 aprile è l’ultimo giorno utile per il versamento dei contributi INPS dovuti in favore di colf, badanti e baby sitter.

Sono obbligati a versare questi contributi i datori di lavoro che hanno come dipendenti i lavoratori che prestano servizi domestici e familiari.

I contributi sono da versare per il trimestre precedente, e si riferiscono ai dipendenti che svolgono tutte quelle mansioni di tipo domestico. Sono definiti lavoratori domestici:

“Sono lavoratori domestici coloro che prestano un’attività lavorativa continuativa per le necessità della vita familiare del datore di lavoro come ad esempio colf, assistenti familiari o baby sitter, governanti, camerieri, cuochi ecc..”

L’INPS mette a disposizione un applicativo per il calcolo mensile dei contributi previdenziali dovuti dal datore di lavoro.

L’applicativo, per il calcolo richiederà alcuni dati come la tipologia del contratto, se a tempo determinato o indeterminato, l’anno ed il trimestre di riferimento, le settimane e le ore retribuite nel trimestre.

Scadenze fiscali aprile 2021: 16 aprile 2021

Il 16 aprile 2021 è prevista la scadenza per gli adempimenti periodici a carico dei titolari di partita Iva, ovvero versamento di IVA, Irpef e contributi INPS.

Il 16 aprile scade il termine per il versamento dei contributi INPS da parte dei datori di lavoro, del contributo alla gestione separata Inps, con riferimento al mese di febbraio, relativamente ai redditi di lavoro dipendente, ai rapporti di collaborazione coordinata e continuativa, a progetto, ai compensi occasionali, e ai rapporti di associazione in partecipazione.

Il 16 aprile è prevista anche la scadenza per il versamento da parte dei sostituti di imposta delle ritenute alla fonte effettuate nel mese precedente:

  • redditi di lavoro dipendente;
  • redditi di lavoro assimilati al lavoro dipendente;
  • redditi di lavoro autonomo;
  • provvigioni;
  • redditi di capitale;
  • redditi diversi;
  • indennità di cessazione del rapporto di agenzia;
  • indennità di cessazione del rapporto di collaborazione a progetto.

Scadenze fiscali aprile 2021: 26 aprile

Il 26 aprile è prevista la scadenza delle presentazioni degli elenchi riepilogativi (INTRASTAT) delle cessioni di beni e prestazioni di servizi del mese precedente verso i soggetti dell’Unione Europea.

I soggetti passivi Iva dovranno presentare:

  • L’elenco riepilogativo delle categorie di operazioni verso soggetti di un altro Stato membro della Comunità Europea. Si tratta di cessioni di beni tra stati, servizi diversi da quelli coinvolti da specifiche deroghe territoriali;
  • L’elenco riepilogativo delle categorie di operazioni presso soggetti passivi. Si tratta in questo caso sia di acquisti tra stati di beni comunitari sia di prestazioni di servizi.

Scadenze fiscali aprile 2021: 30 aprile

Il 30 aprile 2021 è il termine per la dichiarazione IVA annuale e per gli acconti delle imposte sui redditi.

In particolare, devono versare il secondo o unico acconto delle imposte sui redditi e dell’IRAP relativo al periodo d’imposta 2020 le Partite IVA che esercitano attività comprese negli ISA (Indici di affidabilità fiscale) o che applicano il Regime forfettario, che hanno perso almeno il 33% del fatturato rispetto all’anno precedente.

La scadenza in via ordinaria era fissata al 10 dicembre ma rinviata dalle norme anti Covid.

Per quanto riguarda la presentazione della dichiarazione Iva sarà da presentare entro il 30 aprile 2021. L’Agenzia delle Entrate ha chiarito che il modello Iva 2021 sarà da presentare entro il 30 aprile da:

titolari di partita Iva che esercitano attività d’impresa, attività artistiche o professionali.”

Sono inclusi gli imprenditori, i professionisti e gli autonomi, con riferimento anche alle attività artistiche, che hanno una Partita Iva. La presentazione va fatta per via telematica, sul sito ufficiale messo a disposizione dall’Agenzia delle Entrate.

Esonero canone Rai

Il 30 aprile 2021 è preista anche la scadenza per la presentazione della domanda di esonero dal pagamento del canone Rai per i contribuenti di età pari o superiore a 75 anni in possesso dei requisiti di reddito per godere dell’esonero dal pagamento del canone Rai.

Gli interessati devono presentare una dichiarazione sostitutiva, allegando copia fotostatica non autenticata del documento d’identità, mediante:

  • consegna diretta ad un Ufficio Territoriale dell’Agenzia delle Entrate;
  • spedizione a mezzo del servizio postale in plico raccomandato, senza busta, al seguente indirizzo: “Agenzia delle Entrate – Ufficio Torino 1 S.A.T. – Sportello Abbonamenti TV – 10121 – Torino. N.B.”

Avviso importante:
Fiscomania.com ha raccolto, con ragionevole cura, le informazioni contenute in questo sito. Il materiale offerto è destinato ai lettori, solo a scopo informativo. Quanto letto non può in nessun caso sostituire una adeguata consulenza o parere professionale che rimane indispensabile. Si prega di leggere i nostri Termini e condizioni e l’informativa sulla privacy prima di utilizzare il sito. Tutto il materiale è soggetto alle leggi sul copyright. Fiscomania.com non accetta alcuna responsabilità in relazione all’utilizzo di tale pubblicazione senza la collaborazione dei suoi professionisti.

Lascia una Risposta

Scrivi il tuo commento
Inserisci il tuo nome