Il Decreto Sostegno prevede la proroga dei termini per il versamento delle rate della rottamazione ter e del saldo e stralcio a luglio 2021 per rate scadute nel 2020, e a novembre per rate 2021.

Tra le misure previste dall’ex Decreto Ristori 5 adesso Decreto Sostegno, c’è l’estensione della Cassa Integrazione Covid, il blocco dei licenziamenti prorogato al 30 giugno, l’erogazione di contributi a fondo perduto anche per le Partite IVA senza la distinzione in Codici ATECO, con il vincolo della perdita di fatturato e dei costi fissi, bonus 1.000 euro in favore dei lavoratori autonomi, stagionali e intermittenti, la previsione dei congedi parentali in alternativa al Bonus baby sitter.

A disposizione dell’esecutivo ci sono 32 miliardi di euro di extradecifit approvati in Parlamento ed autorizzati da parte dell’Europa.

La proroga si riferisce alle rate:

  • Scadute nel 2020;
  • Da corrispondere il 28 febbraio, il 31 marzo, il 31 maggio e il 31 luglio 2021.

Il versamento delle suddette rate sarà considerato tempestivo se effettuato integralmente:

  • Entro il 31 luglio 2021, per le rate in scadenza nel 2020;
  • Entro il 30 novembre 2021, per le rate in scadenza il 28 febbraio, il 31 marzo, il 31 maggio, e il 31 luglio 2021.
Rottamazione-

Proroga rate rottamazione ter e saldo e stralcio delle cartelle

Per il pagamento delle rate saranno applicati i 5 giorni di tolleranza.

Per quanto riguarda le notifiche delle nuove cartelle fiscali i termini di pagamento sono sospesi fino al 30 aprile 2021. Fino al 30 aprile sono sospesi anche i pignoramenti di stipendi e pensioni.

I contribuenti che ricevono una cartella esattoriale non dovranno pagare subito, ma avranno 60 giorni a partire dal termine del periodo di sospensione, ossia dal 30 aprile 2021.

Infine, la bozza del Decreto Sostengo prevede un allungamento dei termini di prescrizione fino a 24 mesi.

Avviso importante:
Fiscomania.com ha raccolto, con ragionevole cura, le informazioni contenute in questo sito. Il materiale offerto è destinato ai lettori, solo a scopo informativo. Quanto letto non può in nessun caso sostituire una adeguata consulenza o parere professionale che rimane indispensabile. Si prega di leggere i nostri Termini e condizioni e l’informativa sulla privacy prima di utilizzare il sito. Tutto il materiale è soggetto alle leggi sul copyright. Fiscomania.com non accetta alcuna responsabilità in relazione all’utilizzo di tale pubblicazione senza la collaborazione dei suoi professionisti.

Articolo precedenteConciliazione giudiziale: la guida completa
Prossimo ArticoloLimited Liability Company per investire negli USA
Laureata in Giurisprudenza presso l'Università di Firenze. Approfondisce i temi legati all'IVA ed alla normativa fiscale domestica oltre ad approfondire aspetti legati al diritto societario.

Lascia una Risposta