Con il Messaggio n. 4335 del 18 novembre 2020, l’INPS ha fornito alcune istruzioni operative per la richiesta di anticipo del 40% del pagamento della Cassa Integrazione.

Con il Messaggio n. 4335 del 18 novembre 2020, l’INPS è intervenuto in merito all’ anticipo del 40% dei trattamenti di cassa integrazione guadagni ordinaria, in deroga e dell’assegno ordinario dei Fondi di solidarietà bilaterali con causale COVID-19.

L’INPS ha fornito una guida per richiedere l’accredito al momento della presentazione della domanda, ed anche sulla procedura da effettuare nel caso di modifica dell’IBAN in caso di errori.

Pagamento Cassa integrazione

Come richiedere l’anticipo della Cassa Integrazione ordinaria?

Per poter inviare la domanda per il pagamento della cassa integrazione ordinaria con anticipo del 40% dall’INPS, occorre:

  • Autenticarsi sul portale INPS e accedere a “Servizi per aziende e consulenti” e poi a “Prestazioni e Servizi”;
  • Selezionare “CIG Ordinaria“;
  • “Richiesta d’anticipo 40%”.

L’invio della domanda di cassa integrazione viene bloccato se la richiesta di anticipo non è definita.

Come richiedere l’anticipo della Cassa Integrazione in deroga e dell’Assegno ordinario?

In caso di richiesta di pagamento con anticipo INPS per la cassa integrazione in deroga e per l’assegno ordinario, è necessario:

  • Autentificarsi al portale INPS ed accedere a “Servizi per aziende e consulenti” e poi a “Prestazioni e Servizi”;
  • Selezionare “Fondi di solidarietà” o “CIG in Deroga INPS“;
  • “Richiesta d’anticipo 40%”.

Dopo l’invio della domanda è necessario effettuare, l’inserimento del Ticket. Esso è possibile inserirlo anche in un secondo momento rispetto all’invio della domanda.

“Una volta inserita, la domanda di CIGD o di assegno ordinario con richiesta di anticipo del 40% rimane in sospeso e senza protocollo fino a quando non vengono inseriti anche i dati necessari per il pagamento dell’anticipo stesso”.

Come annullare la richiesta o modificare l’IBAN?

Il Messaggio INPS si è soffermato anche sulle possibilità di annullamento della richiesta di anticipo del 40% e sulla modifica del codice IBAN per l’accredito.

E’ possibile rinunciare alla richiesta di anticipo del 40% se non sono stati ancora inseriti i dati di pagamento.

Inoltre, l’INPS ha chiarito che:

“Nel caso in cui le coordinate bancarie fornite nella Richiesta Anticipo 40% non abbiano superato il controllo di titolarità (ad esempio, alla banca non risulta che l’IBAN inserito sia intestato al codice fiscale del beneficiario), sarà possibile presentare un’istanza alla competente Struttura territoriale dell’Istituto, chiedendo la modifica delle coordinate IBAN.”

Avviso importante:
Fiscomania.com ha raccolto, con ragionevole cura, le informazioni contenute in questo sito. Il materiale offerto è destinato ai lettori, solo a scopo informativo. Quanto letto non può in nessun caso sostituire una adeguata consulenza o parere professionale che rimane indispensabile. Si prega di leggere i nostri Termini e condizioni e l’informativa sulla privacy prima di utilizzare il sito. Tutto il materiale è soggetto alle leggi sul copyright. Fiscomania.com non accetta alcuna responsabilità in relazione all’utilizzo di tale pubblicazione senza la collaborazione dei suoi professionisti.

Lascia una Risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here