pagamenti Inps agosto 2021

Il mese di agosto è caratterizzato dall’erogazione, come per gli altri mesi, di alcuni pagamenti INPS ai beneficiari di specifiche indennità o sostegni. I pagamenti INPS per agosto 2021 riguardano in particolar modo le pensioni, la NASPI, ovvero l’indennità di disoccupazione, e alcune forme di sostegno di recente introduzione dedicate alle famiglie con figli.

Per questo mese, nonostante molti italiani di fatto sono in un periodo di sospensione del lavoro per via delle ferie, l’INPS continua a erogare alcuni tipi di bonus per sostenere a livello economico le famiglie: dal reddito di cittadinanza a quello di emergenza.

Ma come tutti i mesi, anche ad agosto arrivano le pensioni per i cittadini per cui sono previste, in base alle date ufficiali di erogazione stabilite dall’ente previdenziale.

Infine la novità più interessante riguarda l’assegno ponte, ovvero la misura di sostegno alle famiglie con figli minori che anticipa l’assegno unico che sarà reso disponibile per il prossimo anno. Vediamo in questo articolo quali sono le erogazioni ancora previste per il mese di agosto 2021.


Pagamenti INPS per le pensioni

Per le erogazioni delle pensioni di agosto 2021, molti cittadini hanno ricevuto la pensione già alla fine del mese di luglio, rispettivamente in base ad un elenco alfabetico dei cognomi:

  • Cognomi A-C: martedì 27 luglio;
  • Cognomi D-G: mercoledì 28 luglio;
  • Cognomi H-M: giovedì 29 luglio;
  • Cognomi N-R: venerdì 30 luglio;
  • Cognomi S-Z: sabato 31 luglio;

Queste date sono riferite agli anticipi sulle pensioni, che vengono versati in via prioritaria già a fine luglio per chi si rivolge alle Poste Italiane per la ricezione delle pensioni.

Per tutti gli altri le pensioni sono state rese disponibili dai primi giorni di agosto, e alcuni titolari di pensione sono in questo periodo esortati a presentare una dichiarazione dei propri redditi, in base a quanto indicato dalla comunicazione ufficiale INPS, per gli anni scorsi:

“Sulle pensioni che siano, in tutto o in parte, collegate al reddito (…) i cui titolari, nonostante i solleciti, non abbiano ancora fornito i dati reddituali relativi al 2017 e al 2018, ad agosto e settembre verrà applicata una trattenuta di circa 14 euro, per le pensioni integrate al minimo, o, per quelle di importo superiore, pari al 10% della pensione.”

Ricordiamo che sulle pensioni al momento vi sono numerose ipotesi che vedono al centro la riforma pensionistica che andrà a modificare alcuni tipi di prepensionamento, come ad esempio l’eliminazione di Quota 100. Tuttavia secondo le recenti notizie bisognerà attendere ancora almeno gennaio 2022 per vederne l’applicazione.

Pagamenti INPS agosto 2021: la NASPI

La NASPI è uno dei pagamenti che sta arrivando proprio in questi giorni come erogazione riferita al mese in corso, per tutti i cittadini che ricevono mensilmente l’indennità di disoccupazione. Questa particolare forma di sussidio economico è rivolta a chi ha perso il lavoro in modo involontario, e a partire dal 9 agosto sono state disposte dall’ente previdenziale le prime erogazioni per il periodo corrente.

Va ricordato che per poter ricevere la NASPI non è sufficiente aver perso la propria occupazione lavorativa, ma è indispensabile aver presentato una domanda apposita all’ente previdenziale, entro i termini stabiliti e rispettando i criteri per l’accesso all’indennità.

La NASPI è una delle indennità più richieste dai cittadini in questo periodo storico, in parte a causa della crisi economica che ha colpito il mercato del lavoro. L’indennità è rivolta ad un’ampia platea di beneficiari: dai lavoratori dipendenti assunti a tempo determinato o indeterminato che hanno perso il lavoro, agli apprendisti, ai soci di cooperative, e la misura prevede una copertura mensile per il cittadino disoccupato con erogazione del 75% delle mensilità di stipendio previste.

Pagamenti INPS agosto 2021: reddito e pensione di cittadinanza

Tra i pagamenti di agosto 2021 ci sono anche quelli relativi al reddito e alla pensione di cittadinanza. Questo tipo di sostegno è rivolto a chi si trova in una condizione economica svantaggiata, e viene erogato ai cittadini che ne hanno diritto alla fine del mese di agosto.

Questo vuol dire che i cittadini che aspettano questa forma di sostegno dovranno attendere almeno fino al 27 agosto, mentre la mensilità può essere erogata in anticipo di qualche giorno a chi ha presentato una nuova domanda in questo periodo, o a chi ne ha fatto richiesta entro la fine del mese di luglio.

Il reddito di cittadinanza tuttavia non è l’unica misura di contrasto alla povertà, con erogazione INPS. Allo stesso modo viene garantita anche per il mese di agosto la pensione di cittadinanza. Come spiega l’INPS, si tratta dello stesso tipo di sostegno:

“Qualora tutti i componenti del nucleo familiare abbiano età pari o superiore a 67 anni, oppure se nel nucleo familiare sono presenti anche persone di età inferiore a 67 anni in condizione di disabilità grave o non autosufficienza, assume la denominazione di Pensione di Cittadinanza (PdC).”

Anche per la pensione di cittadinanza valgono le regole di erogazione previste per il reddito di cittadinanza, bisogna quindi attendere la fine del mese nella maggior parte dei casi, e per chi ha fatto richiesta nell’ultimo periodo la pensione di cittadinanza sta arrivando già in questi giorni.

Reddito di emergenza: quando viene erogato?

Il reddito di emergenza è una forma di sostegno legata particolarmente al momento storico di emergenza, e sono state recentemente introdotte su questa forma di sostegno altre quattro nuove mensilità, che prevedono la copertura dei mesi da giugno a settembre 2021.

Il reddito di emergenza viene quindi erogato nel mese di agosto a metà mese, pertanto qualcuno potrebbe aver già ricevuto la mensilità in questi giorni. Una novità riguarda la concomitanza del reddito di emergenza con l’indennità di disoccupazione NASPI.

Mentre in precedenza era possibile ricevere il reddito di emergenza una volta concluso il periodo di ricezione della NASPI, con le ultime misure questo non è più possibile. Pertanto chi termina di ricevere la NASPI non può più chiedere di essere ammesso alla ricezione del reddito di emergenza.

Pagamenti INPS agosto: gli aiuti alle famiglie

Tra tutti i pagamenti INPS previsti per il mese di agosto 2021 c’è una novità che riguarda i nuovi aiuti alle famiglie con figli minori. In attesa dell’applicazione, nel 2022, dell’assegno unico come versamento mensile per le famiglie con figli, al momento è attivo l’assegno temporaneo.

Con figli minori di 18 anni è possibile ricevere una erogazione mensile che presto andrà a sostituire molti bonus e agevolazioni fiscali destinate alle famiglie con figli. Per il momento le erogazioni in questo senso sono state rese disponibili a partire da luglio, per le famiglie che ne hanno presentato domanda di accesso rientrando nei parametri previsti per la misura.

Anche nel mese di agosto molte famiglie possono beneficiare di questo tipo di aiuto economico, tuttavia per il momento la misura è riservata a chi si trova in stato di inoccupazione, e ai lavoratori autonomi. Per l’applicazione della stessa misura per i lavoratori dipendenti bisognerà ancora attendere il 2022.

A questo proposito però, i genitori che svolgono un lavoro di tipo dipendente possono chiedere ancora gli assegni al nucleo famigliare, che vengono leggermente maggiorati per bilanciare la misura dell’assegno unico temporaneo.

Per le famiglie che vogliono beneficiare di questo sostegno al reddito, è ancora possibile presentare richiesta fino alla fine dell’anno, entro dicembre 2021. Tuttavia chi procede alla richiesta entro settembre può vedersi accreditate anche le somme relative ai mesi precedenti, mentre questo cambia per chi presenta richiesta successivamente.

Per l’erogazione di agosto dell’assegno temporaneo, i pagamenti sono arrivati già intorno al 10 del mese di agosto. Per chi non avesse ricevuto l’erogazione mensile è possibile visionare la propria area riservata del portale INPS per verificare.

Articolo precedenteControlli del fisco con Google Maps: la novità
Prossimo ArticoloCome aprire una farmacia? Procedura costi e consigli
Classe 1992, laureata in Scienze della Comunicazione all'Università degli Studi di Torino, da sempre sono appassionata di scrittura. Dopo alcune esperienze all'estero, ho deciso di approfondire tematiche inerenti la fiscalità nazionale relativa alle persone fisiche ed alle partite Iva. Collaboro con Fiscomania.com per la pubblicazione di articoli di news a carattere fiscale. Un settore complesso quello fiscale ma dove non si finisce mai di imparare.

1 COMMENTO

  1. IO NON RICEVUTO L’ASSEGNO TEMPORANEO E CHIEDENDO AL NUMERO VERDE DEL’INPS NON SANNO DIRE QUANDO AVVERRA’ L’EROGAZIONE E LORO SOSTENGONO CHE NESSUNO LO HA ANCORA RICEVUTO. POTETE DIRMI QUALCOSA

Lascia una Risposta

Scrivi il tuo commento
Inserisci il tuo nome