Home News Modello 730/2021: le principali novità

Modello 730/2021: le principali novità

0

L’Agenzia delle Entrate ha pubblicato le istruzioni delle dichiarazioni dei redditi. Il Modello 730/2021 dovrà essere presentato, in via telematica, entro il 30 settembre 2021.

L’Agenzia delle Entrate ha pubblicato il 23 dicembre, le bozze dei modelli dichiarativi riferiti all’anno d’imposta 2020, da presentare, in via telematica, entro il 30 settembre 2021. Sono stati, pubblicati, in bozza:

  • Modello 730/2021
  • Modello IVA/2021
  • CU/2021
  • Modello 770/2021

Nella versione resa nota, compaiono le novità del 2020, come il Superbonus 110%, il bonus facciate ed il bonus vacanze. Infatti, una delle principali novità del Modello 730/2021 riguarda il Superbonus 110%.

Come ha dichiarato l’Agenzia delle Entrate, nel comunicato stampa, sono diverse le novità di quest’anno, il modello Iva, apre ad alcune modifiche in tema di beni anti-Covid e dichiarazioni d’intento.

Modello 730/2021

L’Agenzia delle Entrate ha pubblicato, il 23 dicembre 2020, la bozza e non la versione definitiva, della modulistica e delle istruzioni per la compilazione del modello 730/2021, da presentare entro il 30 settembre 2021.

Il Modello 730/2021, per pensionati e lavoratori dipendenti, recepisce le novità che riguardano l’anno d’imposta 2020:

Dal trattamento integrativo per i redditi da lavoro dipendente e assimilati al Superbonus 110%, dalla detrazione delle spese per il rifacimento delle facciate degli edifici alla detrazione d’imposta per erogazioni liberali a sostegno delle misure di contrasto dell’emergenza Covid-19, dal bonus vacanze al credito d’imposta per l’acquisto di monopattini elettrici e servizi per la mobilità elettrica.

Dal 30 aprile sarà comunque messo a disposizione il modello 730 precompilato.

Modello Iva 2021

Tra le novità presenti nel modello Iva 2021, compare, la riduzione dell’aliquota per le cessioni di beni necessari per il contenimento e la gestione dell’emergenza Covid-19,
ed alcune modifiche alla disciplina delle prestazioni di servizi di telecomunicazione,
teleradiodiffusione ed elettronici rese a committenti non soggetti passivi.

Sono state previste, anche, alcune semplificazioni in materia di dichiarazioni d’intento, come la soppressione dell’obbligo di comunicazione di quelle ricevute da parte dei fornitori di esportatori abituali.

Certificazione Unica

Nella Certificazione Unica 2021, fanno ingresso, come spiegato dall’Agenzia delle Entrate:

il trattamento integrativo e l’ulteriore detrazione per i redditi
di lavoro dipendente e assimilati; tra le novità anche la clausola di salvaguardia per
l’attribuzione da parte del sostituto del bonus Irpef e del trattamento integrativo in
presenza di ammortizzatori sociali e l’attribuzione del premio ai lavoratori dipendenti nel
mese di marzo 2020. All’appello ci sono anche le detrazioni per oneri parametrate al
reddito e l’indicazione delle somme restituite al netto delle ritenute subite.

Avviso importante:
Fiscomania.com ha raccolto, con ragionevole cura, le informazioni contenute in questo sito. Il materiale offerto è destinato ai lettori, solo a scopo informativo. Quanto letto non può in nessun caso sostituire una adeguata consulenza o parere professionale che rimane indispensabile. Si prega di leggere i nostri Termini e condizioni e l’informativa sulla privacy prima di utilizzare il sito. Tutto il materiale è soggetto alle leggi sul copyright. Fiscomania.com non accetta alcuna responsabilità in relazione all’utilizzo di tale pubblicazione senza la collaborazione dei suoi professionisti.

Nessun Commento

Lascia una Risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Share via