Lipe 2021: Scadenze invariate, ma novità in tema di compilazione a partire dal 1° gennaio 2021. Vediamo cosa cambia e cosa no.

Il regime delle proroghe a cui ci siamo abituati in questi mesi, a causa dell’emergenza sanitaria, non ha toccato le scadenze per la Lipe 2021, ossia la comunicazione delle liquidazioni IVA.

Tuttavia già a partire dal 1° gennaio 2021 ci sono alcune importanti novità degne di nota, soprattutto per quanto attiene alla compilazione e all’invio del modulo per la liquidazione.

Infatti, dopo la proroga prevista dal Decreto Rilancio, è previsto il debutto delle comunicazioni IVA trimestrali precompilate dall’Agenzia delle Entrate.

Vediamo, allora, le scadenze e cosa cambia.

Lipe 2021

Le scadenze Lipe 2021

Preliminarmente procediamo a vedere quali sono le scadenze Lipe 2021, cioè i termini sia per il versamento che per l’invio telematico.

Periodo di riferimentoVersamento IvaInvio telematico Lipe
Gennaio16 febbraio 202131 maggio 2021
Febbraio16 febbraio 202131 maggio 2021
Marzo16 febbraio 202131 maggio 2021
I trimestre17 maggio 202131 maggio 2021
Aprile17 maggio 202116 settembre 2021
Maggio16 giugno 202116 settembre 2021
Giugno16 luglio 202116 settembre 2021
II Trimestre20 agosto 202116 settembre 2021
Luglio20 agosto 202130 novembre 2021
Agosto16 settembre 202130 novembre 2021
Settembre18 ottobre 202130 novembre 2021
III trimestre16 novembre 202130 novembre 2021
Ottobre16 novembre 202128 febbraio 2022
Novembre16 dicembre 202128 febbraio 2022
Dicembre 17 gennaio 202228 febbraio 2022
IV trimestre16 marzo 202228 febbraio 2022

Oltre alla previsione della tabella su indicata, dovrai tenere in considerazione che sei ancora tenuto a presentare la comunicazione relativa al quarto trimestre del 2020, entro il 1 marzo 2021 (il 28 febbraio cade di domenica). Come hai, infatti, potuto constatare l’invio della Lipe per il quarto semestre viene generalmente effettuato l’anno successivo. Il versamento dell’IVA, invece, deve essere effettuato entro il 16 marzo 2021.

Come inviare le comunicazioni Lipe 2021?

Ora che abbiamo individuato le date che devi segnare, veniamo a come si procede all’invio dei dati Lipe 2021. Per quest’anno, invero, il meccanismo rimane tendenzialmente inalterato rispetto all’anno passato, eventuali cambiamenti non sono stati ancora resi operativi.

Quindi, vediamo come si deve procedere all’invio dei dati per la liquidazione dell’IVA.

In primo luogo occorre preparare un file xml che rispetti le specifiche tecniche e che, in particolare, contenga:

  • i dati identificativi del soggetto a cui si riferisce la comunicazione;
  • i dati delle operazioni di liquidazione IVA effettuate nel trimestre di riferimento;
  • e i dati dell’eventuale dichiarante.

Dopo di che si potrà decidere se procedere all’invio telematico della Lipe.

Invio telematico

Laddove appunto il contribuente voglia inviare telematica mente la Lipe 2021, dovrà, una volta ultimato il file predetto:

  • firmarlo mediante la funzione Sigillo, di cui al portale fatture e corrispettivi;
  • controllarlo sempre mediante l’apposita funzione interna al portale fatture e corrispettivi;
  • inviato telematicamente.

Per l’invio telematico della comunicazione Lipe, dovrai poi eseguire l’operazione di accesso all’area riservata sul sito dell’Agenzia delle Entrate con le credenziali Entratel ed accedere alla sezione Fattura Elettronica-Corrispettivi Elettronici”.

Dopo aver effettuato l’accesso al sito dell’Agenzia delle Entrate, per l’invio dei dati della comunicazione della Lipe, è necessario selezionare uno dei seguenti percorsi, ossia:

  • come contribuente e quindi proseguire con l’invio diretto dei dati;
  • come soggetto incaricato;
  • o come intermediario abilitato.

Nel caso in cui si selezioni la voce intermediario abilitato sarà necessario inserire il codice fiscale del contribuente per il quale si effettua l’invio della Lipe.

Dopo avere eseguito questa fase, per l’invio dei dati della comunicazione Lipe è necessario accedere cliccare su “Servizi disponibili” e entrare nella sezione comunicazioni periodiche IVA di Dati Fatture e Comunicazioni IVA.
Dopodiché dovrai procedere alla firma del documento, come poc’anzi accennato.

Successivamente il file deve essere controllato. Per quanto attiene a questa procedura, anche in questo caso è possibile utilizzare la funziona controlla interna al portale online fatture.

A seguito del controllo, potrai procedere all’invio.

E’ consigliabile poi procedere alla stampa delle ricevute telematiche. A tal fine occorrerà accedere alla sezione consultazioni del sito dell’Agenzia delle Entrate, previo accesso alla piattaforma Entratel.

Oppure è possibile accedi alla sezione monitoraggio file inviati.

Comunicazione precompilata

A partire dal 1° gennaio 2021, è stata introdotto il modello precompilato dall’Agenzia delle entrate, per l’invio della comunicazione Lipe 2021.

Con l’articolo 16 del decreto n. 124/2019, il c.d. decreto fiscale 2020, è stato previsto che l’invio dei seguenti documenti IVA precompilati da parte dell’Agenzia delle Entrate, ossia:

  • bozza dei registri di cui agli articoli 23 e 25 del decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre 1972, n. 633;
  • bozza delle comunicazioni delle liquidazioni periodiche dell’IVA.
  • bozza della dichiarazione annuale IVA.

Tuttavia, è necessario che siano introdotte le disposizione attuativa da parte dell’Agenzia delle entrate, la quale presumibilmente utilizzerà, al fine di redigere la bozza per l’invio della Lipe, i dati delle fatture elettroniche, delle comunicazione delle operazioni transfrontaliere e dei corrispettivi telematici.

Tale sistema sebbene volto a garantire una certa semplificazione delle modalità di invio della Lipe 2021, potrebbe produrre l’effetto contrario. In primo luogo potrebbe essere piuttosto complesso per l’Agenzia operare la redazione della bozza e, in secondo luogo, l’attività di conferma del contribuente potrebbe essere molto più complessa di quella prevista per il Modello 730.

Avviso importante:
Fiscomania.com ha raccolto, con ragionevole cura, le informazioni contenute in questo sito. Il materiale offerto è destinato ai lettori, solo a scopo informativo. Quanto letto non può in nessun caso sostituire una adeguata consulenza o parere professionale che rimane indispensabile. Si prega di leggere i nostri Termini e condizioni e l’informativa sulla privacy prima di utilizzare il sito. Tutto il materiale è soggetto alle leggi sul copyright. Fiscomania.com non accetta alcuna responsabilità in relazione all’utilizzo di tale pubblicazione senza la collaborazione dei suoi professionisti.

Lascia una Risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here